Magnesio Marino - Cos'è? A Cosa Serve? Benefici, Uso e Opinioni

In questa recensione ti parlo del Magnesio Marino e delle sue Proprietà, analizzandone composizione, efficacia e modo d'uso, possibili benefici, controindicazioni, prezzo ed effetti collaterali

Magnesio Marino - Cos'è? A Cosa Serve? Benefici, Uso e Opinioni
- Specialista in Scienze Motorie e del Benessere Zarrow s.r.l.

Che Cos'è

Il magnesio Marino è una miscela di sali di magnesio (principalmente Magnesio cloruro e Magnesio solfato) ottenuta per evaporazione dall'acqua di mare (che rappresenta una ricca fonte di minerali).

Tra i numerosi sali disciolti nelle acque di mare il più abbondante è il cloruro di sodio, il comune sale da cucina; seguono i sali di magnesio, di calcio e di potassio, come riportato in tabella.

Principali sali contenuti mediamente in 1 kg di acqua di mare
Sali Minerali g/kg
Cloruro di sodio 27,123
Cloruro di magnesio 3,807
Solfato di magnesio 1,658
Solfato di calcio 1,260
Solfato di potassio 0,863
Carbonato di calcio 0,123
Bromuro di magnesio 0,076
Totale 35,000

Il magnesio (cloruro e solfato) è dunque presente in abbondanza nell'acqua di mare, alla quale conferisce il caratteristico retrogusto amaro. Non a caso, il magnesio marino ha un sapore amaro distinto ed è conosciuto in oriente anche come nigari (termine legato alla parola giapponese “nigai”, che significa amaro).

Come Viene prodotto

Il magnesio marino viene preparato raccogliendo l’acqua di mare e lasciandola evaporare per effeto della luce solare e del calore. Quando l’acqua di mare è evaporata, il solfato di calcio comincia a cristallizzare e viene quindi rimosso. Quando il volume di acqua di mare si riduce a meno di un decimo, anche il cloruro di sodio (il sale da cucina) comincia a cristallizzare e viene rimosso. Infine inizia la cristallizzazione del solfato di magnesio, cloruro di magnesio, cloruro di potassio e altri oligominerali che iniziano a formare cristalli costituendo appunto il magnesio marino.

A Cosa Serve

Il magnesio è un minerale importante per l'organismo, poiché contribuisce al normale funzionamento del sistema nervoso e alla normale funzione muscolare, al normale metabolismo energetico e alla riduzione della stanchezza e dell'affaticamento.

Il magnesio Marino può essere utilizzato per integrare l'alimentazione:

  • negli stati carenziali (diminuito apporto di magnesio con la dieta) o di aumentato fabbisogno (ad esempio a causa di un'intensa attività sportiva o di un'aumentata sudorazione);
  • sotto controllo medico in chiave preventivo - terapeutica di disturbi minori, come sindrome premestruale, irritabilità, stanchezza eccessiva e cefalee (mal di testa).

In chiave salutistica, dunque, il magnesio marino può essere utilizzato sotto consiglio e controllo medico anche per trattare / prevenire disturbi minori; in particolare:

  • un'integrazione di magnesio potrebbe essere indicata a chi soffre di tensione muscolare ed emotiva, stanchezza psico-fisica e crampi muscolari.
  • L'integrazione di magnesio è utile anche per gli sportivi, soprattutto nel periodo estivo, per ripristinare le perdite del minerale con la sudorazione, anche se a tal proposito è maggiormente indicato il ricorso a prodotti più specifici, che includono anche potassio ed eventualmente cloruro di sodio (nel caso l'alimentazione non ne fosse già abbastanza ricca).
  • In chiave terapeutica, il magnesio può rivelarsi particolarmente utile nelle pazienti con emicrania mestruale e in quelle con sindrome premestruale. Più in generale, evidenze scientifiche mostrano bassi livelli di magnesio in molti pazienti che soffrono di emicrania; dagli studi finora effettuati si può considerare il magnesio come "probabilmente efficace" per la prevenzione dell'emicrania.

Il magnesio marino può essere usato anche come caglio naturale, in particolare per produrre il tofu dal latte di soia.

Integratore Alimentare Per Il Tono Psico Fisico Magnesio Marino 30 BustinePrezzo:15,50€Offerta e Recensioni  

Caratteristiche

Sali di Magnesio e Biodisponibilità

Essendo un elemento fortemente reattivo, il magnesio non si trova in natura in forma pura (magnesio elementare), bensì in forma complessata con altre sostanze (a formare i sali di magnesio).

