Stomatite 2019 | Cos'è? Cause, Sintomi e Contagio | Cure e Rimedi

In questo articolo parliamo della Stomatite, delle sue Cause e dei suoi Sintomi. Quanti Tipi di Stomatite esistono? Quando Consultare il medico? Quali Esami per la Diagnosi? Informazioni sulle Cure e i Rimedi Efficaci per la Cura della Stomatite

Stomatite 2019 | Cos'è? Cause, Sintomi e Contagio | Cure e Rimedi

Introduzione

Si definisce "stomatite" una generica infiammazione della mucosa orale.

Normalmente, la stomatite si osserva:

  • sulle guance;
  • sulle gengive;
  • sulla lingua;
  • all'interno delle labbra.

Si distinguono due forme di Stomatite:

  • Aftosa, solitamente di origine traumatica;
  • Erpetica, di natura virale, ovvero causata dal virus dell'Herpes simplex.

Sintomi

I segni e i sintomi generati dalla stomatite si localizzano a livello orale, e possono includere:

  • pustole, piaghe o afte in bocca;
  • arrossamento della mucosa orale;
  • cheilite angolare (tagli ai lati delle labbra);
  • dolore durante la masticazione.

Difficilmente, la stomatite passa inosservata, poiché provoca quasi sempre una sensazione di dolore, pizzicore o bruciore localizzato.

Scopri di più sui Sintomi della Stomatite, Continua a leggere »

Cause e Fattori di Rischio

Non sempre è facile individuare le cause che scatenano la stomatite.

La stomatite può insorgere come conseguenza di:

  • traumi di varia natura (es. morsi durante la masticazione, utilizzo errato dello spazzolino ecc.);
  • infezioni virali da Herpes simplex;
  • carenze vitaminiche;
  • carenze di sali minerali;
  • alimentazione ricca di alimenti piccanti;
  • assunzione di alimenti allergizzanti;
  • trattamenti chemioterapici o radioterapia;
  • patologie.

Mentre, a volte, la stomatite costituisce un problema risolvibile in pochi giorni, in altre occasioni rappresenta solo la punta dell'iceberg, al di sotto della quale si nasconde un problema più serio e grave.

È una Malattia Grave?

Il più delle volte, la stomatite è una condizione facilmente reversibile, e tende a risolversi spontaneamente nell'arco di pochi giorni.

Tuttavia, il disturbo non dev'essere sottovalutato, soprattutto quando la stomatite si ripresenta spesso.

Infatti, non sempre è facile risalire alla causa che la provoca: quando la stomatite è correlata a un disturbo patologico più serio, è importante riconoscere la causa che produce la malattia di base.

Cure

Non esiste una cura efficace per la stomatite, soprattutto quando la causa scatenante non è chiara.

Il trattamento è sintomatologico, ovvero mirato a gestire e attenuare i sintomi, e prevde:

  • sciacqui con collutori disinfettanti;
  • applicazioni di gel ad attività antinfiammatoria o anestetica locale;
  • utilizzo di corticosteroidi ad azione locale (previa ricetta medica).

Scopri di più sulla Cura della Stomatite, Continua a leggere »

La Stomatite in Pillole

Di seguito riportiamo i concetti base sulla stomatite:

  • La stomatite è un'infiammazione delle bocca, che si manifesta con lesioni dolorose e brucianti.
  • Afte, piaghe e vescicole sono i segni caratteristici della stomatite, condizione spesso associata a infiammazione, dolore durante la masticazione e arrossamento localizzato.
  • Le cause della stomatite possono essere svariate: infezioni virali, traumi da spazzolino, chemioterapia e carenze vitaminiche sono solo alcune delle possibili cause scatenanti.
  • A volte, la stomatite è solo la punta dell'iceberg, al di sotto della quale si nasconde un problema più serio, mentre altre volte costituisce un problema risolvibile in pochi giorni.
  • La cura della stomatite è sintomatologica, ovvero volta ad apportare sollievo ai sintomi. Per attenuare il bruciore, si possono usare collutori, pomate o gel ad azione antinfiammatoria, disinfettante o analgesica.

Maggiori dettagli e informazioni sulla stomatite saranno illustrati nei prossimi capitoli.

Cos'è la Stomatite

Descrizione

La stomatite è un'infiammazione della mucosa orale.

Facilmente riconoscibile da una piaga ulcerosa localizzata, la stomatite può colpire:

  • guance;
  • gengive;
  • lingua;
  • interno delle labbra.
La stomatite è conosciuta anche con l'espressione "stomatite aftosa", in riferimento alla caratteristica comparsa di afte in bocca.

