Misuratori di Colesterolo - Guida all'Acquisto e Istruzioni per l'Uso

Il misuratore di Colesterolo è un valido alleato nella misurazione "domestica" dei valori lipidici nel sangue. Il suo corretto utilizzo può aumentare la consapevolezza del paziente dell'importanza di seguire una terapia adeguata, dietetica e farmacologica

Misuratori di Colesterolo - Guida all'Acquisto e Istruzioni per l'Uso

Cos'è il misuratore di colesterolo?

Il misuratore di colesterolo è un dispositivo elettronico portatile, pratico e affidabile, che permette un'analisi quantitativa dei lipidi presenti nel sangue.

La quantità di lipidi presenti nel sangue è correlata allo stato di salute dell'essere umano; del resto, come forse qualcuno già saprà, sull'analisi quantitativa dei lipidi presenti nel sangue si basa la diagnosi delle cosiddette iperlipidemie.

Le iperlipidemie sono malattie caratterizzate da un aumento del colesterolo (ipercolesterolemia) e/o dei trigliceridi (ipertrigliceridemia o trigliceridi alti) circolanti nel sangue. La presenza di queste malattie aumenta il cosiddetto rischio cardiovascolare dell'individuo, cioè si associa a una più alta probabilità di subire attacchi di cuore, ictus e altre patologie a carico del cuore e/o dei vasi sanguigni.

I misuratori di colesterolo non sono destinati soltanto ai professionisti del settore medico sanitario; esistono infatti delle apposite varianti progettate per le persone comuni e adatte a un impiego “domestico”,

MISSION 4in1 Misuratore COLESTEROLO (HDL, LDL, ColesteroloTotale, Trigliceridi) + 5 Mission Cholesterol Test Devices + 100 Mission Capillary Transfer Tubes + 100 Sterile LancetsPrezzo:168,00€Offerta e Recensioni   1 Misuratore Mission 4in1

Colesterolo

Quali sono i parametri standard rilevati dal misuratore di colesterolo?

Brevemente, il più classico misuratore di colesterolo rileva - su un campione di sangue opportunamente prelevato - i livelli di:

  • Colesterolo totale;
  • Trigliceridi;
  • HDL o Lipoproteine ad Alta Densità o “colesterolo buono”.

A chi è indicato l'uso domestico del misuratore di colesterolo?

L'acquisto finalizzato a un uso domestico di un misuratore di colesterolo è indicato alle persone con ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia e iperlipidemie in generale, che - proprio per la presenza di una o più di queste condizion - necessitano di monitorare con una certa periodicità i livelli ematici di colesterolo, trigliceridi e HDL.

In un contesto clinico come quello sopra indicato (es: ipercolesterolemia), il monitoraggio dei livelli ematici di sostanze come il colesterolo ecc. è importante ai fini di una valutazione dell'efficacia delle terapie in corso.

Misuratore di colesterolo, i vantaggi:

  • È portatile, pratico e preciso
  • È relativamente veloce
  • È facile da usare
  • Può memorizzare un certo numero di misurazioni
  • È privo di effetti avversi
  • Non presenta controindicazioni

Quali sono le complicanze delle iperlipidemie? Un breve ripasso

Le iperlipidemie figurano nell'elenco delle malattie che aumento il rischio cardiovascolare; in altre parole, sono patologie che favoriscono condizioni potenzialmente mortali, come: l'aterosclerosi, l'attacco di cuore (o infarto del miocardio), le coronaropatie e l'ictus.

Componenti

Il misuratore di colesterolo è un dispositivo elettronico a batteria, di forma generalmente ovulare,  dotato di:

  • Un display LCD, che serve a riportare in termini numerici i valori dei lipidi nel sangue, nonché a informare di eventuali errori di utilizzo ecc.
  • Almeno 3 pulsanti, che servono ad avviare lo strumento e a selezionare eventuali altre funzioni dell'apparecchio. I pulsanti possiedono sulla loro superficie un'icona, che chiarisce la loro funzione.
  • Una scanalatura nella parte inferiore, profonda qualche millimetro e lunga almeno un paio di centimetri, che serve a inserirvi un accessorio fondamentale alla quantificazione dei lipidi ematici: la cosiddetta striscia reattiva.

