Saturimetro o Pulsossimetro - Come Fuziona? Guida all'Acquisto

Il pulsiossimetro permette di misurare - in maniera non invasiva, quindi senza la necessità di "pungere il dito" la quantità di emoglobina legata nel sangue. In questo modo, permette di rilevare eventuali carenze di ossigeno nel sangue

Saturimetro o Pulsossimetro - Come Fuziona? Guida all'Acquisto
- Specialista in Scienze Motorie e del Benessere Zarrow s.r.l.

Cos'è il saturimetro

Il saturimetro, noto anche come pulsossimetro od ossimetro, è un apparecchio medico che permette di misurare in modo del tutto non invasivo la saturazione di ossigeno nel sangue.

Solitamente di piccole dimensioni, un tempo il saturimetro era impiegato solo nei reparti ospedalieri e dalle unità di pronto soccorso, ma ormai da qualche anno è ampiamente utilizzato anche in ambito domestico.

Come si vedrà nei prossimi paragrafi, in determinate circostanze, disporre di un saturimetro e saperne fare buon uso può evitare conseguenze spiacevoli e, talvolta, salvare perfino la vita.  

Nota: l'utilizzo del saturimetro costituisce il test diagnostico che i medici chiamano con il nome di pulsossimetria.

Pulsossimetro, HYLOGY Saturimetro da Dito Portatile Professionale, Display OLED per Frequenza Del Polso(PR) e La Saturazione di Ossigeno(Spo2) MisurePrezzo:21,98€Offerta e Recensioni  

Cos'è la saturazione di ossigeno nel sangue?

Esistono vari modi - alcuni più specialistici di altri - per definire la saturazione di ossigeno nel sangue; ecco alcuni esempi di definizioni:

  • La saturazione di ossigeno nel sangue è l'indice ematico (ematico = del sangue), che riflette la percentuale di emoglobina satura di ossigeno rispetto alla quantità di emoglobina totale presente nel sangue.
  • La saturazione di ossigeno nel sangue è il parametro sanguigno che descrive la percentuale di emoglobina legata all'ossigeno rispetto al totale dell'emoglobina presente.
  • La saturazione di ossigeno nel sangue è il parametro sanguigno che indica quanto ossigeno è legato all'emoglobina, ossia la proteina adibita al trasporto delle molecole di ossigeno nel sangue.

Quali sono i valori normali e quelli anormali della saturazione di ossigeno nel sangue?

Secondo i parametri stabiliti dalla comunità medico-scientifica, la saturazione di ossigeno nel sangue è normale, quando il valore percentuale dell'emoglobina combinata all'ossigeno è pari o superiore al 95% dell'emoglobina totale circolante nel sangue.
Di conseguenza, in tutti quei casi in cui la percentuale di emoglobina legata all'ossigeno è inferiore al 95% dell'emoglobina totale, la saturazione dell'ossigeno nel sangue è da considerarsi anormale.

La presenza di una saturazione dell'ossigeno nel sangue inferiore alla norma è una condizione medica che prende il nome di ipossiemia (“ipo” = basso, “ossi” = ossigeno ed “emia” = sangue).
A seconda di quanto la saturazione di ossigeno nel sangue è inferiore alla norma, l'ipossiemia può essere:

  • Lieve, se la percentuale di emoglobina legata all'ossigeno è, rispetto al totale dell'emoglobina presente, compresa tra il 91 e il 94%.
  • Moderata, se la percentuale di emoglobina legata all'ossigeno è, rispetto al totale dell'emoglobina presente, compresa tra l'86 e il 90%.
  • Grave, se la percentuale di emoglobina legata all'ossigeno è, rispetto al totale dell'emoglobina presente, inferiore all'85%.

Perché misurare la saturazione di ossigeno nel sangue?

