Acqua Ossigenata | Usi come Disinfettante e Sbiancante

In questo articolo parliamo dell'Acqua Ossigenata e del suo impiego come disinfettante e schiarente per denti, pelle e capelli. E' Sicura? Fa Male? Studi e informazioni sull'Efficacia e sugli Effetti Collaterali del Perossido di Idrogeno

Acqua Ossigenata
Supervisione Scientifica a Cura del Dottor Gilles Ferraresi - Ultima revisione dell'articolo:

Che Cos'è

L'acqua ossigenata (detta anche perossido d'idrogeno) è un composto chimico simile all'acqua, ma con un atomo di ossigeno in più per molecola.

La sua formula chimica è infatti H2O2, mentre quella dell'acqua è H2O.

Questa apparentemente semplice differenza fa sì che l'acqua ossigenata sia chimicamente molto più reattiva dell'acqua. Si comporta infatti come un potente ossidante, convertendosi facilmente in acqua e ossigeno attraverso la seguente reazione esotermica (che genera calore):

2H2O2 → 2H2O + O2

L'acqua ossigenata si presenta come un liquido acquoso, limpido e corrosivo, che emana un caratteristico odore pungente. Tuttavia, non viene mai utilizzata pura, bensì in diluizioni che variano dal 3 al 90%.

A Cosa Serve

Il perossido di idrogeno viene generalmente commercializzato in quattro categorie di diluizione, ognuna utilizzata per scopi specifici 1:

  • Acqua Ossigenata al 3% (significa che contiene il 3% di perossido di idrogeno e il 97% di acqua). Questo prodotto viene generalmente utilizzato per pulire o disinfettare ferite minori. È quello che normalmente si trova negli scaffali dei supermercati o nelle farmacie.
  • Acqua Ossigenata al 6-10%. Questa concentrazione è più comunemente usata per decolorare i capelli.
  • Acqua Ossigenata al 35%. Comunemente indicata come perossido di idrogeno per uso alimentare.
  • Acqua Ossigenata al 90%. Conosciuta anche come perossido di idrogeno industriale, è in genere utilizzata per sbiancare carta e tessuti, produrre gommapiuma, come propellente per razzi o siluri o come sostituto del cloro nell'acqua e nel trattamento delle acque reflue.

Uso come Disinfettante

Per Disinfettare le Ferite

A concentrazioni adeguate, l'acqua ossigenata uccide lieviti, funghi, batteri, virus e spore.

Alla concentrazione del 3% funge soltanto da blando disinfettante. A tale scopo, viene spesso utilizzata nella detersione di ferite e ulcere cutanee.

L'attività antimicrobica dell'acqua ossigenata è dovuta:

  • alla liberazione del radicale ossidrilie (·OH), in grado di attaccare e ledere la parete cellulare dei batteri e denaturare le proteine;
  • alla liberazione di ossigeno gassoso (mediata dalle catalasi tissutali), che favorisce il distacco di particelle necrotizzate di tessuto, favorendo la detersione meccanica della ferita ed eliminando eventuali batteri annidati nei tessuti necrotici.

L'acqua ossigenata è irritante e il suo impiego come disinfettante cutaneo causa tipicamente la comparsa di dolore per stimolo irritativo. Per questo motivo, se ne sconsiglia l'impiego nella detersione di ferite o ulcere cutanee estese.

Alcune fonti sconsigliano l'utilizzo dell'acqua ossigenata anche per le lesioni minori della pelle, sostenendo che rallenterebbe i tempi di guarigione interagendo negativamente per via ossidativa sul processo riparativo del tessuto leso.

In effetti, alcuni studi hanno dimostrato che l'acqua ossigenata può essere dannosa per i fibroblasti, che sono le cellule di cui il corpo ha bisogno per la guarigione della ferita 2.

Pertanto, bisognerebbe perlomeno evitare che l'acqua ossigenata venga a contatto con la pelle sana, poiché andrebbe a danneggiare inavvertitamente le cellule sane attorno alla ferita, necessarie per la guarigione.

Il farmaco da banco Crystacide crema contiene perossido di idrogeno all'1% (p/p) stabilizzato in monogliceridi; in uno studio si è dimostrato altrettanto potente del perossido di benzoile nel ridurre sia le lesioni infiammatorie che quelle non infiammatorie nei pazienti con acne da lieve a moderata, ma con meno casi di sensibilità segnalata 3.