Accessori indispensabili: strisce reattive, penna pungidito e pipetta di aspirazione

Il misuratore di colesterolo è inutilizzabile senza una penna pungidito, una pipetta per l'aspirazione del campione sanguigno e, soprattutto le strisce reattive.

Ecco per quale motivo nella confezione della maggior parte dei misuratori di colesterolo sono presenti, in quanto fanno parte di una sorta di kit, sia i primi due accessori, sia un certo numero di strisce reattive.

PENNA PUNGIDITO

Per la quantificazione ematica dei livelli lipidici attraverso un misuratore di colesterolo, serve una certa quantità di sangue capillare.

La cosiddetta penna pungidito è l'accessorio fornito di ago che consente di procurare la piccola ferita cutanea da cui prelevare il campione sanguigno.

Il sito di puntura è – com'è deducibile dal nome “pungidito” – il polpastrello di un dito della mano.

Dispositivo Pungidito + 100 Lancette - Sì, Sono DiabeticoPrezzo:7,69€Offerta e Recensioni   Il pungidito e le lancette sono strumenti semplici per ottenere un piccolo campione di sangue

PIPETTA DI ASPIRAZIONE

La pipetta di aspirazione è un sottile tubicino che serve ad aspirare il sangue dalla ferita, creata appositamente mediante la penna pungidito, e a trasferire quanto prelevato sulla striscia reattiva.

rosenice 1 ML Pipetta USA E GETTA IN PLASTICA – Laureato pipette pipette Pasteur Pipetta per Lab, confezione da 100 pezziPrezzo:3,54€Offerta e Recensioni   Ideale per il trasferimento di liquidi specificamente per l' aromaterapia, fiere oli essenziali.

STRISCE REATTIVE

Come anticipato, le strisce reattive servono a ospitare la goccia di sangue capillare su cui il misuratore di colesterolo effettua la quantificazione dei lipidi presenti.

Una classica striscia reattiva da misuratore di colesterolo è una sottile linguetta di plastica, contenente un codice identificativo e un particolare reagente, i quali sono fondamentali al corretto funzionamento dell'intera apparecchiatura misuratrice.

PRIMA HOME TEST Kit strisce di test colesterolo (25 pz)Prezzo:27,90€Offerta e Recensioni   100% Money Back Guaranteed - Soddisfatti o rimborsati

Funzionamento

Il misuratore di colesterolo analizza il profilo lipidico del sangue di un individuo, sulla base delle conseguenze che ha la reazione tra i lipidi contenuti nel campione sanguigno e il particolare reagente presente sulla striscia reattiva impiegata per la misurazione.

Dalla reazione in questione, infatti, deriva una variazione cromatica che il dispositivo misuratore - grazie a un mini fotometro a riflessione presente al suo interno - è in grado di recepire e tradurre nei valori numerici corrispondenti alle quantità di colesterolo, trigliceridi e HDL protagonisti del fenomeno reattivo.

Le caratteristiche della variazione cromatica cambiano in relazione ai livelli di lipidi presenti nel campione di sangue analizzato; del resto, usando una terminologia matematica, nella reazione sopra descritta il particolare reagente rappresenta la costante mentre il lipide è la variabile.

Varianti

In commercio, esistono misuratori di colesterolo che, anziché possedere un fotometro a riflessione, sono dotati di un sensore di corrente elettrica e che, anziché funzionare con strisce reattive che a contatto con i lipidi ematici producono una variazione cromatica, funzionano con strisce reattive che a contatto con i lipidi del sangue generano una corrente elettrica.

Sebbene funzionino secondo un principio fisico differente, questi misuratori sono precisi quanto quelli descritti in precedenza.

Qual è l'unità di misura dei lipidi nel sangue?

I valori numerici riportati dal misuratore di colesterolo, relativi ai vari lipidi presenti nel sangue, sono concentrazioni, la cui unità di misura è il milligrammo per decilitro (mg/dl).

