Omocisteina Alta | Fa Male alla Salute? Cause e Trattamento

In questo articolo parliamo dell'Omocisteina, spiegando cos'è, a cosa serve e quali sono i suoi valori normali nel sangue. Cause di Omocisteina Alta, Conseguenze sulla Salute e Soluzioni Efficaci per Abbassarla

Omocisteina
Supervisione Scientifica a Cura del Dottor Gilles Ferraresi - Ultima revisione dell'articolo:

Che Cos'è

L'omocisteina è un aminoacido non preteinogeno contenente zolfo.

Si forma nell'organismo durante il metabolismo della metionina, un amminoacido essenziale introdotto attraverso la dieta. Gli alimenti ricchi di metionina includono carne, albumi e frutti di mare.

L'omocisteina rappresenta un intermedio metabolico nella sintesi della cisteina (un altro amminoacido) a partire dalla metionina. La cisteina, a sua volta, è importante per la sintesi di glutatione e taurina.

Il metabolismo dell'omocisteina richiede specifici enzimi e adeguate quantità di alcune vitamine, in particolare vitamina B6, vitamina B12 e acido folico (vitamina B9).

Se il normale metabolismo dell'omocisteina viene alterato, questo amminoacido si accumula nel sangue e può provocare danni alle pareti dei vasi sanguigni.

Fa Male alla Salute?

Un livello troppo alto di omocisteina nel sangue è chiamato iperomocisteinemia.

L'omocisteina alta è stata ripetutamente collegata a vari problemi di salute, con un aumentato rischio di:

  • malattie cardiovascolari 1;
  • aterosclerosi 1, 2;
  • disfunzioni cognitive e patologie neurodegenerative, quali demenza e malattia di Alzheimer 1, 2, 3;
  • depressione;
  • complicazioni della gravidanza e aborti spontanei;
  • fragilità ossea e fratture osteoporotiche 1, 4, 5;
  • mortalità per qualsiasi causa 6, 7, 8, 9, 10, 11.

Fa Davvero Male al Cuore?

Gli studi osservazionali hanno dimostrato che livelli più elevati di omocisteina nel sangue sono collegati a un rischio maggiore di malattie cardiache e ictus 12, 13, 14.

E' stato ipotizzato che tale rischio derivi da un'attività predisponente dell'omocisteina sullo sviluppo dell'aterosclerosi.

Tuttavia, gli studi hanno dimostrato che abbassare l'omocisteina con gli integratori vitaminici non produce necessariamente i benefici auspicati e risulta persino dannoso in alcuni casi 15, 16, 17.

D'altra parte, un ampio studio condotto su oltre 115.000 persone suggerisce che un aumento moderato per tutta la vita dell'omocisteina (basato sulla genetica) ha avuto scarso o nessun effetto sulle malattie cardiache, mettendo in discussione gli studi precedentemente pubblicati 18.

Una meta-analisi di 15 studi su oltre 71.000 persone ha scoperto che gli interventi di riduzione dell'omocisteina sotto forma di integratori di vitamine B6, B9 o B12 somministrati da soli o in combinazione non hanno avuto alcun effetto sulla prevenzione dell'infarto né sulla riduzione della mortalità per tutte le cause rispetto al placebo, sebbene ci sia stato un beneficio molto piccolo nella prevenzione dell'ictus 19.

Per l'omocisteina potrebbe dunque valere quanto sta emergendo per il colesterolo HDL. In pratica, non sarebbero gli alti valori di omocisteina (o i bassi valori di colesterolo HDL) ad aumentare il rischio cardiovascolare, bensì le sottostanti cause che determinano questi valori anomali.

In altri termini, l'omocisteina elevata - come del resto il basso HDL - non sarebbe un fattore di rischio, bensì un indicatore di rischio cardiovascolare 20.

A causa di queste controversie, l'American Heart Association non considera l'omocisteina un fattore importante per le malattie cardiache 20, 21.

Valori Normali

L'omocisteina viene comunemente dosata nel sangue.

Di norma non si richiede il digiuno, ma un pasto ricco di proteine può aumentare significativamente i livelli di omocisteina. Pertanto, alcuni medici raccomandano il digiuno durante la notte prima di un esame del sangue, per garantire risultati più accurati

In base alle fonti e al laboratorio, esistono classificazioni leggermente variabili degli intervalli di normalità ma in linea generale:

il valore normale di omocisteina è inferiore a 15 micromoli per litro (µmol/L).

