Latte Artificiale 2019 - Quando Serve? Uso e Tipi di Latte Artificiale

In questo articolo conosciamo più da vicino il Latte Artificiale e tutte le relative tipologie presenti in commercio. Scopriremo quando diviene necessario, quanto costa, quanto ne serve, come si prepara e come si conserva correttamente

Latte Artificiale 2019 - Quando Serve? Uso e Tipi di Latte Artificiale

Importante

PrezziSalute sostiene e incoraggia l'allattamento al seno: il latte materno rappresenta l'alimento migliore per il neonato, poiché fornisce tutti i nutrienti di cui ha bisogno, nelle giuste proporzioni.

Tuttavia, in alcune circostanze particolari, o in casi molto gravi, l'allattamento al seno è controindicato: la decisione di nutrire il bebè con latte artificiale dev'essere sempre discussa con il pediatra.

La madre sana dev'essere consapevole che, associare l'allattamento al seno con quello artificiale, o scegliere di allattare il proprio bebè esclusivamente con latte artificiale, potrebbe interferire con la produzione fisiologica di latte materno.

Inoltre, scegliere il latte artificiale si può ripercuotere economicamente, non essendo questo gratuito come invece il latte materno.

Per ultimo, ma non per importanza, il latte materno si compone da enzimi, proteine speciali e anticorpi, difficilmente riproducibili nel latte artificiale.

Discuti sempre con il tuo medico: scegli solo il meglio per l'alimentazione del tuo bambino!

Che Cos'è?

Alimento per Neonati

Il Latte Artificiale è un alimento specifico per quei neonati che, per qualche motivo, non possono essere allattati al seno.

Il latte artificiale è l'unica alternativa pensabile al latte materno, formulato per sopperire alla carenza - o mancanza - del latte naturale della madre.

Ricorda che...

Per la nutrizione del neonato, il latte materno è da preferirsi a qualsiasi altro alimento, e rappresenta l'alimento insostituibile dal punto di vista nutritivo.

Latte Formulato

Il latte artificiale è un derivato del latte vaccino, conosciuto anche con il nome di "latte formulato".

Per soddisfare le esigenze del bebè, il latte vaccino dev'essere profondamente modificato nella sua formula: infatti, il latte di mucca - così com'è - non può essere somministrato al lattante, poiché non risulta idoneo alla sua alimentazione.

Latte d'Asina come Alternativa al Latte Materno

In passato, l'alternativa al latte materno più in voga era il latte d'asina, la cui composizione si avvicina molto a quella del latte materno.

Oggi, il latte d'asina, opportunamente integrato, può rappresentare una buona alternativa ai latti artificiali per quei neonati (non allattati al seno), che hanno sviluppato un'allergia nei confronti delle proteine del latte vaccino.

Perché Sceglierlo?

Quando l'Allattamento al Seno è Controindicato

Tutti i neonati dovrebbero essere allattati al seno dalla propria madre; tuttavia, in alcune circostanze particolarmente gravi, è fortemente sconsigliato allattare il proprio piccolo con il latte materno.

In particolare, allattare al seno è sconsigliato nei seguenti casi:

  • Madre colpita da tumore al seno
  • Madre affetta da HIV
  • Madre affetta da TBC
  • Uso di Droghe
  • Malnutrizione
  • Assunzione di farmaci particolari, che possono passare nel latte materno
  • Cure debilitanti

In tutti gli altri casi, l'allattamento al seno resta il metodo di prima scelta per nutrire correttamente il neonato.

Non sono stati ancora registrati casi di allergia nei confronti del latte materno.

Quando Scegliere il Latte Artificiale per il Lattante

In altre circostanze - differenti da quelle sopraelencate - la madre può trovarsi impossibilitata ad allattare: l'agalattia è una condizione che si manifesta solo nel 2% delle madri, e rappresenta l'assenza di latte materno.

In altre parole, in presenza di agalattia, le ghiandole mammarie non sono in grado di produrre latte.

Si parla di Ipogalattia quando le ghiandole mammarie riescono a produrre latte, ma in dosi estremamente basse, dunque insufficienti per garantire un'adeguata nutrizione al lattante.

In questi casi, l'unica possibilità è ricorrere al latte artificiale.