Modalità d'uso

Brevemente, ecco qual è la corretta modalità d'uso di un generico misuratore di colesterolo:

  • Accendere il dispositivo, cliccando sul pulsante apposito;
  • Lavarsi le mani con acqua e sapone, e asciugarle accuratamente;
  • Prelevare una striscia reattiva dal suo contenitore ermetico e richiuderlo subito dopo, per preservare l'integrità delle altre strisce reattive;
  • Inserire la striscia reattiva nell'apposita scanalatura del misuratore;
  • Attendere qualche secondo che il misuratore di colesterolo segnali il corretto posizionamento della striscia reattiva ed effettui, in base al codice identificativo presente sulla stessa striscia, una sorta di auto-calibrazione. L'avviso che l'auto-calibrazione è terminata è affidato a un segnale sonoro;
  • Pungere il polpastrello di un dito, mediante l'apposita penna pungidito, e prelevare il campione di sangue, attraverso la pipetta di aspirazione. Per favorire la raccolta di sangue, è consigliabile massaggiare delicatamente il dito a partire dalla base; il massaggio, infatti, comporta la fuoriuscita di sangue dalla piccola ferita.

    Per una misurazione attendibile, eliminare la primissima goccia di sangue prelevata;
  • Affinché il misuratore analizzi l'intero profilo lipidico del sangue, raccogliere all'incirca 35 microlitri di sangue. Se si vuole conoscere la quantità di una sola tipologia lipidica (es: il colesterolo), è sufficiente raccogliere 10 microlitri di sangue;
  • Porre delicatamente il campione di sangue capillare su un apposito incavo presente sulla striscia reattiva in uso;
  • Attendere la conferma, da parte dello strumento, di adeguatezza del campione sanguigno (un buon misuratore di colesterolo segnala quando il campione di sangue capillare è quantitativamente adeguato);
  • Aspettare che il dispositivo effettui la misurazione dei vari lipidi presenti nel sangue. In genere, la misurazione comincia subito dopo che l'apparecchio ha segnalato l'idoneità del campione, in modo del tutto automatico.

    La durata della misurazione può andare da un minimo di 45 secondi a un massimo di anche 2 minuti;
  • Salvare i risultati della misurazione nella memoria interna del misuratore, attraverso l'apposito comando. In genere, l'operazione di salvataggio è molto semplice, in quanto è lo stesso dispositivo a proporla al termine della misurazione, suggerendo quale pulsante premere.

    Il salvataggio in memoria comprende anche la data e l'ora della misurazione. Per sicurezza, trascrivere su un foglio di carta i valori lipidici appena misurati. In, genere, molti misuratori di colesterolo contengono, all'interno della loro confezione di vendita, un diario o una serie di fogli di carta, su cui riportare le varie misurazioni effettuate;
  • Eliminare la striscia reattiva utilizzata, pulire la penna pungidito, cambiare l'ago ogni volta (se il dispositivo è usato da più persone) e pulire lo strumento.

Questa guida relativa alla modalità d'uso di un generico misuratore di colesterolo non vuole sostituirsi al foglietto delle istruzioni, presente nelle confezioni dei dispositivi in vendita, ma vuole solo dare un'idea della semplicità di impiego dello strumento in questione.

Prima di utilizzare per la prima volta un misuratore di colesterolo, è buona norma leggere attentamente le istruzioni d'uso, in modo tale da adoperare lo strumento in modo corretto.

Configurazione dell'apparecchio

Un misuratore di colesterolo appena estratto dalla sua confezione, quindi nuovo di zecca, è uno strumento elettronico completamente da configurare.

Descritta ampiamente nel classico foglietto delle istruzioni (e comunque assai intuitiva), la sua configurazione comporta la regolazione di impostazioni quali, per esempio, ora, data, formato di ora e data o attivazione del segnale acustico.

Configurare le impostazioni di un misuratore di colesterolo è indispensabile, per poter utilizzare il dispositivo in modo adeguato.

Rischi

Il misuratore di colesterolo è un apparecchio altamente sicuro, che non espone il paziente ad alcun pericolo o rischio particolare.

Per qualcuno, le prime punture con la penna pungidito potrebbero risultare fastidiose; con il tempo, però, queste “operazioni” diventano un'abitudine a cui anche l'utente più sensibile al dolore non fa più caso.