La saturazione di ossigeno nel sangue è un indice ematico che permette di stabilire la funzione respiratoria dell'essere umano.
Infatti, una saturazione di ossigeno nel sangue dai valori normali è indicativa di una funzione respiratoria nella norma e perfettamente adeguata alle esigenze dell'intero organismo, mentre una saturazione di ossigeno nel sangue inferiore al normale è il segnale di una funzione respiratoria insufficiente e non rispondente ai bisogni dell'organismo.
A comportare una riduzione della saturazione di ossigeno nel sangue - quindi una riduzione della funzione respiratoria - sono malattie e condizioni come: l'ARDS (sindrome da distress respiratorio acuto), la presenza di un'ostruzione lungo le vie aeree, gli episodi di pneumotorace, difetti cardiaci congeniti, la BPCO (o broncopneumopatia cronica ostruttiva), l'enfisema polmonare, la fibrosi polmonare, il mal di montagna, la polmonite, l'interstiziopatia, l'edema polmonare, l'embolia polmonare ecc.

Cosa fare quando la saturazione di ossigeno nel sangue è inferiore al normale?

La presenza di una saturazione di ossigeno nel sangue inferiore alla norma rappresenta un'emergenza medica (quindi una condizione molto pericolosa per l'essere umano, con possibili conseguenze letali) e impone il ricorso alla cosiddetta ventilazione meccanica (o ventilazione assistita).

I possibili pericoli derivanti da una saturazione di ossigeno nel sangue inferiore alla norma spiegano l'importanza rivestita dall'impiego del saturimetro, in occasione di determinate condizioni mediche.

Pulsossimetro, HYLOGY Saturimetro da Dito Portatile Professionale, Display OLED per Frequenza Del Polso(PR) e La Saturazione di Ossigeno(Spo2) MisurePrezzo:21,98€Offerta e Recensioni  

Componenti

Il saturimetro presenta una componente deputata al rilevamento e alla misurazione della saturazione di ossigeno nel sangue, e una componente adibita alla visualizzazione numerica della suddetta misurazione.

Componente deputata a rilevamento e misurazione

La componente deputata al rilevamento e alla misurazione della saturazione di ossigeno nel sangue consiste, sostanzialmente, in una pinza o una molletta, la quale comprende, su un braccio, due diodi foto-emittenti e, sull'altro braccio, una fotocellula.
I due diodi foto-emittenti servono a emettere fasci di luce rossa e infrarossa, mentre la fotocellula serve a ricevere i suddetti fasci di luce dopo che questi hanno attraversato la parte di corpo, da cui estrapolare i livelli di emoglobina legata all'ossigeno.
Sulla componente a pinza è presente un pulsante, che serve all'accensione del dispositivo e all'avvio della misurazione della quantità di emoglobina satura.

Componente adibita alla visualizzazione numerica del risultato

La componente adibita alla visualizzazione numerica della saturazione di ossigeno nel sangue può essere parte integrante della componente descritta in precedenza oppure un elemento a sé stante, che però è in collegamento con la parte deputata alla misurazione per mezzo di un apposito cavo.
L'integrazione di questa componente a quella per la misurazione dei livelli di emoglobina satura di ossigeno rende, chiaramente, il saturimetro uno strumento più facilmente trasportabile.

iHealth Pulsoximetro, saturimetro wireless, APP gratuita, con 3 anni di polizza RBM salute in omaggioPrezzo:62,00€Offerta e Recensioni  

Funzionamento

Il funzionamento del saturimetro si basa su principi fisici alquanto complessi, la cui descrizione accurata porterebbe via troppo tempo.

Ci sono, tuttavia, alcune informazioni chiave, in merito a come funziona un saturimetro, che è bene riportare e far conoscere a chi desidera acquistare, per uso domestico, il suddetto dispositivo.