Latte Artificiale Vs Latte Materno

Analogie e Differenze tra Latte Artificiale e Latte Materno

Il latte artificiale riproduce piuttosto bene la composizione nutritiva del latte materno, sia in termini qualitativi sia quantitativi.

Tuttavia, il latte materno è da preferire per una serie di motivi:

  • Nel latte artificiale non è possibile assicurare gli stessi anticorpi e sostanze battericide presenti naturalmente nel latte materno. Non a caso, il latte materno ha proprietà anti-allergiche, grazie alla presenza delle immunoglobuline.
  • Il latte materno modifica la propria composizione dei nutrienti durante le varie fasi di sviluppo del bambino (passando dal colostro, al latte di transizione, per trasformarsi in latte maturo), garantendo una quantità di energia in linea con le esigenze nutritive del piccolo.
  • Nel latte artificiale non è possibile dosare la quantità di grassi, dunque il latte artificiale avrà sempre la stessa dose di lipidi, dall'inizio alla fine della poppata.
  • La nutrizione tramite l'allattamento al seno concorrere alla prevenzione dell'obesità precoce: i grassi naturalmente presenti nel latte materno tendono ad aumentare verso fine poppata, dunque il bambino, per sazietà del latte precedente, non esagera con la dose di  grassi.
  • Il latte materno apporta sostanze nutritive nella giusta quantità e nelle proporzioni adeguate.
  • Il latte materno vanta proprietà anti-infettive (difficilmente riproducibili nel latte artificiale), grazie alla presenza di globuli bianchi, anticorpi anti-virali, anticorpi specifici. La presenza di proteine speciali (es. lattoferrina, lisozima e cellule immunocompetenti) stimola la formazione di batteri intestinali benefici, proteggendo il bebè da coliche.

L'Aggiunta

Quando si può Ricorrere all'Aggiunta di Latte Artificiale?

Molte madri temono che il proprio latte non sia sufficiente per soddisfare le esigenze nutritive del neonato, dunque pensano di dover ricorrere alla cosiddetta "aggiunta".

L'aggiunta di latte artificiale, al latte materno, è pensabile solo in alcuni casi, ovviamente dopo averne discusso con il proprio medico:

  • Quando la fisiologica riduzione di peso post parto è superiore al 10% del peso del neonato
  • Bambini prematuri che richiedono più energia
  • Quando la madre deve sospendere temporaneamente l'allattamento, per una serie di motivi validi: in simili circostanze, è pensabile, eventualmente, utilizzare del latte materno precedentemente conservato.

Ricorda che...

L'"aggiunta" di latte artificiale all'alimentazione con latte materno dev'essere considerata solo in determinati casi, e comunque solo previo parere del medico.

Infatti, mescolare il latte artificiale con quello materno si traduce poi in un'interruzione della normale produzione di latte da parte della madre:

  • Il bambino tende ad essere sazio dopo essersi nutrito con il latte artificiale, dunque non sentirà la necessità di succhiare il latte dal capezzolo della madre.
  • Il latte artificiale esce più facilmente dalla tettarella del biberon, dunque il bambino pigro tenderà a preferire il latte artificiale del biberon.
  • Se il bambino preferisce il latte artificiale al latte materno, le ghiandole mammarie non vengono stimolate tramite la suzione, e la madre tenderà a non produrne più, interrompendo precocemente la fisiologica produzione di latte.

Tipi di Latti Artificiali

Latte di Partenza, Latte di Proseguimento e Latte di Crescita

I latti artificiali non sono tutti uguali: proprio come il latte materno modifica la propria composizione nutritiva man mano che il bebè cresce, anche il latte artificiale dev'essere scelto in base all'età del piccolo.

Perciò, possiamo individuare più tipologie di latte artificiale:

  • Latte di partenza (chiamato anche latte per lattanti, latte 1 o latte adattato): è un latte artificiale utilizzato dal momento dalla nascita, fino al 4°-5° mese di vita del bambino. Si tratta di un latte altamente digeribile, ricco di sieroproteine, arricchito in oligosaccaridi di derivazione vegetale, lattosio, vitamine e sali minerali.
  • Latte parzialmente adattato (chiamato anche latte di proseguimento o latte 2): specifico per bambini da 6 a 12 mesi. Rispetto al latte 1, il latte 2 ha una quota di lattosio inferiore, sostituito da glucosio e saccarosio, con un contenuto proteico differente, che si avvicina, per composizione, a quello presente nel latte vaccino. La dose di ferro risulta più abbondante rispetto al precedente.
  • Latte di Crescita, ideale per la nutrizione del bambino di età superiore ai 12 mesi. Si tratta di un latte artificiale costituito da latte vaccino arricchito con vitamine e sali minerali. L'apparato digerente del bambino, a 12 mesi, è ben sviluppato, dunque per formulare il latte di crescita, il produttore ha una maggiore libertà nella ricetta dell'alimento.