Guida alla scelta

In commercio, esistono diversi misuratori di colesterolo.

Questo capitolo vuole essere di supporto a chi ha deciso di acquistare un misuratore di colesterolo, ma non sa come orientarsi nella scelta del dispositivo più adatto alle sue esigenze.

Quali fattori considerare?

Al momento di scegliere quale misuratore di colesterolo acquistare, i fattori da considerare sono:

  • Facilità d'uso e praticità. Facilità d'uso e praticità sono due caratteristiche che ogni persona desiderosa di acquistare un misuratore di colesterolo ricerca in quest'ultimo.

    Del resto, dispositivi facili da impiegare e pratici sono utilizzabili da chiunque, anche dalla persona con meno attitudine nei confronti della tecnologia. Tra gli elementi che fanno di un misuratore di colesterolo uno strumento di facile impiego e molto pratico, figurano: la grandezza del display, la chiarezza delle varie icone che possono comparire sul display, l'intuitività dei pulsanti e la loro agevole digitazione.
  • Automaticità della calibrazione. Ormai quasi tutti i misuratori di colesterolo presenti in commercio sono dotati di un sistema di auto-lettura del codice identificativo della striscia reattiva, calibrandosi in modo del tutto automatico.

    Tuttavia, sul mercato esistono ancora modelli vecchio stampo, la cui calibrazione sulla base del codice identificativo della striscia reattiva, richiede l'intervento dell'utente (il quale deve provvedere a inserire manualmente, mediante digitazione, il codice identificativo). Com'è intuibile, la capacità di calibrazione automatica costituisce una grossa comodità, specie per gli anziani, perché semplifica e velocizza l'intera operazione di misurazione.
  • Precisione dello strumento. È abbastanza scontato che un misuratore di colesterolo sia un dispositivo valido e con una sua utilità, solo se è preciso; se manca di accuratezza nella misurazione, del resto, serve decisamente a poco.

    Per sapere quali sono i misuratori di colesterolo più precisi, è consigliabile: chiedere informazioni al medico curante e confrontare le recensioni online dei vari prodotti commercializzati, fornite dai consumatori.
  • Marca del dispositivo. Le aziende biomedicali produttrici di misuratori del colesterolo sono più d'una; tra queste aziende, ce ne sono di più note e accreditate di altre.

    In genere, puntare su un marchio produttore noto e accreditato rappresenta una scelta vincente, in quanto garantisce l'acquisto di un prodotto di qualità, preciso, longevo e per il quale è garantito un efficiente servizio post-vendita (es: garanzia pluriennale in caso di guasto non dovuto all'utente). Ciò, tuttavia, non esclude che esistano prodotti altrettanto validi anche tra i dispositivi appartenenti a marchi meno conosciuti. Come spesso accade, affidarsi a un'azienda rinomata, piuttosto che a una di scarsa notorietà, coincide con un esborso economico maggiore. Per sapere quali sono i marchi più affidabili, è consigliabile ricercare online recensioni e pareri da parte degli acquirenti.
  • Compatibilità con strisce reattive di buona qualità. Sulla precisione delle misurazioni effettuate da un misuratore di colesterolo incide anche la qualità delle strisce reattive in uso; strisce reattive di buona fattura, infatti, assicurano misurazioni più accurate di strisce reattive di scarsa qualità.

    Alla luce di ciò, e del fatto che i diversi misuratori di colesterolo presenti in commercio non godono di una compatibilità universale nei confronti dei vari modelli esistenti di strisce reattive, è consigliabile limitare la scelta d'acquisto a quei dispositivi compatibili con strisce reattive di buona o eccelsa qualità, anche se questo approccio comporta un maggiore esborso economico.
  • MULTICARE in MISURATORE COLESTEROLO,GLICEMIA, TRIGLICERIDIPrezzo:59,00€Offerta e Recensioni  
  • Possibilità di memorizzare le misurazioni. La possibilità di salvare in una memoria interna del dispositivo le misurazioni lipidiche (con tanto di data e ora della registrazione) è utile soprattutto al medico curante, il quale, grazie alle suddette informazioni, può studiare l'andamento dei livelli lipidici in risposta a una terapia ipocolesterolemizzante in un lasso di tempo abbastanza ampio.