Anche negli integratori alimentari, quindi, non troviamo magnesio puro (elementare), ma i relativi sali. E' importante valutare la forma di magnesio assunta poiché da ciò dipendono due caratteristiche fondamentali:

  • la percentuale di magnesio elementare (cioè, quanto magnesio effettivo c'è nel prodotto una volta tolto il contributo della sostanza a cui è complessato);
  • la biodisponibilità, ovvero la percentuale di magnesio effettivamente assorbita a livello intestinale rispetto alla quota ingerita.
Sale di Magnesio Magnesio Elementare (in percentuale)
Magnesio Ossido 60%*
Magnesio Citrato 16%
Magnesio Cloruro 12%
Magnesio Lattato 12%
Magnesio Piruvato 10%
Magnesio Solfato 10%
Magnesio Pidolato 8,7%
Magnesio Orotato 7,7%
Magnesio Gluconato 5,8%

* significa, ad esempio, che se assumiamo 1 grammo di magnesio ossido stiamo apportando all'organismo 0,6 grammi di magnesio elementare. Dal momento che il fabbisogno di magnesio viene calcolato sulla base del magnesio elementare, sarebbe auspicabile che tutti i produttori di integratori specifici ne dichiarassero il contenuto.

Riguardo alla biodisponibilità, a livello generale:

  • i sali di magnesio meglio assorbiti sono quelli in cui il minerale si trova legato a composti organici (gluconato, aspartato, piruvato, malatocitratopidolato, lattatoorotato, bisglicinato ecc.). Anche il cloruro di magnesio rappresenta comunque una fonte ben assorbibile, e - rispetto ai precedenti - ha il vantaggio del costo contenuto.
  • Per contro, le altre fonti di magnesio inorganico (magnesio ossido, magnesio carbonato, magnesio solfato), sono oggetto dei maggiori criticismi in merito alla biodisponibilità del magnesio in esse contenuto, tanto che in genere vengono maggiormente usati come antiacidi e lassativi (proprio perché scarsamente assorbibili a livello intestinale, dove richiamano acqua per effetto osmotico).

Magnesio Marino

Il magnesio marino è una fonte di sali inorganici di magnesio (prevalentemente magnesio cloruro e magnesio solfato).

Mentre il magnesio cloruro gode di una buona biodisponibilità, il solfato di magnesio viene scarsamente assorbito a livello intestinale. Non a caso, trova impiego come lassativo (è conosciuto anche come sale inglese).

Ciò nonostante molte persone, attratte dall'idea di acquistare un prodotto "più naturale" perferiscono integrare la propria dieta con magnesio marino piuttosto che ricorrere a integratori di derivazione chimica. A tal proposito bisogna comunque sottolineare come molti integratori venduti con il nome commerciale "magnesio marino" contengano comunque anche altre fonti di magnesio e/o vitamine (come la B6).

Va anche sottolineato come il magnesio marino contenga anche tracce di altri oligoelementi presenti nell’acqua del mare.

Potenziali Benefici del Magnesio Marino

I benefici derivanti dall'integrazione con Magnesio Marino (o con altre fonti di magnesio) derivano:

  • dal fondamentale ruolo metabolico del magnesio, essenziale in moltissime attività biologiche;
  • dal fatto che una grande fetta di popolazione (fino all'80%) soffrirebbe di carenze subcliniche di magnesio (si tratta di lievi carenze che, pur non dando sintomi severi e ben evidenziabili, possono comunque avere un impatto negativo sulla qualità di vita).

Nel prossimo capitolo indagheremo meglio le funzioni biologiche del magnesio e i rischi associati a una carenza.

Ruolo Biologico del Magnesio

Il magnesio contribuisce in grande misura alla regolazione del battito cardiaco, al mantenimento della potenza muscolare e all'efficienza del sistema nervoso. Inoltre è coinvolto nei processi di formazione delle ossa.

  • Favorisce la fisiologia del sistema nervoso centrale e la trasmissione degli impulsi.
  • Può contribuire alla normale funzione muscolare e alla riduzione di stanchezza e affaticamento.

Il magnesio è presente in tracce (circa 25 grammi) nel corpo umano, concentrato per circa il 60% nelle ossa, per il 27% a livello muscolare e per la restante parte diffuso nelle varie cellule dell'organismo.

Carenza di Magnesio - Chi è più a rischio?

Le carenze di magnesio sono più frequenti di quanto si pensi. Nonostante il fatto che il magnesio sia presente in molti prodotti alimentari, spesso non si riesce a raggiungere il fabbisogno giornaliero raccomandato.

