Cistite 2019 | Cos'è? Cause, Sintomi, Cure e Rimedi Efficaci

In questo articolo parliamo di Cistite, delle sue Cause e dei suoi Sintomi nella Donna e nell'Uomo. Quando Consultare il medico? Quali Esami per la Diagnosi? Informazioni sulle Cure e i Rimedi più efficaci per la Cura della Cistite

Cistite 2019 | Cos'è? Cause, Sintomi, Cure e Rimedi Efficaci Ultima modifica dell'articolo: 18/06/2019

Introduzione

Definizione, Cause, Sintomi e Cure

"Cistite" è il termine medico utilizzato per indicare un'infiammazione della vescica.

Nella maggior parte dei casi, la cistite è causata da un'infezione batterica: per questo motivo, si preferisce parlare di cistite come un'infezione del tratto urinario.

L'infezione della vescica può essere dolorosa e fastidiosa, talvolta perfino sanguinolenta: quando non curata in tempo, può diffondersi ai reni, e trasformarsi in un problema molto serio per la salute.

Meno comunemente, la cistite può:

  • manifestarsi come conseguenza a cure farmacologiche/mediche;
  • presentarsi dopo l'applicazione di sostanze spermicide o di spray per l'igiene femminile;
  • palesarsi a causa dell'utilizzo a lungo termine di un catetere.

Il trattamento abituale della cistite prevede l'assunzione di antibiotici; tuttavia, prima della terapia, è bene individuare con precisione la causa scatenante.

La Cistite in Pillole

Di seguito riportiamo i concetti base sulla Cistite.

  • La cistite è un'infiammazione della vescica, spesso - ma non sempre - causata da infezioni batteriche
  • La cistite è un disagio che tende a colpire il sesso femminile
  • Dolore, bruciore, fastidio e pressione al basso ventre sono i sintomi che spesso accomunano le varie forme di cistite
  • La cura d'elezione per la cistite è la terapia antibiotica
  • La cistite non batterica prevede un altro tipo di approccio terapeutico, correlato alla causa scatenante
  • Quando curata in tempo, la cistite si risolve entro pochi giorni. Se i sintomi persistono per più di 4 giorni, consultare il medico.

Maggiori dettagli e informazioni sulla cistite saranno illustrati nei prossimi capitoli.

Cos'è la Cistite

Descrizione

La cistite un'infiammazione della mucosa vescicale, spesso causata da un'infezione di tipo batterico.

Epidemiologia: Chi Colpisce? Quante Persone Soffrono di Cistite?

Cistite nelle Donne

La cistite è un disturbo delle vie urinarie tipico - seppur non esclusivo - delle donne, soprattutto nella sua variante batterica.

In particolare:

  • le donne più colpite hanno un'età compresa tra 16 e 35 anni;
  • il 10% delle donne subisce un'infezione alla vescica ogni anno;
  • oltre il 40-60% delle donne sviluppa un'infezione urinaria nel corso della vita 1.

Lo sapevi che...

Le infezioni del tratto urinario si verificano 4 volte più frequentemente nelle femmine rispetto ai maschi 2.

Anche le forme recidivanti di cistite sono comuni: la metà delle persone colpite subisce una seconda infezione entro un anno dalla prima infezione.

Cistite nei Bambini

Le infezioni del tratto urinario interessano anche i bambini: sembra che il 10% dei bambini soffra di cistite 3.

Tra i bambini compiti, la cistite tende a colpire i maschi non circoncisi di età inferiore ai 3 mesi, e le femmine di età non superiore ai 12 mesi 3.

Sintomi

Segni e Sintomi della Cistite

Cistite negli Adulti

Negli adulti, la cistite si manifesta con una serie di segni e sintomi piuttosto comuni:

  • dolore e bruciore durante la minzione;
  • urgente bisogno di urinare spesso;
  • spasmo doloroso seguito dall'urgente necessità di urinare;
  • aumento del numero di minzioni nell'arco delle 24 ore (pollachiuria);
  • minzione poco abbondante;
  • urina torbida o di un colore scuro;
  • odore pungente delle urine;
  • tracce di sangue nelle urine;
  • dolore nella zona del basso ventre;
  • malessere generale, dolorabilità.

Sintomi nel Bambino

Oltre ai sintomi elencati, spesso, nei bambini, la cistite si manifesta anche con:

  • debolezza e stanchezza;
  • irritabilità;
  • riduzione dell'appetito;
  • vomito.

Quando Non è Cistite

Alcuni disturbi o patologie possono essere confusi per cistite, poiché manifestano segni e sintomi simili.