Tipi di Stomatite

Esistono due tipologie di Stomatite:

  • Stomatite Aftosa: rappresenta la forma più comune di stomatite, e tende a regredire nell'arco di 2-15 giorni. La stomatite aftosa non è contagiosa.
  • Stomatite Erpetica: rappresenta la forma virale della stomatite, e la causa va ricercata in un'infezione da Herpes virus. Trattandosi di una piaga infettiva, la stomatite erpetica più essere trasmessa per contatto.

Epidemiologia: Chi Colpisce? Quante Persone Soffrono di Stomatite?

Le afte in bocca rappresentano la lesione della mucosa orale più comune tra la popolazione mondiale 1,2.

Infatti, la stomatite è una condizione che colpisce il 5-66% della popolazione, con una netta prevalenza nei Paesi Sviluppati.

Molte persone che soffrono di lesioni aftose in bocca tendono a rivolgersi prontamente a una figura esperta (medico o dentista) 3, poiché il disturbo è molto fastidioso.

Sembra che le afte in bocca possano comparire in ogni persona, nei vari momenti della vita 3. Tuttavia, la stomatite sembra essere molto comune tra i gruppi socioeconomici più sviluppati, con una prevalenza tra i soggetti di età compresa tra 10 e 19 anni 2.

Inoltre, pare ci sia una correlazione tra stomatite ed etnie: negli States, ad esempio, la stomatite sembra essere più frequente nelle persone di pelle bianca rispetto ai neri 2.

Tra le varie cause d'origine della stomatite, la presenza di protesi dentarie non va sottovalutata: infatti, dagli studi epidemiologici si evince che i portatori di protesi dentarie lamentano disturbi di stomatite nel 15-70% dei casi 4, soprattutto tra gli utilizzatori anziani e tra le donne.

Sintomi

Segni e Sintomi della Stomatite Aftosa

La stomatite aftosa si presenta con:

  • afte in bocca, singole o ammassate;
  • piaghe tondeggianti color bianco-giallo, circondate da un alone rosso;
  • dolore, bruciore e pizzicore.

Il dolore e il bruciore associati alla stomatite aftosa tendono ad accentuarsi quando si consumano cibi piccanti, molto salati o bevande calde.

La stomatite aftosa tende a coinvolgere:

  • la parte interna delle guance;
  • la lingua;
  • la parte interna delle labbra.
Stomatite delle LabbraStomatite della Lingua

Altri sintomi

Ai sintomi descritti, si può accompagnare una serie di segni secondari:

  • alito cattivo;
  • ingrossamento dei linfonodi;
  • febbre;
  • gengive che sanguinano;
  • ipersalivazione;
  • nausea;
  • mal di testa.

Segni e Sintomi della Stomatite Erpetica

La stomatite erpetica si può presentare con:

  • piccole vesciche ripiene di liquido, disposte anche a grappolo;
  • formicolio e pizzicore;
  • crosticine gialle e antiestetiche, che sorgono dopo lo scoppio delle vescicole;
  • dolore alla lingua.

Classificazione

La variante erpetica della stomatite può essere classificata in base alla zona coinvolta dall'infezione.

Per questo, si parla di:

  • glossite, quando la stomatite coinvolge la lingua;
  • cheilite, quando la stomatite interessa le labbra e il bordo della bocca;
  • gengivite, quando la stomatite infiamma le gengive.
A differenza della stomatite aftosa, la variante erpetica è contagiosa, dunque può essere trasmessa per contatto (es. baci).

Quando Non è Stomatite

Alcuni disturbi o patologie possono essere confusi per stomatite, poiché manifestano segni e sintomi simili.

A tal proposito, la diagnosi di stomatite dev'essere differenziata da:

  • malattia bocca-mani-piedi;
  • pemfigo (malattia autoimmune tipica di pelle e mucose);
  • leucoplachia (lesione del cavo orale responsabile della formazione di placche bianche all'interno della bocca);
  • malattia di Behçet (infiammazione cronica dei vasi sanguigni);
  • cancro della bocca.

Per avere la certezza di una diagnosi sicura di stomatite, è sempre consigliata la visita medica.

Stomatite o Cancro alla Bocca?

Assodato che, in caso di sospetto tumore della bocca, la visita medica sia imprescindibile, è possibile identificare alcune differenze sintomatologiche tra stomatite e cancro alla bocca.

Sintomi

I sintomi della stomatite sono sempre presenti con dolore o bruciore localizzato e tendono a regredire in 15 giorni.

Normalmente, il cancro alla bocca non provoca dolore, ma la piaga presente cronicizza senza regredire.

Aspetto

Le piaghe provocate dalla stomatite sono molli e hanno un aspetto bianco (al centro) e arrossato (lungo il bordo).

