Amilasi 2020 | Digestione, Analisi del Sangue, Salute

In questo articolo parliamo delle Amilasi, spiegando le loro Funzioni Digestive, gli Usi industriali e i Normali Valori nel Sangue. Cause di Amilasi Alte e Basse: Cosa Fare e Quando Preoccuparsi

Amilasi
Supervisione Scientifica a Cura del - Ultima revisione dell'articolo:

Che Cos'è

L'amilasi è un enzima digestivo necessario per la digestione dei carboidrati complessi, come l'amido e il glicogeno.

Agendo su questi substrati, l'amilasi trasforma i polisaccaridi in frammenti via via più semplici.

Nell'organismo umano, esistono due tipi principali di amilasi: salivare e pancreatica.

  • L'amilasi salivare (ptialina) viene prodotta dalle ghiandole salivari e inizia a digerire il cibo mentre lo si mastica. Per questo motivo, alimenti ricchi di amido ma poveri di zuccheri - come le patate, il riso o il pane - diventano leggermente dolci al palato quando masticati a lungo.
  • L'amilasi pancreatica viene prodotta dal pancreas e aiuta a digerire i carboidrati complessi nell'intestino.

La concentrazione di amilasi nel sangue è detta amilasemia.

Molto spesso, il medico prescrive il dosaggio delle amilasi nel sangue quando sospetta problemi con il pancreas.

Una quantità eccesiva di amilasi nel sangue può essere il segno di un disturbo pancreatico. Nelle pancreatiti acute il dosaggio delle amilasi può essere di fondamentale importanza per la diagnosi; inoltre, la gravità della patologia è di solito proporzionale all'entità dell'iperamilasemia.

Modesti aumenti delle amilasi nel sangue possono verificarsi anche per altre cause, come nelle pancreatiti croniche, nei tumori pancreatici, nelle neoplasie delle vie biliari con e senza stasi biliare, nell'intossicazione alcolica e nella calcolosi biliare complicata.

A Cosa Servono

Funzioni Biologiche delle Amilasi

Le amilasi sciolgono i legami α-1,4-glicosidici che tengono unite le molecole di glucosio nelle strutture complesse di amido e glicogeno.

Dall'azione delle amilasi si ottengono prodotti diversi:

  • destrine limite
  • maltotriosio (tre molecole di glucosio),
  • maltosio (due molecole di glucosio).

A tal proposito, occorre ricordare che nell'amido e nel glicogeno le singole molecole di glucosio sono legate tra loro da legami:

  • α1,4-glicosidici, lineari;
  • α1,6-glicosidici, che danno origine a punti di ramificazione.

Come anticipato, le amilasi umane possono digerire soltanto i legami α1,4-glicosidici, mentre non possono idrolizzare i legami α1,6-glicosidici.

Questi ultimi, presenti nelle cosiddette "destrine limite", vengono digeriti da specifici enzimi, chiamati destrinasi, presenti nell'orletto a spazzola dell'intestino tenue. A questo livello, un altro enzima, chiamato maltasi, si occupa di completare la digestione degli amidi iniziata dalle amilasi.

Usi Medici

Una causa comune della carenza di enzimi digestivi è l'insufficienza pancreatica esocrina, che può essere la conseguenza di pancreatite cronica, cisti o tumori benigni o maligni al pancreas, danni iatrogeni, fibrosi cistica o diabete. Questa condizione si manifesta con disturbi digestivi anche severi, come gonfiore, flatulenza, crampi addominali dopo i pasti, diarrea, feci gialle e unte che galleggiano, feci maleodoranti e perdita di peso.

In questi casi è necessaria una terapia sostitutiva degli enzimi pancreatici, inclusa l'amilasi, attraverso appositi farmaci.

Inibitori delle Amilasi

Alcune sostanze agiscono come inibitori degli enzimi digestivi, bloccandone l'attività; in questo modo riducono l'assorbimento di alcuni macronutrienti e sono talvolta usate nel trattamento dell'obesità per aumentare la perdita di peso 1.

Secondo una revisione di 14 studi, l'integrazione con un inibitore dell'alfa-amilasi estratto dai fagioli bianchi (faseolamina) può aumentare sia la perdita di peso che la perdita di grasso nell'uomo 2.