L'Ente ESPGAM

La composizione del latte artificiale deve soddisfare i criteri stabiliti dall'ESPGAM, un Ente Internazionale di Controllo, costituito da medici e specialisti - quali pediatri, allergologi, gastroenterologi ecc. - i quali osservano e studiano le esigenze nutrizionali del bambino, in funzione di una crescita sana e forte, e della prevenzione di eventuali disturbi alimentari che possono sopraggiungere nel corso della vita.

Inoltre, l'ESPGAM stabilisce le dosi e la concentrazione ottimale di ogni nutriente che compone un particolare latte artificiale.

Latte Artificiale Liquido e in Polvere

Un'ulteriore classificazione dei latti artificiali può essere eseguita sulla base della formulazione in cui sono venduti.

A tale scopo, si classificano:

  • Latte Artificiale Liquido: è un latte artificiale pronto all'uso, sterile fino al momento dell'apertura della confezione. I latti artificiali liquidi sono particolarmente consigliati per i bambini prematuri e sottopeso, o comunque per quei bambini molto vulnerabili alle infezioni.
  • Latte Artificiale in Polvere: non è sterile, e un'eventuale contaminazione batterica può avvenire sia durante la preparazione, sia dopo l'apertura della confezione. Per evitare questo pericolo, è bene trattare adeguatamente la polvere di latte artificiale, prima della somministrazione al bambino.

Preparazione del Biberon di Latte

Igiene, Pulizia e Sterilizzazione

Per preparare il pasto di latte al bebè, partendo dal latte artificiale, è bene rispettare una serie di accorgimenti, indispensabili per garantire la massima sicurezza dell'alimento.

  • Per prima cosa, è indispensabile munirsi di tutta l'attrezzatura necessaria per sterilizzare ogni singolo strumento di preparazione e somministrazione della pappa.
  • Lavarsi bene le mani prima della somministrazione del latte
  • Prima della sterilizzazione, lavare e risciacquare biberon, tettarelle ed eventuale altra attrezzatura utilizzata.
  • Dopo il pasto, risciacquare biberon e tettarella con acqua saponata calda, utilizzando possibilmente uno spazzolino specifico.
  • Accertarsi che la strumentazione sia integra, non scheggiata o rotta
  • Disinfettare la superficie d'appoggio del biberon
  • Sterilizzare il biberon prima dell'uso
  • Chiudere la tettarella del biberon con l'apposito coperchio, nel caso questo non venisse utilizzato immediatamente

Ricorda che...

Il sistema immunitario dei lattanti è poco sviluppato, dunque estremamente suscettibile all'attacco di microorganismi, batteri e virus. Per questo motivo, è buona regola prestare molta cura durante la preparazione del latte artificiale.

Come Preparare un Biberon di Latte Artificiale

In base alla formulazione di latte artificiale scelta, si può preparare un biberon in modo differente.

Latte Artificiale: Formula Liquida

Come detto, il latte artificiale liquido è pronto all'uso e sterile: il rischio d'infezione è davvero molto basso.

La formulazione liquida dev'essere usata e conservata in base alle indicazioni del produttore.

Dopo l'apertura, il latte artificiale liquido si conserva per non più di 24 ore, in un contenitore ben chiuso e posto in frigo.

Latte Artificiale: Formula in Polvere

Per il latte artificiale in polvere, la preparazione dev'essere più attenta.

Venduto sottoforma di pacchi o scatole, il latte artificiale in polvere non è sterile, dunque può contenere alcuni batteri: per abbattere il rischio d'infezione, è importante preparare il pasto ogni volta che serve, evitando di prepararne grosse quantità per fare scorta.