  • Tutto comincia dai due diodi foto-emittenti. È da questi, infatti, che partono le radiazioni luminose di lunghezza d'onda compresa tra il rosso e l'infrarosso, necessarie alla quantificazione dell'emoglobina satura di ossigeno nella porzione anatomica esposta alle sopraccitate radiazioni.
  • Tutto termina nella fotocellula. È qui, difatti, che giungono le radiazioni luminose emesse dai due diodi, una volta attraversata la parte anatomica di corpo umano, ricca di capillari, da cui estrapolare i livelli di emoglobina satura di ossigeno.
  • Il valore numerico che indica la saturazione di ossigeno nel sangue varia in relazione all'assorbimento, da parte dell'emoglobina legata all'ossigeno, dei fasci luminosi infrarossi e all'assorbimento, da parte dell'emoglobina libera (cioè non legata all'ossigeno), dei fasci luminosi rossi.
Henweit Pulsossimetro da cardiofrequenzimetro sangue saturazione di ossigeno SpO2 Sensor LED display con borsa per il trasporto, cordoncino e batteria (rosa rosso (aggiornato))Prezzo:20,88€Offerta e Recensioni  

Modalità d'uso

L'uso di un saturimetro è molto semplice: l'utente deve soltanto applicare la componente simile a una pinza su un dito della mano o su un lobo dell'orecchio e avviare la misurazione tramite l'apposito pulsante presente sullo strumento.

In genere, l'esito della misurazione è disponibile, sul piccolo display della componente adibita alla visualizzazione dei livelli di emoglobina satura di ossigeno, nel giro di qualche secondo.

Ipotizzando che il sito di misurazione dell'emoglobina legata all'ossigeno sia un dito di una mano, i raggi di luce rossa e infrarossa

  1. originano da un braccio della componente a pinza,
  2. attraversano i tessuti e soprattutto i vasi sanguigni del dito oggetto di pinzatura
  3. terminano il loro percorso, al netto della quota assorbita dall'emoglobina legata e non legata all'ossigeno, sull'altro braccio della solita componente a pinza.

Preparazione

L'utilizzo del saturimetro non richiede alcuna particolare preparazione e ciò è uno dei motivi per cui la pulsossimetria è un test diagnostico rapido da effettuare ed eseguibile anche in ambito domestico.

Cosa interferisce con il buon funzionamento dello strumento?

Dedicata soprattutto a chi desidera un saturimetro da utilizzare da casa, questa sezione di articolo ricorda cosa può interferire con il buon funzionamento dello strumento in questione:

  • Lo smalto per unghie, in particolare quello nero, blu e verde. Per chi fa uso dello smalto da unghia, vale l'indicazione preparatoria di rimuovere questa sostanza cosmetica, dal dito da cui è prevista l'estrapolazione della percentuale di emoglobina satura di ossigeno.
    Chiaramente, l'uso del saturimetro sull'orecchio non impone questo tipo di norma preparatoria.
  • I movimenti dell'utente durante la misurazione. Durante la pulsossimetria, bisogna rimanere immobili, altrimenti il saturimetro effettua una misurazione errata.
  • La vasocostrizione periferica. La presenza di tale condizione implica che l'apporto sanguigno alle estremità degli arti - quindi alle dita - è ridotta, quindi poco indicativa della reale quantità di emoglobina satura di ossigeno.
  • La presenza di anemia. L'anemia può celare una condizione di ipossiemia.
  • La presenza in circolo di blu di metilene. Usato come mezzo di contrasto in ambito radiologico e come farmaco in determinate circostanze di salute, il blu di metilene circolante nel sangue può alterare l'assorbimento della luce rossa e di quella infrarossa, da parte dell'emoglobina.

Rischi

Il saturimetro è un strumento altamente sicuro, che non espone il paziente ad alcun pericolo o rischio particolare.

Limiti

Finora si è sempre affermato che il saturimetro quantifica i livelli di emoglobina satura di ossigeno e i livelli di emoglobina non legata all'ossigeno.
In realtà, non è esattamente così; il saturimetro, infatti, misura i livelli di emoglobina carica di una molecola, che nella normalità è l'ossigeno ma in particolari circostanze può essere una sostanza tossica come il monossido di carbonio, e i livelli di emoglobina non legata ad alcuna molecola.
Questa puntualizzazione ha un'importante implicazione, che è poi il limite del saturimetro: l'incapacità da parte dello strumento di riconoscere se la saturazione dell'emoglobina dipende dall'ossigeno o da altre molecole con effetti tossici, come per esempio il sopraccitato monossido di carbonio.