Usi Industriali e Alimentari

Le amilasi trovano impiego in numerosi processi industriali, tra cui produzione di sciroppi di glucosio/maltosio, panificazione, produzione della birra e più in generale in tutti i processi basati sull'idrolisi dell'amido.

Se usata come additivo alimentare, l'amilasi può essere indicata dalla sigla E1100 e può essere ottenuta dal pancreas di maiale o dai funghi della muffa.

Il lievito Saccharomyces cerevisiae si nutre di zuccheri, che metabolizza in modo diverso a seconda della presenza o meno di ossigeno, producendo:

  • alcool etilico (etanolo), quando fermenta gli zuccheri in condizioni anaerobie (assenza di ossigeno); la fermentazione alcolica può determinare, ad esempio, la trasformazione del mosto in vino;
  • anidride carbonica, quando fermenta gli zuccheri in condizioni aerobie (presenza di ossigeno); all'interno degli impasti di acqua e farine glutinate, questa anidride carbonica rimane intrappolata tra le maglie proteiche del glutine permettendo la lievitazione.

Mentre le amilasi si trovano naturalmente nelle cellule del lievito, ci vuole tempo affinché il microrganismo produca abbastanza enzimi per digerire significative quantità di amido. Per questo motivo, gli impasti a lunga fermentazione risultano più digeribili.

L'aggiunta di amilasi alle farine di cereali o l'uso di malto o cereali maltati facilita l'azione dei lieviti, i quali trovano un notevole beneficio alla loro azione.

L'amilasi può anche essere utilizzata in detergenti per vestiti e lavastoviglie per sciogliere gli amidi dello sporco.

Analisi del Sangue

Quando il pancreas è danneggiato, gli enzimi digestivi prodotti dalla sua porzione esocrina possono essere dosati nel sangue a livelli più alti del normale.

In un individuo sano, un normale livello di amilasi nel sangue è di circa 23-85 unità per litro (U/l), sebbene alcuni laboratori adottino un intervallo di normalità più ampio (fino a 120-140 U/l).

In aggiunta o in sostituzione alle amilasi, possono essere dosati anche i livelli delle lipasi, che sono considerati un indicatore migliore della funzione del pancreas.

Livelli di amilasi Livelli di lipasi
Normale 23-85 U/l
(alcuni risultati di laboratorio arrivano fino a 140 U / L)
0-160 U/l
Sospetta pancreatite > 200 U/l > 200 U/l

Oltre all'amilasi totale, alcuni test possono distinguere tra amilasi pancreatica e salivare 3.

  • Per l'amilasi salivare, l'intervallo normale è di circa 11-83 U/l
  • Per l'amilasi pancreatica, l'intervallo normale è 10-53 U/l

Amilasi Alte

Cause di Amilasi Alte

Ci sono molte ragioni per cui un paziente potrebbe avere livelli anormali di amilasi nel sangue:

  • pancreatite (infiammazione del pancreas) acuta o cronica; la pancreatite è la causa più comune di alti livelli di amilasi nel sangue, che spesso aumentano più di tre volte rispetto alla norma;
  • pseudocisti pancreatiche: formazioni contenenti liquido pancreatico che si formano nelle aree intorno al pancreas;
  • tumore del pancreas;
  • colecistite (infiammazione della cistifellea) o presenza di calcoli nella cistifellea: queste condizioni possono ostacolare il rilascio di enzimi pancreatici nell'intestino;
  • occlusione intestinale;
  • altri problemi intestinali, tra cui infiammazione intestinale (gastroenterite), celiachia, malattie infiammatorie intestinali e ulcere peptiche;
  • gravidanza ectopica: impianto della cellula uovo fecondata al di fuori dell'utero;
  • cisti ovariche;
  • infiammazione dell'appendice (appendicite);
  • lesioni intestinali o traumi;
  • parotite;
  • disturbi alimentari come la bulimia o l'anoressia;
  • blocco delle ghiandole salivari;
  • macroamilasemia: una rara condizione in cui l'amilasi si lega alle immunoglobuline nel sangue;
  • iperamilasemia familiare: raro aumento genetico benigno dei livelli di amilasi;
  • problemi ai reni;
  • chetoacidosi diabetica;
  • diversi tipi di tumore (pancreatico, salivare, prostata, mammella, polmone, colon, tumori ovarici e mieloma multiplo);
  • radioterapia per il cancro;
  • avvelenamento da insetticidi (organofosfato e carbammato);
  • consumo eccessivo di alcol / alcolismo cronico.