Ecco come preparare il latte artificiale con la formula in polvere:

  • Disinfettare la superficie di lavoro
  • Far bollire 1 litro di acqua fresca, dunque lasciarla raffreddare per 20-30 minuti, fino a quando la temperatura scende a 70°C
  • Lavarsi accuratamente le mani con il sapone e sciacquare abbondantemente
  • Chi desidera, può usare uno sterilizzatore a freddo: in tal caso, far sgocciolare la soluzione in eccesso dal biberon e dalla tettarella, risciacquandola eventualmente con l'acqua bollita in precedenza. Non appoggiare tettarella e coperchio sulla superficie di lavoro
  • Appoggiare il biberon sul piano di lavoro disinfettato, versare l'acqua al suo interno, avendo cura di controllare che il livello di acqua sia corretto
  • Raccogliere un misurino di polvere di latte artificiale, livellando la superficie del misurino con la lama di un coltello
  • Versare la polvere all'interno dell'acqua calda (70°C) contenuta nel biberon
  • Inserire la tettarella e avvitare la ghiera. Chiudere con il coperchio e agitare il biberon fino a completo scioglimento della polvere
  • Lasciar raffreddare la preparazione: per velocizzare il raffreddamento, mettere il biberon sotto l'acqua fredda, avendo cura che l'acqua di rubinetto non vada a contatto della tettarella.
  • Eseguire il test della temperatura, facendo scendere qualche goccia di latte all'interno del polso.
  • Il biberon è pronto! Nel caso il bimbo avanzasse del latte artificiale, buttarlo e non riutilizzarlo.

Quantità Latte Artificiale per il Neonato

Quanto Latte Artificiale deve Assumere il Neonato?

Prima di somministrare il latte artificiale al neonato, è importante discuterne sempre con il pediatra.

Ad ogni modo, in generale, si è soliti consigliare le seguenti dosi:

  • 6 pasti da 30 ml, fino al 3° giorno di vita del bebè
  • 6 pasti da 40 ml, al 4° giorno di vita del bebè
  • 6 pasti da 50 ml, al 5° giorno di vita del bebè
  • 6 pasti da 60 ml, al 6° giorno di vita del bebè
  • 6 pasti da 70 ml, al 7° giorno di vita del bebè
  • 6 pasti da 80 ml, all'8° giorno di vita del bebè
  • 6 pasti da 90 ml, al 9° giorno di vita del bebè
  • 6 pasti da 90-100 ml, dal 10° al 30° giorno di vita del bebè

Dopo il primo mese di vita del neonato, il fabbisogno di latte artificiale cambia: si calcola aggiungendo il numero fisso "250" alle prime tre cifre del peso (in grammi) del neonato.

Esempio

Se un neonato pesa 5100 g, avrà bisogno di 760 ml (250 + 510) di latte artificiale nell'arco della giornata, ovvero 6 pasti da circa 125 ml ciascuno.

Numero di Pasti

Anche il numero dei pasti di latte dipende dall'età del neonato. In generale, si consiglia di seguire questo schema:

  • 6 pasti (uno ogni 4 ore) fino al primo trimestre
  • 5 pasti (uno ogni ogni 4 ore e mezza), nel quarto mese
  • 4 pasti (1 ogni 6 ore), nel quinto e sesto mese

Chiaramente, lo schema descritto dev'essere considerato solo come linea giuda generica: è importante che la madre sia flessibile, e soddisfi le esigenze del proprio piccolo.

Se il bimbo piange, è irrequieto o ha fame prima dell'orario abitudinario, è possibile anticipare il pasto, o aumentare il numero dei pasti al giorno, magari riducendo la dose consigliata.

Conservare il Latte Artificiale

Come Conservare e Trasportare il Latte Artificiale?

Può capitare di aver bisogno di nutrire il proprio bambino con il latte fuori casa: che fare, in questi casi?

Niente panico, la soluzione è semplice!

Basterà seguire alcune raccomandazioni:

  • Raccogliere la giusta dose di latte in polvere in un contenitore pulito e asciutto
  • Preparare un thermos con acqua bollita, e mantenuta a 70°C
  • Preparare un biberon con tettarella e cappuccio, accuratamente sterilizzati.

In questo caso, il biberon va preparato al momento del pasto.