Guida alla scelta

In commercio, esistono numerosi modelli di saturimetro per uso domestico.
Per saturimetro a uso domestico s'intende il pulsossimetro da dito, cioè che effettua la misurazione della saturazione di ossigeno nel sangue attraverso l'applicazione a un dito di una mano.
Questo capitolo vuole essere di supporto a chi ha deciso di acquistare un saturimetro per uso domestico, ma non sa come orientarsi nella scelta del dispositivo più adatto alle sue esigenze.

Quali fattori considerare?

Al momento di scegliere quale saturimetro acquistare, i fattori da considerare sono:

  • Facilità d'uso e praticità. Facilità d'uso e praticità sono due caratteristiche che ogni persona desiderosa di acquistare un saturimetro cerca in quest'ultimo.
    Del resto, un saturimetro con queste due caratteristiche è utilizzabile da chiunque, anche dalla persona con meno attitudine nei confronti della tecnologia.
  • Risoluzione. È la capacità, nel corso di una misurazione, di rilevare piccole variazioni della grandezza misurata, ossia la saturazione di ossigeno nel sangue.
    Per poter considerare un saturimetro uno strumento di buona fattura, è sufficiente che presenti una risoluzione pari al + 1%, ossia che sia in grado di rilevare variazioni, rispetto a quanto misurato, maggiori o inferiori di un punto percentuale.
  • Chiarezza del display e multifunzionale. Un display chiaro permette di visualizzare facilmente il dato relativo alla quantità di emoglobina legata all'ossigeno.
    Attualmente, i saturimetri da uso domestico più evoluti possiedono display multifunzionali, dotati di illuminazione (a comando) e rotazione automatica (grazie a un sensore di posizione simile a quello del display dei moderni telefoni cellulari).
  • Accuratezza. È abbastanza scontato che un saturimetro è uno strumento valido e utile solo quando è preciso; se manca di precisione e commette errori di misurazione, serve a poco.
  • Marca del dispositivo. Le aziende produttrici di saturimetri sono più d'una; tra queste aziende, ce ne sono di più note e accreditate di altre.
    Di norma, puntare su un'azienda nota e accreditata rappresenta una scelta vincente, in quanto porta all'acquisto di un prodotto di qualità, preciso, longevo e per il quale è garantito un efficiente servizio post-vendita (es: garanzia pluriennale in caso di guasto non dovuto all'utente). Ciò, tuttavia, non esclude che esistano prodotti altrettanto validi appartenenti a brand meno conosciuti.
    Come spesso accade, affidarsi a un'azienda rinomata piuttosto che a una di scarsa notorietà comporta un esborso economico maggiore.
    Per conoscere quali sono i brand migliori, può essere utile fare alcune ricerche online di recensioni, pareri degli acquirenti ecc. Di seguito riportiamo alcuni dei prodotti che su amazon hanno ricevuto il maggior punteggio di qualità.
  • Pulsossimetro, HYLOGY Saturimetro da Dito Portatile Professionale, Display OLED per Frequenza Del Polso(PR) e La Saturazione di Ossigeno(Spo2) MisurePrezzo:21,98€Offerta e Recensioni  
    Mpow Saturimetro Pulsossimetro, Ossimetro, Display OLED, 4 Girevoli Direzioni e 5 Luminosità Regolabili, Letture Immediate e Consecutive, Frequenza del Polso(PR) e La Saturazione di Ossigeno(Spo2)Prezzo:20,98€Offerta e Recensioni  
    SIMBR Pulsossimetro da Dito, Saturimetro Portatile Professionale, Display OLED per Frequenza Del Polso e La Saturazione di OssigenoPrezzo:16,99€Offerta e Recensioni  
  • Possibilità di monitoraggio continuo. Esistono alcuni modelli di saturimetro che permettono la misurazione continua della saturazione di ossigeno nel sangue.