A tal proposito, la cistite NON dev'essere confusa con:

  • uretrite;
  • prostatite/infiammazione della prostata;
  • sindrome da dolore alla vescica;
  • iperplasia prostatica benigna;
  • gonorrea;
  • clamidia;
  • candida.

Quando Consultare il Medico

Nelle donne, un episodio isolato di cistite non deve creare troppi allarmismi, essendo un disturbo molto frequente e facilmente risolvibile.

Tuttavia, il parere di un esperto è sempre consigliato, ed è raccomandato per l'uomo, l'anziano e il bambino.

In caso di accertata o presunta cistite, si raccomanda di consultare immediatamente un medico quando compaiono sintomi particolari:

  • mal di schiena o dolore laterale;
  • febbre e brividi;
  • nausea e vomito.

Inoltre, si raccomanda di chiedere assistenza medica immediata nei seguenti casi:

  • minzione urgente/frequente/dolorosa che si protrae per diverse ore;
  • sangue nelle urine;
  • cistite recidivante;
  • sintomi della cistite che non regrediscono dopo una cura antibiotica.

Complicazioni

Quando trattata con cura e in maniera tempestiva, la cistite non genera complicanze.

Quando non adeguatamente curata, l'infezione della vescica può generare complicanze, in particolare:

  • Infezioni ai reni: l'infezione della vescica può degenerare in un'infezione renale (pielonefrite), anche grave, che a sua volta può danneggiare in maniera permanente i reni. I bambini e i più anziani sono i soggetti più a rischio di complicanze da cistite.
  • Sangue nelle urine: la presenza di sangue nelle urine è spesso risolvibile con una cura specifica. Tuttavia, quando il problema non si risolve, è opportuno rivolgersi a uno specialista per determinare la causa scatenante.

Cause

In base alla causa scatenante, la cistite si definisce:

  • Infettiva, quando causata da infezioni (per lo più batteriche);
  • Non infettiva, quando la causa va ricercata in altre condizioni.

Cistite Infettiva

La cistite infettiva è causata da un'infezione: in determinate condizioni, i batteri penetrano nella vescica attraverso l'uretra, arrecando danno.

Il batterio maggiormente responsabile della cistite è l'Escherichia coli, seguito da Proteus vulgaris e da Klebsiella.

Fattori di Rischio

Non sempre è facile individuare il motivo per cui i batteri riescono a infettare la vescica.

Lo sapevi che...

In condizioni fisiologiche, l'urina è sterile e la vescica presenta una notevole resistenza alle infezioni.

Ciò nonostante, in determinate circostanze, la vescica tende ad essere più suscettibile all'attacco dei microbi, di conseguenza il rischio di contrarre infezioni aumenta.

Sono stati individuati dei fattori di rischio per la cistite batterica:

  • Utilizzo di assorbenti interni;
  • Utilizzo del catetere urinario;
  • Utilizzo del diaframma contraccettivo per il controllo delle nascite;
  • Utilizzo di creme spermicide;
  • Mancato rispetto delle normali norme igieniche intime (pulizia insufficiente o eccessiva);
  • Presenza di malattie sessualmente trasmissibili (es. gonorrea);
  • Vescica piena;
  • Attività sessuale frequente/vigorosa;
  • Stitichezza;
  • Radioterapia: i danni a carico della vescica possono causare cistite da radiazioni tardive;
  • Diminuzione dei livelli di estrogeni.

Curiosità

Durante la Menopausa, i livelli di estrogeni diminuiscono; di conseguenza, il rivestimento dell'uretra della donna diventa più sottile, dunque il rischio di contrarre infezioni aumenta.

Cistite Non Infettiva

Fattori di Rischio

La cistite può presentarsi come sintomo di altre condizioni mediche, quali:

  • diabete;
  • ingrossamento della prostata;
  • lesioni spinali;
  • calcoli renali;
  • HIV.

Curiosità

La cistite è stata anche collegata all'uso ricereativo della ketamina.

Diagnosi

Visita Medica

Per capire quando i sintomi possono nascondere un'eventuale cistite in atto, è probabile che il medico ponga una serie di domande, tra cui:

  • Quando si sono manifestati i primi sintomi?
  • Qual è la frequenza urinaria, in presenza della presunta cistite?
  • I sintomi si alleviano durante la minzione?
  • In passato, siete stati curati per un'infezione alla vescica o ai reni?
  • Quanto è grave il disagio?
  • Avete portato un catetere?
  • State assumendo farmaci? Se sì, quali?
  • Soffrite di mal di schiena?
  • Avete la febbre?
  • Siete sessualmente attivi?
  • Utilizzate contraccettivi? Se si, quali?
  • Avete notato perdite vaginali?
  • Avete notato sangue nelle urine?
  • Potreste essere in gravidanza?