Esistono poi alcuni farmaci che possono aumentare le amilasi nel sangue:

  • alcuni psicofarmaci, come gli antipsicotici aripiprazolo (Abilify) e risperidone (Risperdal), e l'antidepressivo sertralina (Zoloft);
  • oppioidi come morfina e tramadolo, usati per trattare il dolore da moderato a grave;
  • alcune pillole anticoncezionali;
  • metildopa (Aldomet), usata per trattare l'ipertensione;
  • carbamazepina (Tegretol), usata per trattare l'epilessia e il dolore neuropatico;
  • alcuni farmaci chemioterapici;
  • diuretici tiazidici;
  • farmaci antivirali;
  • alcuni antibiotici, come la claritromicina (Klacid).

Amilasi Basse

Bassi valori di amilasi nel sangue sono spesso legati a una scarsa attività dell'insulina, a causa di un deficit secretivo del pancreas o della resistenza dei tessuti all'ormone 4, 5.

Al contrario, gli studi hanno collegato livelli maggiori di amilasi in soggetti sani a una migliore tolleranza al glucosio dopo aver mangiato pasti ricchi di amido 4, 6.

Questo vale soltanto per l'amido e non per gli zuccheri semplici. In uno studio, 7 persone con alti livelli di amilasi salivare e 7 persone con bassi livelli di amilasi salivare hanno ricevuto un pasto ricco di amido. Gli individui con amilasi salivare elevata mostravano concentrazioni postprandiali di glucosio nel sangue significativamente più basse e un'insulinemia superiore rispetto al gruppo con basse amilasi 7.

Numerosi altri studi hanno confermato l'esistenza di un legame tra basse amilasi e rischio di insulino-resistenza, sindrome metabolica, obesità e diabete di tipo 2 4, 6.

Bassi valori di amilasi possono essere osservati in caso di:

  • Obesità 4
  • Trigliceridi alti (ipertrigliceridemia) 7
  • Insulino-resistenza 8
  • Sindrome metabolica 4, 9, 10
  • Prediabete o diabete (tipo 1 e tipo 2) 11, 4, 12, 84, 13, 14
  • Fegato grasso (steatosi epatica non alcolica) 15
  • Pancreatite cronica 4, 16
  • Fibrosi cistica 17
  • Diabete in gravidanza (diabete gestazionale) 18.

È possibile aumentare le amilasi:

  • Praticando più esercizio fisico. Una revisione di 54 studi ha osservato che le persone che si allenano regolarmente e sono in forma migliore tendono ad avere livelli di amilasi più elevati 19.
    • In uno studio condotto su 43 persone che hanno corso una mezza maratona, quelli con livelli più alti di amilasi hanno ottenuto performance migliori concludendo la gara più velocemente. L'amilasi più alta era anche collegata a livelli di glucosio nel sangue più stabili e livelli inferiori di acido lattico alla fine della corsa 20.
  • Perdere peso. In uno studio su 160 soggetti, le persone obese e in sovrappeso mostravano valori di amilasi inferiori alla media, che tuttavia sono aumentati con la perdita di peso 14.
  • Smettere di Fumare. I fumatori hanno livelli di amilasi più bassi rispetto ai non fumatori 21, 4.
  • Evitare pasti/spuntini notturni. L'abitudine di mangiare a tarda sera è stata associata a basse amilasi (<60 U/l), ma anche a sovrappeso, fumo, consumo giornaliero di alcol, saltare la colazione e mangiare velocemente 22.

Prezzo e Offerte

Prezzo Amilasi - Scopri le Migliori Offerte Online Selezionate per Te

5,46Totale 5,46€

Enzima alfa amilasi 4gr BROWIN - Amilasi per convertire l'amido in zucchero.

36,95Spedizione PRIMETotale 36,95€

Bromelina, Papaina, Amilasi, Lipasi, Proteasi e Rutina - Vegi Enzyme Mix - 90 Drcap® - Vegan

5,46Totale 5,46€

Alfa-amilasi 4G-amido Hydrolising enzima alcol Coobra Home Brew
+Mostra Altre Offerte

Dai un voto a Amilasi

Votazione Media 4.5 / 5. Conteggio Voti 4.
×