Le lesioni provocate dal cancro alla bocca sono dure, solide, ruvide. Si presentano con macchie bianche e rosse, anche di ampie dimensioni, che appaiono su lingua, gengive, guance.

Cause

Le cause della stomatite vanno principalmente ricercate in traumi e infezioni, mentre a volte la causa è sconosciuta.

Il cancro alla bocca è spesso correlato al fumo di sigaretta.

Quando Consultare il Medico

Solitamente, la presenza della stomatite non è preoccupante.

Tuttavia, è consigliabile rivolgersi al medico quando:

  • le lesioni della stomatite non regrediscono dopo 2 settimane;
  • la stomatite è un disturbo ricorrente;
  • le lesioni sono sanguinolente;
  • le afte aumentano di misura;
  • la stomatite si manifesta dopo l'assunzione di un nuovo farmaco;
  • compare la febbre;
  • le vesciche assumono una consistenza dura.

Complicazioni

Nei soggetti sani, la stomatite non degenera in complicazioni.

Le forme più preoccupanti sono quelle virali o quelle derivate da patologie gravi: ad esempio, le stomatiti erpetiche possono evolvere in complicanze, quali:

  • infezione batterica orale, secondaria alle afte in bocca;
  • ascessi dentali;
  • disidratazione (complicanza comune nei bambini affetti da stomatite erpetica);
  • cancro orale;
  • trasmissione dell'infezione ad altre persone.

Cause

Stomatite Non Infettiva

Una forma molto comune di stomatite è quella non infettiva, chiamata anche stomatite aftosa.

All'origine della stomatite non infettiva, troviamo una serie di cause predisponenti:

  • traumi durante la masticazione;
  • traumi con lo spazzolino o durante l'igiene orale;
  • danni alle mucose.

Inoltre, sono stati individuati altri fattori di rischio che, seppur meno frequentemente, possono predisporre la stomatite:

  • apparecchi ortodontici, protesi dentarie;
  • allergie/ipersensibilità alimentari (es. allergia a fragole, arachidi, cioccolato ecc.);
  • celiachia;
  • malattie infiammatorie intestinali;
  • malattie autoimmuni;
  • HIV;
  • infezioni da Candida albicans;
  • stress;
  • alcuni farmaci.

Stomatite Erpetica (Infettiva)

La stomatite virale o erpetica è causata da un'infezione da Herpes simplex (HSV), lo stesso virus responsabile di:

  • Herpes genitale;
  • Herpes nasale;
  • Herpes labiale.

Fattori di Rischio

Sembra che il 90% degli adulti in tutto il mondo risulti positivo all'Herpes simplex di tipo 1.

Non sempre il virus dell'Herpes simplex, una volta insinuato nell'organismo, genera il danno: infatti, viene attivato solo in determinate circostanze.

Per questo, sono stati individuati alcuni fattori di rischio per la manifestazione di segni e sintomi della stomatite erpetica:

  • esposizione al sole;
  • raffreddore;
  • chemioterapia;
  • eczema;
  • indebolimento del sistema immunitario;
  • infezioni in atto;
  • mestruazioni;
  • ustioni gravi;
  • febbre;
  • gravidanza.

Diagnosi

Visita Medica

Per capire quando si tratta di stomatite, è probabile che il medico ponga una serie di domande, specifiche per il disturbo osservato:

  • Avete l'abitudine di lavarvi i denti con molta energia?
  • Portate protesi dentarie o apparecchi ortodontici?
  • Vi siete morsi il labbro masticando del cibo?
  • Quando sono iniziati i primi sintomi?
  • Siete affetti da patologie autoimmuni?
  • Quanto sono gravi i sintomi?
  • State aspettando un bambino?
  • Siete stressati?
  • Le lesioni in bocca continuano da oltre 15 giorni?
  • Notate sanguinamento in bocca?
  • Avvertite spesso la presenza di bollicine nella zona orale?

Tampone della Zona Infetta

Per una figura esperta come il medico, non è difficile accertare una diagnosi di Stomatite.

Solitamente, l'osservazione attenta del medico è sufficiente per accertare questa condizione.

Per indagare sulle cause, e scoprire se la stomatite possa avere una causa infettiva, il medico può prelevare un campione dalla zona malata e inviarlo in laboratorio.

Ulteriori Approfondimenti

Nei casi particolarmente sospetti o complicati, per accertare la natura infettiva della stomatite, il medico può consigliare un esame del sangue specifico.

Cura e Trattamenti

Il trattamento per la stomatite è correlato alla causa che l'ha provocata.