Curiosità

Alcune cellule del nostro sistema immunitario producono acqua ossigenata per digerire e distruggere i patogeni inglobati al loro interno.

Curiosamente, uno studio ha osservato che le persone con acne avevano una produzione significativamente maggiore di perossido di idrogeno (da parte dei neutrofili, un tipo di globuli bianchi) rispetto ai controlli sani.

Quando alle persone con acne è stato somministrato un farmaco che inibisce la produzione di perossido di idrogeno da parte dei neutrofili, si è effettivamente verificata una riduzione dell'attività infiammatoria delle lesioni dell'acne 4.

Come Disinfettante del Cavo Orale

L'azione disinfettante dell'acqua ossigenata può teoricamente aiutare a evitare che le afte e altre piccole ferite in bocca si infettino.

Una revisione di studi del 2012 sull'impiego di collutori al perossido di idrogeno per promuovere la salute orale ha scoperto che possono aiutare a ridurre l'infiammazione gengivale, quando usati nell'ambito di un'igiene orale regolare con spazzolino e filo interdentale regolari 5.

Alcune persone consigliano quindi di effettuare gargarismi di acqua ossigenata all'1% per calmare il mal di gola, sbiancare i denti e ridurre l'infiammazione delle gengive.

Tuttavia, per l'azione irritante e per i rischi derivanti dall'ingestione accidentale, questa pratica andrebbe sconsigliata a fronte di alternative più sicure.

Per la Disinfezione Domestica

In rete, circolano numerosi articoli sugli usi dell'acqua ossigenata come disinfettante domestico, ad esempio per:

  • disinfezione dei taglieri;
  • disinfezione del piano di lavoro;
  • pulizia di spugne e strofinacci;
  • pulizia del frigorifero;
  • disinfezione dello spazzolino;
  • lavaggio antibatterico delle verdure.

È importante, quando si maneggiano prodotti a base di acqua ossigenata, utilizzare i guanti e proteggere la pelle e gli occhi dal contatto con il prodotto.

Uno studio del 2009 ha scoperto che il risciacquo dello spazzolino in una soluzione di acqua ossigenata al 3% ha ridotto la conta batterica dell'85% 6.

Uso per i Capelli

Le tinte per capelli a base di perossido di idrogeno aiutano a conferire ai capelli un colore biondo chiaro.

Questi coloranti possono anche essere sfruttati per colorare i capelli scuri di una tinta più chiara, prima di aggiungere un altro colorante, ad esempio per trasformare i capelli castano scuro in rossi.

Il perossido di idrogeno agisce nella corteccia del capello, la parte più interna del fusto, che contiene il pigmento (la melanina) che dona al capello il suo colore. A questo, livello provoca una reazione chimica che schiarisce il capello alterando la melanina.

L'acqua ossigenata può quindi danneggiare il capello, perché entra nel fusto attraverso la cuticola (lo strato più esterno, costituito da un unico strato di cellule, molto sottili e trasparenti) per tingere i capelli.

Il danno alla cuticola può causare rotture, doppie punte e un effetto crespo.

Il perossido di idrogeno è generalmente considerato sicuro nelle tinture per capelli commerciali, sebbene una ricerca mostri che possono verificarsi gravi ustioni chimiche, anche in un salone professionale 7.

Le tinture per capelli a base di acqua ossigenata possono danneggiare i capelli se vengono usate troppo spesso; pertanto, è bene parlare con un parrucchiere qualificato per elaborare un programma che protegga i capelli e la pelle.

Anche in questo caso sarebbe sconsigliabile ricorrere al fai da te, ma nel caso si voglia rischiare è bene:

  • proteggere la pelle intorno all'attaccatura dei capelli con vaselina e una striscia di cotone;
  • indossare dei guanti;
  • iniziare con diluizioni basse (3%) ed eventualmente aumentarle gradualmente fino al massimo del 12%;
  • versarla in un flacone spray e spruzzarla su una piccola zona di capelli, per assicurarsi di non avere una reazione allergica e di essere soddisfatti del colore risultante;
  • se il risultato si rivela sicuro e soddisfacente, coprire il collo e le spalle con un asciugamano pulito, quindi cospargere tutti i capelli con la soluzione di perossido di idrogeno (che alcuni consigliano di mescolare al bicarbonato di sodio);
  • fare massima attenzione a proteggere la pelle sana e ad evitare il contatto con gli occhi;
  • lasciare in posa da 15 minuti a un'ora in base al risultato che si vuole ottenere.