    I misuratori di colesterolo più evoluti riescono a memorizzare anche 200-250 misurazioni. Chiaramente, un misuratore di colesterolo con una memoria più estesa è più costoso di un misuratore di colesterolo con una memoria limitata.
  • Presenza di un segnalatore acustico. Sul mercato, esistono misuratori di colesterolo dotati di un segnalatore acustico, che squilla in alcuni momenti salienti della misurazione, come per esempio: al giusto collocamento e caricamento con sangue capillare della striscia reattiva oppure al termine della misurazione lipidica.

    La presenza di un segnalatore acustico rende il misuratore di colesterolo un dispositivo più prezioso, ma non è indispensabile ai fini di una corretta rilevazione dei livelli lipidici.
  • Velocità di misurazione. In commercio, esistono misuratori di colesterolo più veloci di altri nella misurazione; ci sono, infatti, dispositivi che rilevano le concentrazioni lipidiche del sangue nel giro di 45-60 secondi e dispositivi che registrano i livelli lipidici del sangue in 120-180 secondi (quindi sono dalle 2 alle 3 volte più lenti).

    La velocità di misurazione è una caratteristica importante, ma non deve prevalere né sulla precisione dello strumento né tanto meno sulla praticità: meglio uno strumento lento ma pratico e preciso, piuttosto che uno strumento veloce ma scomodo da usare e poco preciso.
  • Misurazione di altri parametri ematici e funzioni aggiuntive. I misuratori di colesterolo più tradizionali si limitano alla rilevazione della concentrazione ematica di colesterolo, trigliceridi e HDL; mentre i misuratori di colesterolo più tecnologici sono in grado di misurare anche altri parametri ematici, come per esempio le LDL (Lipoproteine a Bassa Densità o “colesterolo cattivo”), il rapporto colesterolo/HDL e la glicemia (cioè la concentrazione ematica del glucosio), nonché stimare, sulla base delle registrazioni effettuate, il cosiddetto rischio cardiovascolare.

    Poiché un misuratore di colesterolo dotato di un più ampio spettro di misurazione ha un costo non indifferente, prima di procedere con il suo acquisto sarebbe opportuno che il consumatore valutasse approfonditamente le proprie esigenze e s'informasse sui dispositivi multifunzione più attendibili (pagare di più per funzioni poco precise o non necessarie ha poco senso).
  • MISSION 4in1 Misuratore COLESTEROLO (HDL, LDL, ColesteroloTotale, Trigliceridi) + 5 Mission Cholesterol Test Devices + 100 Mission Capillary Transfer Tubes + 100 Sterile LancetsPrezzo:168,00€Offerta e Recensioni   1 Misuratore Mission 4in1
  • Dimensioni e trasportabilità. Un misuratore di colesterolo di piccole dimensioni è vantaggioso, perché è trasportabile ovunque, senza essere di ingombro; di contro, è svantaggioso, perché tende a possedere un numero limitato di funzioni, un display ridotto, pulsanti di grandezza ridotta ecc.

    L'acquisto di un misuratore di colesterolo di piccole dimensioni è consigliato all'utente che viaggia molto, o per lavoro o per altri motivi, e che ha necessità di un dispositivo comodo, essenziale e conservabile anche in una tasca.
  • Possibilità di interfacciamento. La tecnologia moderna ha permesso la realizzazione di misuratori di colesterolo altamente tecnologici, capaci di trasferire (tramite cavo USB, bluetooth ecc.) i dati relativi alle registrazioni lipidiche a dispositivi come i tablet, i PC o gli smartphone, per una loro conservazione duratura nel tempo.