Ancora, se questa opzione non è possibile, preparare il latte artificiale in casa rispettando le regole di base:

  • Utilizzarlo entro 24 ore, se conservato in frigo
  • Utilizzarlo entro 4 ore, se conservato nella borsa refrigerante/borsa frigo
  • Utilizzarlo entro 2 ore, se conservato a temperatura ambiente

Nota bene

Per riscaldare il biberon di latte artificiale in polvere ricostituito, non utilizzare il microonde: scaldare a bagnomaria per massimo 15 minuti, fino al raggiungimento dei 37°C. Consumare il latte riscaldato entro 2 ore.

Costo

Quanto Costa il Latte Artificiale?

Il prezzo varia in base al tipo di latte artificiale scelto. Ad esempio:

  • Il latte artificiale di tipo 1, nella forma liquida, varia da 3,50€ a 5 € alla confezione
  • Il latte artificiale di tipo 1, in polvere, costa 20-30 €/Kg. Si calcoli che per ottenere un pasto medio da 30 ml è necessario utilizzare 1 misurino di latte in polvere (4,3 g).
  • Un po' di calcoli...

    Eseguendo un calcolo, nel primo anno di vita, un bimbo ha bisogno di circa 200 litri di latte artificiale liquido, che si traduce in una spesa di 700-1000€ di latte artificiale liquido.

    Invece, chi preferisce la variante in polvere, spenderà all'incirca 600-800€, per soddisfare le stesse esigenze.

  • Il latte di proseguimento ha un prezzo inferiore rispetto al latte artificiale di tipo 1. Anche la variazione di prezzo tra la forma liquida e quella in polvere del latte 1 è minima: pertanto, in questo caso, la preferenza è rivolta nella forma liquida, molto più pratica.

Latte Artificiale Migliore

Latti Artificiali Identici

Per la massima tutela del neonato, l'ESPGAM obbliga i produttori di alimenti per l'infanzia a rispettare le severe normative sui latti artificiali.

Per questo motivo, nonostante il mercato proponga numerosissime marche di latti artificiali, possiamo affermare che non esiste un latte artificiale migliore di un altro, proprio perché tutti i produttori devono attenersi scrupolosamente agli standard definiti dall'ESPGAM.

Consigli per gli Acquisti

Ora, una carrellata di vari tipi di latte artificiale, per soddisfare le esigenze di tutti i neonati, di ogni età:

  • Latte Artificiale Humana
  • Latte Artificiale Nestlé
  • Latte Artificiale Mellin
  • Latte Artificiale Aptamil
  • Latte Artificiale Plasmon
  • Latte Artificiale Novalac
  • Latte Artificiale HIPP
  • Latte Artificiale Similac

Insieme al latte artificiale, sul mercato si possono trovare molti altri accessori utili per conservare correttamente il latte artificiale, per somministrarlo nel modo corretto o per mantenerlo alla giusta temperatura:

Non perdetevi le proposte offerte nelle numerosissime vetrine online: troverete anche moltissimi oggetti simpatici e utilissimi da regalare alla neo-mamma (un'ottima IDEA REGALO per LEI!).

Scegliete solo il meglio per il vostro bebè: affidatevi a negozi sicuri e scegliete solo marche di latte artificiale certificate e sicure!

29,89Spedizione PRIMETotale 29,89€

Cornasee zaino fasciatoio mamma,grande zaino cambio neonato borsa per pannolini zaino multifunzione impermeabile per Viaggiare,Blu Marino

36,00Totale 36,00€

Danielstore Borsa trolley per bebè, in ecopelle, con tracolla per maternità. Colore: rosa.

36,69Spedizione PRIMETotale 36,69€

zaino mamma neonato,FUBOZONE zaino mamma neonato borsa cambio pannolino impermeabile di grande capacità zaino, adatta per viaggi Shopping per feste

Dai un voto a Latte Artificiale

Votazione Media 4.1 / 5. Conteggio Voti 20.

Latte Artificiale - Migliori Offerte

29,89Cornasee zaino fasciatoio mamma,grande zainoborsa allattamento
42,00Suavinex pack estrattore di latte manuale includeborsa allattamento
21,34ZELLMOPS Borsa allattamento biologico Grey perborsa allattamento
19,53ZELLMOPS Borsa per coperta da infermieristica Ahoiborsa allattamento
×