    Realizzati per essere indossati come per esempio un orologio da polso, questi strumenti sono utili a chi, su indicazione del medico, deve monitorare l'andamento della saturazione di ossigeno nel sangue di un'intera giornata o durante il sonno notturno, in modo da individuare eventuali improvvise alterazioni.
  • Allarme. Alcuni saturimetri presentano un allarme che suona quando i livelli di saturazione di ossigeno nel sangue scendono al di sotto della soglia di normalità.
    In genere, l'allarme è una funzione indispensabile del saturimetro realizzato per un monitoraggio continuo della saturazione di ossigeno nel sangue.
  • Durata della batteria. Il saturimetro è uno strumento a batteria; la possibilità che funzioni con una batteria di maggiore durata lo rende uno strumento più “prezioso”, perché evita di doversi procurare spesso una nuova batteria e perché, a lungo termine, è più economico.
  • Autospegnimento. L'autospegnimento è la funzione optional che consente al pulsossimetro di spegnersi automaticamente, dopo un tot di minuti di inutilizzo, in modo da allungare la durata della batteria.
  • Longevità dello strumento. Un saturimetro realizzato con materiale di qualità è più longevo di un saturimetro di fattura mediocre.
    Chiaramente, la buona qualità ha un prezzo.
  • Misurazione della frequenza cardiaca. Oltre alla saturazione dell'ossigeno nel sangue, i saturimetri più evoluti sono capaci di misurare e visualizzare sul display la frequenza cardiaca.
    Per ovvie ragioni, un saturimetro capace di rilevare anche la frequenza cardiaca costa di più di un saturimetro basilare dal punto di vista funzionale.
  • Possibilità di utilizzo pediatrico. Esistono modelli di saturimetro realizzati specificatamente per il loro utilizzo sui neonati e sui bambini piccoli. Si tratta di strumenti di dimensioni ridotte, adatti alle piccole dita dei soggetti di giovanissima età.
    I saturimetri a uso pediatrico sono più costosi dei tradizionali saturimetri per adulti.
  • Possibilità di interfacciamento. La tecnologia moderna ha permesso la realizzazione di saturimetri altamente tecnologici, capaci di trasferire (tramite cavo USB, bluetooth ecc.) i dati relativi alla quantità di emoglobina satura di ossigeno a dispositivi come i tablet, i PC o gli smartphone, per una loro conservazione duratura nel tempo.
    Inoltre, la possibilità di salvare su uno dei suddetti dispositivi le misurazioni effettuate consente all'utente del saturimetro di “girare” quest'ultime al medico curante, senza spostarsi da casa, mediante una semplice e-mail.
  • Custodia. Chi prevede di utilizzare spesso il saturimetro farebbe bene a scegliere un prodotto dotato anche di una sua custodia protettiva o, se così non fosse, di procurarsene una adeguata.
    Conservare il saturimetro all'interno di una custodia protettiva allunga la vita e l'efficienza nel tempo delle sue componenti elettroniche.

Prezzo

Prezzo di un saturimetro

Il prezzo di un saturimetro parte da 24-25 euro, per quanto concerne i dispositivi più economici, e può raggiungere i 140 euro, per quanto riguarda gli apparecchi più costosi.
Sul prezzo di un saturimetro incidono, nell'ordine, la presenza di funzioni e optional aggiuntivi, la notorietà del marchio di produzione e la possibilità di utilizzo su neonati e bambini.

Dito SPO2 ossimetro di impulso impulso frequenza cardiaca con OLED - monitor di colore neroPrezzo:29,95€Offerta e Recensioni  
Finger ossimetro SpO2 Pulse & Heart Rate Monitor nero - apparecchiature diagnostiche mediche di qualità professionale. Utilizzare adulti e bambini in età pediatrica e neonatiPrezzo:37,25€Offerta e Recensioni