Analisi delle Urine

Quando si sospetta un'infezione della vescica, il medico può richiedere un campione di urina per ricercare eventuali batteri, pus o sangue nelle urine.

  • Si definisce "normale", un livello di contaminazione vescicale fino a 10.000 colonie/ml;
  • Si definisce "anomala", una concentrazione superiore a 100.000 colonie/ml: un simile valore, potrebbe rappresentare un segnale d'allarme per la cistite.

Cistoscopia

In alcuni casi, il medico può richiedere una cistoscopia: un esame diagnostico in cui viene introdotto un cistoscopio (un tubo sottile con luce e fotocamera) attraverso l'uretra, nella vescica, per visualizzare le vie urinarie e ricercare i segni della patologia.

In questa sede, può essere eseguita anche una biopsia (prelievo di un piccolo campione di tessuto) per eventuali analisi di laboratorio più approfondite.

Ulteriori Indagini Strumentali

Qualora il medico lo ritenesse opportuno, in presenza di una forma di cistite particolarmente grave, si possono richiedere dei test di imaging:

  • Radiografia
  • Ecografia

Simili test di imaging possono essere utili per il medico per indagare su altre potenziali cause dell'infiammazione della vescica (es. tumore, anomalie anatomiche).

Cura e Trattamenti

Farmaci

Gli antibiotici rappresentano la terapia d'elezione per la cura della cistite.

Ad esempio, possono essere prescitti uno o più di questi farmaci antibiotici:

  • Amoxicillina
  • Ciprofloxacina
  • Acido nalidixico
  • Ofloxacina
  • Trimetoprim

In base alla causa scatenante, il medico può prescrivere altri tipi di farmaci più specifici.

Durata della Terapia

Solitamente, la durata della terapia antibiotica varia da 3 a 5 giorni, in base al farmaco scelto e alla gravità della condizione.
Per alcune donne, la terapia antibiotica può protrarsi da 5 a 10 giorni.

Chirurgia

La chirurgia può rappresentare un rimedio efficace per alcune forme gravi di cistite; in particolare, quando le infezioni della vescica dipendono da problemi anatomici/tissutali.

Dieta e Stile di Vita

Per alleviare il disagio provocato dalla cistite, è possibile ricorrere ad alcuni trattamenti casalinghi:

  • applicare la borsa dell'acqua calda sull'addome o sulla schiena;
  • fare una doccia calda o un bagno caldo;
  • assumere farmaci antidolorifici (FANS).

Talvolta, è possibile gestire i sintomi della cistite senza ricorrere all'assunzione di farmaci da banco.

Tra i rimedi casalinghi più efficaci, ricordiamo:

  • bere molta acqua;
  • bere succo di mirtillo americano;
  • evitare l'assunzione di caffè, alcol, bibite gassate, agrumi e cibi piccanti;
  • assumere integratori di mirtillo/uva ursina;
  • indossare biancheria intima di cotone e preferire abiti larghi;
  • evitare cibi che possono peggiorare i sintomi.

Integratori e Altri Rimedi

Attenzione

I rimedi casalinghi non possono sostituire la terapia antibiotica prescritta dal medico: si tratta di semplici trattamenti volti ad attenuare i sintomi, che non possono in alcun modo agire direttamente sulla causa.

I sintomi della cistite possono essere attenuati anche attraverso dei rimedi fitoterapici/naturali e tramite l'assunzione di integratori specifici:

Per alleviare il fastidio, può essere raccomandata l'assunzione di molta acqua: aumentando la diuresi, si favorisce il lavaggio del tratto urinario e la carica batterica viene diluita. Tuttavia, dopo l'assunzione del farmaco o dell'integratore, potrebbe essere necessario bere meno per prolungarne la permanenza nella vescica.

Prevenzione

Come Prevenire la Cistite

Per prevenire la cistite, è consigliabile rispettare alcune regole comportamentali:

  • Non rimandare la minzione (evitare di trattenere l'urina a lungo);
  • Lavare la zona genitale con un movimento dalla vagina verso l'ano (e non viceversa);
  • Praticare una rigorosa igiene intima dopo l'attività sessuale;
  • Preferire del sapone intimo neutro;
  • Svuotare completamente la vescica durante la minzione;
  • Non indossare il costume bagnato per lungo tempo;
  • Utilizzare dei lubrificanti durante l'attività sessuale;
  • Evitare l'utilizzo comune di biancheria intima e di asciugamani;
  • Evitare di utilizzare indumenti sintetici, specie se troppo aderenti;
  • Evitare i rapporti sessuali con persone a rischio.

Bibliografia e Letture Consigliate

Dai un voto a Cistite

Votazione Media 4.5 / 5. Conteggio Voti 6.
×