Farmaci Stomatite Non Infettiva

Fortunatamente, nella maggior parte dei casi, la stomatite non infettiva non ha bisogno di farmaci o di trattamenti specifici: nelle persone sane, il disturbo tende a regredire spontaneamente nell'arco di pochi giorni.

Tuttavia, quando i sintomi sono fastidiosi, è possibile alleviare il dolore e velocizzare la guarigione ricorrendo a farmaci o trattamenti naturali.

In commercio sono disponibili vari farmaci (vendibili con o senza prescrizione medica), collutori disinfettanti e gel da applicare sulle lesioni, che possono attenuare i sintomi fastidiosi e dolorosi della stomatite:

  • creme anestetiche locali (es. a base di lidocaina);
  • collutori disinfettanti (es. a base di clorexidina);
  • creme o unguenti a base di corticosteroidi (potenti antinfiammatori, da utilizzare solo previa ricetta medica);
  • più raramente, farmaci immunosoppressori (prescritti dal medico per quei pazienti gravi, affetti da patologie autoimmuni).

Farmaci Stomatite Infettiva

La stomatite infettiva non prevede una cura specifica.

Tuttavia, anche in questo caso, il paziente può utilizzare alcuni farmaci specifici per agire sui sintomi e velocizzare la guarigione.

Ad esempio, la stomatite erpetica può essere alleviata utilizzando farmaci da banco (vendibili senza prescrizione medica) e unguenti, che possono velocizzare la guarigione e attenuare i sintomi:

  • creme antivirali;
  • farmaci antivirali;
  • creme idratanti ed emollienti;
  • antidolorifici.

I bambini piccoli affetti da stomatite erpetica possono andare incontro a disidratazione.
Per evitare una simile complicanza, si raccomanda di assicurare all'organismo una corretta idratazione.

Chirurgia

La chirurgia non è una pratica utilizzata per curare le lesioni provocate dalla stomatite.

Tuttavia, il medico a volte può suggerire al paziente un trattamento caustico con il nitrato d'argento: si tratta di una sostanza che, per applicazione locale, agisce come cauterizzante della lesione.

Dieta e Stile di Vita

Per alleviare i sintomi fastidiosi e velocizzare la guarigione in presenza di stomatite (sia virale, sia traumatica), può essere utile rispettare alcuni accorgimenti alimentari e comportamentali:

  • assicurare una corretta idratazione all'organismo, bevendo molti liquidi;
  • preferire bevande fredde, ghiaccioli e gelati, evitando bevande calde e troppo ricche di zuccheri;
  • durante la quotidiana igiene orale, spazzolare delicatamente i denti, preferendo spazzolini a setole morbide, e avendo cura di non arrecare traumi ulteriori sulle afte in bocca;
  • seguire un'alimentazione sana e bilanciata, ricca di alimenti che apportino vitamina B12, vitamina B9 e vitamina C;
  • evitare cibi piccanti, allergizzanti, acidi o troppo salati, che potrebbero irritare la mucosa orale;
  • limitare il consumo di frutta secca;
  • mangiare pesce, per assumere acidi grassi essenziali omega 3;
  • smettere di fumare;
  • non bere alcolici o comunque moderarne l'assunzione.

Integratori e Altri Rimedi

Gli integratori utili per velocizzare la guarigione dai sintomi della stomatite sono:

  • Integratori di acidi grassi omega 3;
  • Rimedi erboristici a base di:

Prevenzione

È bene fare una distinzione tra i modi per prevenire la stomatite di natura infettiva e quelli per la stomatite di natura traumatica.

Non sempre è possibile prevenire la stomatite, soprattutto quando si tratta di lesioni ulcerose provocate da un'infezione.

Consigli per la prevenzione della stomatite non infettiva

Consigli per la prevenzione della stomatite erpetica

  • non fumare;
  • seguire una dieta sana, varia e bilanciata;
  • non abusare con la somministrazione di antibiotici;
  • limitare il consumo di alcolici;
  • eseguire un'igiene orale delicata e attenta;
  • masticare lentamente;
  • non parlare mentre si mangia;
  • evitare alimenti che possono irritare la mucosa orale (es. agrumi, frutta secca, ananas, kiwi, alimenti molto salati ecc.).
  • evitare di baciare persone con lesioni erpetiche alla bocca;
  • evitare le situazioni di stress;
  • rafforzare il sistema immunitario (mettendo in pratica i consigli descritti);
  • evitare l'uso promiscuo di stoviglie, fazzoletti, strumenti per l'igiene orale ecc..

Bibliografia e Letture Consigliate

Dai un voto a Stomatite

Votazione Media 5.0 / 5. Conteggio Voti 1.
×