    Inoltre, la possibilità di salvare su uno dei suddetti dispositivi le misurazioni effettuate consente all'utente di “girare” quest'ultime al medico curante senza spostarsi da casa, mediante una semplice e-mail.
  • Durata della batteria. La possibilità di funzionare con batterie di lunga durata impreziosisce qualsiasi dispositivo a batteria, in quanto minimizza il numero di volte che l'utente deve procurarsi una batteria di ricambio, il che rappresenta una comodità e, alla lunga, anche un risparmio economico.
  • Autospegnimento. La capacità di spegnimento automatico che caratterizza alcuni misuratori di colesterolo estende la vita della batteria e questo, sul lungo periodo, costituisce una forma di risparmio.
  • Facilità di pulizia e manutenzione. Affinché un misuratore di colesterolo funzioni al meglio, è indispensabile che l'utente provveda di tanto in tanto alla pulizia del dispositivo; la pulizia è una forma di manutenzione e garantisce una certa longevità allo strumento.

    Capire quando è il momento di pulire un misuratore di colesterolo non è sempre immediato; inoltre, una persona potrebbe dimenticarsene. Ecco allora che alcune aziende produttrici di misuratori del colesterolo hanno realizzato dispositivi capaci di segnalare, tramite un'icona sul display o mediante un segnale acustico, quando è ora di provvedere alla loro pulizia.

Come dev'essere un buon misuratore di colesterolo?

Per definirlo un buon prodotto, un misuratore di colesterolo deve essere:

  • Preciso,
  • Facile da usare,
  • Portatile,
  • Veloce,
  • Fornito di memoria interna capace di salvare un numero soddisfacente di misurazioni,
  • Facile da conservare,
  • Fornito di uno schermo LCD chiaro e di grandi dimensioni,
  • Dotato della possibilità di interfacciamento,
  • Dotato di una batteria di lunga durata.

Prezzi

Prezzo di misuratore di colesterolo, penna pungidito e strisce reattive

L'esborso economico per un misuratore di colesterolo, nella cui confezione ci sono anche penna pungidito, pipetta di aspirazione e un certo numero di strisce reattive (di solito 5), può andare da un minimo di 50-60 euro, per i modelli più economici, a quasi 150 euro, per i modelli più costosi.

A incrementare il prezzo dei misuratori di colesterolo sono diversi fattori, tra cui: la presenza di funzioni aggiuntive, la presenza di optional e la notorietà del marchio produttore.

Curiosità

Quando si fa uso di un misuratore di colesterolo, a rappresentare la vera spesa in termini economici sono le strisce reattive; infatti, se è valido e se ne fa buon uso, il dispositivo misuratore può durare a lungo, anche diversi anni; le strisce reattive, invece, sono un accessorio usa e getta, che va acquistato periodicamente.

PENNA PUNGIDITO E AGHI

Il prezzo di una penna pungidito acquistata a parte oscilla tra gli 8 e i 15 euro.

Il costo di 25 aghi si aggira tra i 2 e gli 8 euro, a seconda della finezza.

STRISCE REATTIVE

Il prezzo di una confezione da 25 strisce reattive di buona qualità può andare dai 25 euro circa ai quasi 90 euro, a seconda della loro qualità e dell'azienda che le produce.

Esistono confezioni anche da 5 strisce reattive; per questa, la spesa parte in genere dai 10 euro e può arrivare a oltrepassare i 20 euro.

Si ricorda che, per far buon uso di un misuratore di colesterolo, è bene impiegare strisce reattive di qualità.

Per Misurazioni occasionali

Chi necessita di misurazioni sporadiche dei valori di colesterolo, può acquistare semplici test a base di strisce reattive, che - non necessitando di un dispositivo elettronico per la loro lettura - risultano decisamente più economiche

MISSION 4in1 Misuratore COLESTEROLO (HDL, LDL, ColesteroloTotale, Trigliceridi) + 5 Mission Cholesterol Test Devices + 100 Mission Capillary Transfer Tubes + 100 Sterile LancetsPrezzo:168,00€Offerta e Recensioni   1 Misuratore Mission 4in1
PRIMA 2IN1 misuratore Colesterolo e Trigliceridi + 5 Strisce Chol + 5 Strisce TriglPrezzo:69,00€Offerta e Recensioni   COLESTEROLO E TRIGLICERIDI: Alte concentrazioni di queste sostanze nel sangue indicano il rischio di malattie cardiovascolari come angina, infarto e aterosclerosi. Controllare periodicamente questi elementi aiuta a monitorare il proprio stato di salute