La dimostrazione si è avuta da uno studio francese nel quale si è valutata l'assunzione di magnesio nel corso di un anno da parte di 5.000 volontari. Tale studio (*) dimostra che il 77% delle donne e il 72% degli uomini assumono magnesio in quantità inferiore rispetto all'apporto giornaliero raccomandato.

* Galan P et al. Dietary magnesium intake in a French adult population. Magnes Res 1997;10(4):321-8.

Il fabbisogno quotidiano di magnesio nella popolazione adulta si attesta intorno ai 300-500 mg al giorno.

Sono in particolare a rischio di carenze di magnesio:

  • Gli sportivi: nella pratica sportiva il fabbisogno di magnesio aumenta. In effetti, il nostro corpo perde più magnesio quando sudiamo intensamente e anche l'attività muscolare "consuma" magnesio (maggiore eliminazione urinaria del minerale). Gli sportivi sono dunque più esposti a carenze di magnesio.
    Va anche precisato che uno sportivo tende ad avere un'alimentazione naturalmente più calorica e globalmente ricca di alimenti, quindi (se la dieta è equilibrata) anche gli apporti di magnesio sono proporzionalmente superiori.
  • Le donne incinte: la gravidanza è un periodo in cui i fabbisogni quotidiani di magnesio aumentano (per esempio, per lo sviluppo del feto).
    Anche nel corso dell'allattamento il fabbisogno di magnesio aumenta a causa della perdita dello stesso attraverso il latte materno.
    Tuttavia l'assunzione di integratori specifici, come il Magnesio Marino, in queste fasi così delicate della vita deve avvenire solo dietro specifico consiglio medico.
  • Adolescenti: nei periodi di forte crescita il fabbisogno di magnesio subisce un'impennata, come nel corso dell'adolescenza.
  • Anche diabetici ed alcolisti sono categorie a rischio di carenze di magnesio.

Possibili Sintomi di Una Carenza di Magnesio

  • stress
  • crampi muscolari
  • stanchezza o mancanza di vitalità
  • emotività o nervosismo
  • mancanza di energia
  • clonie palpebrali
  • mal di testa
  • digrignamento dei denti o serrare le mascelle
  • sensibilità al rumore
  • acufeni
  • sensibilità alla luce
  • starnuti in presenza di forte luminosità
  • sobbalzi in fase di addormentamento
  • ansia
  • mani e/o piedi freddi
  • ritenzione idrica

In presenza di questi sintomi è utile un consulto medico per approfondirne l'origine e valutare l'opportunità di iniziare un trattamento con magnesio marino o con prodotti analoghi.

Modo d'uso

La dose di magnesio elementare normalmente suggerita per una specifica integrazione è pari a 400 mg al giorno.

Per le dosi di assunzione corrette, fare riferimento a quanto riportato dal produttore nell'etichetta o nel foglio illustrativo.

Avvertenze

  • Non eccedere le dosi raccomandate per l'assunzione giornaliera. Un consumo eccessivo potrebbe avere effetti lassativi
  • In caso di uso prolungato o in soggetti con insufficienza renale* si consiglia di contattare il medico.
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni di età.
  • Magnesio Marino e gli integratori alimentari in genere non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita.
  • Conservare in luogo fresco al riparo dal calore.

* In presenza di insufficienza renale (i reni non riescono ad adempiere completamente alle funzioni a cui sono preposti), l'assunzione di magnesio aumenta il rischio di ipermagnesemia, con la conseguente comparsa di aritmie, depressione respiratoria e alterazioni della trasmissione neuromuscolare.

Controindicazioni

  • L'assunzione di Magnesio in presenza di condizioni patologiche o situazioni particolari, o se si sta seguendo una terapia farmacologica è consigliata soltanto sotto controllo del medico che, conoscendo approfonditamente il quadro clinico del paziente, saprà dare i migliori consigli.
  • L'integrazione con Magnesio Marino è generalmente controindicata, o viene condotta sotto la supervisione medica, in pazienti con patologie cardiache, anemie emolitiche, ipotiroidismo, iperparatiroidismo e diabete non adeguatamente controllato dalla terapia farmacologica.
  • In caso di terapia antibiotica con tetracicline e chinoloni il medico deve essere informato se si fa uso di integratori a base di magnesio.

Prezzo e Offerte

Prezzo Magnesio Marino - Scopri le Migliori Offerte Online

Integratore Alimentare Per Il Tono Psico Fisico Magnesio Marino 30 BustinePrezzo:15,50€Offerta e Recensioni  
MAGNESIO MARINO 90 BUSTINEPrezzo:40,00€Offerta e Recensioni  
Principium Magnes Marino 90 cprPrezzo:16,90€Offerta e Recensioni