Uso per Sbiancare i Denti

Diversi prodotti per sbiancare i denti, sia ad uso domestico che professionale, sfruttano il perossido di idrogeno a concentrazioni variabili.

Alcuni prodotti usati dai dentisti possono ad esempio contenere acqua ossigenata al 10%.

Tuttavia, occorre considerare che concentrazioni eccessive possono danneggiare lo smalto dei denti.

In uno studio, gli scienziati hanno applicato soluzioni diluite di perossido di idrogeno al 10, 20 e 30 percento a denti umani che erano stati estratti. I ricercatori hanno scoperto che i danni dentali aumentavano all'aumentare della concentrazione di acqua ossigenata e del tempo di contatto con i denti. Ciò suggerisce che i trattamenti a bassa concentrazione di perossido di idrogeno, applicati per periodi di tempo brevi, hanno il minor potenziale di danneggiare i denti 8.

In un altro studio, gli scienziati hanno scoperto che una soluzione al 5% di perossido di idrogeno era efficace nello sbiancamento dentale quanto una soluzione al 25%. Tuttavia, per ottenere lo stesso livello di sbiancamento è stato necessario sbiancare i denti 12 volte con la soluzione al 5% rispetto all'uso singolo della soluzione al 25% 9.

Gargarismi con perossido di idrogeno potrebbero rendere i denti più bianchi per alcune ore. Tuttavia, uno studio ha scoperto che i collutori al perossido di idrogeno devono essere utilizzati in modo coerente per diversi mesi per ottenere un effetto duraturo 10.

Avvertenze ed Effetti Collaterali

Ingestione Accidentale

  • L'ingestione accidentale di una piccola quantità di acqua ossigenata al 3% di solito provoca sintomi minori, come gonfiore, lieve dolore allo stomaco e, in alcuni casi, vomito.
  • Tuttavia, l'ingestione di quantità maggiori o concentrazioni più elevate può causare ulcere, perforazioni intestinali e ustioni alla bocca, alla gola e allo stomaco. Nei casi più gravi, può provocare problemi respiratori, svenimenti e persino la morte 10, 11.
  • Gli adulti e i bambini che hanno ingerito accidentalmente piccole quantità di perossido di idrogeno devono quindi allertare immediatamente i soccorsi sanitari.

Contatto con Pelle ed Occhi

  • L'acqua ossigenata è anche irritante per la pelle.
    Il contatto diretto con la cute può causare irritazione, bruciore, rossore e vesciche. L'impiego "fai da te" per trattare alcune condizioni della pelle, come le macchie cutanee, non è quindi raccomandato.
    I rischi di ustioni e cicatrici suggeriscono di evitare l'impiego di acqua ossigenata come schiarente per le macchie della pelle.

  • Gravi sono anche gli effetti lesivi sugli occhi in caso di contatto accidentale.
  • Inalare acqua ossigenata a concentrazioni elevate può causare irritazione delle vie respiratorie, senso di oppressione al petto, raucedine o mancanza di respiro.

Prezzo e Offerte

Prezzo Acqua Ossigenata - Scopri le Migliori Offerte Online Selezionate per Te

7,90Spedizione PRIMETotale 7,90€

AIESI® Acqua Ossigenata disinfettante F.U. 3% 10 Volumi con tappo di sicurezza per bambini flacone da 1 litro # Made in Italy

0,84+6,00 Sped.Totale 6,84€

Marco Viti Acqua Ossigenata 10 Vol 3% 100 g

7,15+4,80 Sped.Totale 11,95€

Wella System Professional Color Save Emulsion 50 ml

1,39+4,99 Sped.Totale 6,38€

SELLA Srl Sella Acqua Ossigenata 10 Vol 500ml
+Mostra Altre Offerte

Dai un voto a Acqua Ossigenata

Votazione Media 4.0 / 5. Conteggio Voti 31.
×