Un livello superiore viene definito iperomocisteinemia e può essere 22:

  • Moderata: 15-30 µmol/l;
  • Intermedia: 30 - 100 µmol/l;
  • Severa: > 100 µmol/l;

Cause

Le più comuni cause di omocisteina alta comprendono:

  • fattori alimentari, soprattutto la carenza di alcune vitamine del gruppo B: gli studi hanno osservato che l'iperomocisteinemia è più comune tra chi segue una dieta vegetariana o vegana, probabilmente a causa dei livelli più bassi di vitamina B12;
  • stile di vita, soprattutto fattori come:
    • alcolismo: che si accompagna tipicamente a carenze di vitamine del gruppo B, tra cui la B12 e i folati 24, 25;
    • fumo di sigaretta, incluso quello passivo 26, 27;
    • stress 28, 29, 30;
  • diabete o insulino-resistenza 31;
  • determinati farmaci, tra cui:
  • patologie renali 39, 40, 41;
  • parodontite 42, 43;
  • ipotiroidismo 44, 45, 46;
  • predisposizione genetica: esiste una rara malattia ereditaria, autosomica recessiva, causata dalla mutazione del gene MTHFR (che sintetizza un enzima necessario per il metabolismo dell'omocisteina); tale patologia è chiamata omocistinuria e si associa a valori molto elevati di omocisteina.

Sintomi

Alti livelli di omocisteina di per sé non provocano sintomi. Tuttavia potrebbero manifestarsi i sintomi della sottostante condizione che ha causato l'innalzamento dell'omocisteina.

I sintomi di una carenza di folati e vitamina B12, ad esempio, comprendono pelle pallida, debolezza, facile affaticamento, lingua gonfia e piaghe in bocca, cambiamenti d'umore, parestesie (formicolii) e problemi di crescita nei bambini.

Abbassare l'Omocisteina

Dieta e Integratori

Il modo migliore per prevenire l'aumento dell'omocisteina è assicurarsi che la dieta contenga adeguate quantità di folati (vitamina B9), vitamina B12 e vitamina B6.

  • I folati abbondano nella frutta e nella verdura fresca, ma si riducono con la cottura; per approfondire leggi il nostro articolo sugli alimenti ricchi di acido folico »
  • La vitamina B12 si trova esclusivamente negli alimenti di origine animale, specie nella carne e nel pesce; per approfondire leggi il nostro articolo sugli alimenti ricchi di vitamina B12 »
  • Le fonti alimentari più ricche di vitamina B6 includono pesce, fegato di manzo, patate e altri tuberi, e frutta (diversa dagli agrumi).

Le stesse vitamine sono anche disponibili sottoforma di integratori. Pur risultando efficaci nel diminuire i livelli di omocisteina, questi integratori non sembrano prevenire le malattie e i disturbi associati all'omocisteina elevata, come le patologie cardiache, la disfunzione cognitiva, la demenza e l'osteoporosi 47, 17.

La betaina è un altro integratore efficace per abbassare l'omocisteina, così come l'N-Acetilcisteina.

Attività Fisica

Sebbene l'esercizio fisico aumenti l'omocisteina nel breve periodo, a lungo termine si associa a livelli più bassi di omocisteina e a un aumento del colesterolo HDL.

Una revisione sistematica di 34 studi ha scoperto che un esercizio fisico regolare può essere in grado di ridurre i livelli di omocisteina 48.

Uno studio specifico sui pazienti con morbo di Parkinson ha scoperto che i pazienti che svolgevano attività fisica regolare mostravano livelli più bassi di omocisteina 49.

Smettere di Fumare

Sia il fumo che l'esposizione al fumo passivo possono aumentare i livelli di omocisteina 26, 27.

Pertanto, smettere di fumare può aiutare a ridurre i livelli di omocisteina 50.

Gestione dello Stress

Diversi studi hanno scoperto che lo stress può aumentare i livelli di omocisteina.

Pertanto, utilizzare delle tecniche per ridurre o gestire meglio lo stress può essere utile per abbassare l'omocisteina, oltre a migliorare la salute in generale.

Uno studio, ad esempio, ha dimostrato che lo yoga può aiutare a ridurre i livelli elevati di omocisteina 51. Anche il Tai Chi si è dimostrato efficace in tal senso 52.

Dai un voto a Omocisteina

Votazione Media 4.3 / 5. Conteggio Voti 17.
×