Zenzero 2019 - Tutte le Proprietà: Funziona Davvero? È una Bufala?

In questo articolo parliamo delle Proprietà dello Zenzero, dall'azione anti-nausea a quella antinfiammatoria e digestiva, analizzandone Meccanismo d'Azione, Principi Attivi, Possibili Effetti Collaterali e Controindicazioni

Zenzero 2019 - Tutte le Proprietà: Funziona Davvero? È una Bufala? Ultima modifica dell'articolo: 21/01/2019

Che Cos'è

Lo zenzero (Zingiber officinale o ginger) è una pianta di interesse alimentare e fitoterapico; il suo rizoma (fusto sotterraneo), privato della buccia, viene infatti utilizzato:

  • come spezia aromatica dal gusto pungente;
  • come rimedio erboristico contro nausea e cattiva digestione.

Numerosissime sono le proprietà dello zenzero, che lo rendono un indiscusso protagonista in cucina e un fedele alleato della nostra salute.

Digestivo, afrodisiaco, anti-nausea, antiossidante e antinfiammatorio, carminativo, corroborante, ipocolesterolemizzante, tonico, antivirale e antibatterico, antireumatico... leggendo le proprietà attribuite allo zenzero, sembra di trovarsi di fronte a un vero e proprio rimedio panacea.

Ma cosa c'è di vero in tutto questo? Cosa dice la scienza?

Nel corso dell'articolo analizzeremo più da vicino le proprietà dello zenzero, i suoi principi attivi, i campi di applicazione, le prove di efficacia, il modo d'uso corretto e i possibili effetti collaterali.

A Cosa Serve

Utilizzi Tradizionali

Sin dai tempi antichi, lo zenzero è stato ampiamente utilizzato come erba medicinale e spezia. Basti pensare che il suo uso medico è ben descritto già in antichi testi cinesi risalenti al 400 a.C.

Nella medicina cinese e indiana, lo zenzero viene utilizzato per combattere mal di testa ed emicrania, stati infiammatori, nausea e diarrea, coliche, flatulenze e problemi respiratori come asma e raffreddore.

Occorre poi sottolineare che nella medicina erboristica cinese i rizomi freschi e quelli essiccati sono considerati due rimedi diversi:

  • la radice fresca è più delicata ed è utilizzata per febbri, brividi, mal di testa e mialgie (dolori muscolari);
  • quella secca è utilizzata per il freddo "interno", caratterizzato da mani fredde, polso debole e pallore.

Digestivo e Antinausea

Le moderne applicazioni terapeutiche dello zenzero, che godono del maggior supporto scientifico, lo configurano come un valido rimedio per:

  • favorire la digestione e superare i fastidi legati alla dispepsia (cattiva digestione);
  • combattere coliche gassose e gonfiori intestinali;
  • combattere nausea e vomito di qualsiasi origine, in particolare:
    • combattere l'iperemesi gravidica (nausea mattutina in gravidanza), anche se a scopo cautelativo, vista la delicatezza del periodo, alcuni medici preferiscono sconsigliarne l'assunzione in gravidanza;
    • combattere la cinetosi (mal da movimento, come mal d'auto, mal d'aereo, mal di nave ecc.);
    • combattere la nausea associata a chemioterapia o nausea post-operatoria.

Grazie a queste proprietà dello zenzero, è oggi possibile trovare sul mercato diversi integratori che lo contengono, come i prodotti: Prolife Enzimi Digestivi, Perido Natural Forte, Nausil Plus, Nausil Forte e Vertigoval.

  • Secondo una revisione di 12 studi, che hanno incluso un totale di 1.278 donne in gravidanza, 1,1 - 1,5 grammi di zenzero possono ridurre significativamente i sintomi della nausea gravidica 1.
  • La ricerca mostra che lo zenzero può anche alleviare la nausea e il vomito dopo un intervento chirurgico e nei pazienti oncologici sottoposti a chemioterapia 2, 3.
  • In uno studio su 24 soggetti sani, 1,2 grammi di polvere di zenzero prima di un pasto hanno accelerato il tempo di svuotamento dello stomaco del 50% 4.

Ulteriori Proprietà

Attenzione - Le seguenti proprietà dello zenzero sono frutto di ricerche scientifiche preliminari, che necessitano di approfondimenti su ampia scala per essere confermate o smentite.

La spiccata attività antiossidante e antinfiammatoria dello zenzero ha permesso di raccogliere evidenze scientifiche preliminari relative alla sua potenziale utilità:

  • nel trattamento dei sintomi dell'osteoartrite (artrosi) 5, 6, 7;
  • nel trattamento della dismenorrea (dolori mestruali) 8.

Si segnalano inoltre potenziali benefici dello zenzero:

  • nel trattamento della dislipidemia (aumento del colesterolo buono e riduzione del colesterolo cattivo e di quello totale) 9;
  • nel miglioramento delle funzioni cognitive dell'anziano 10;
  • nel migliorare il volume dell'eiaculato, la qualità dello sperma e i livelli di testosterone nell'uomo 11.

Fa Dimagrire?

Lo zenzero potrebbe coadiuvare i regimi dietetici dimagranti aumentando l'azione dinamico-specifica degli alimenti e promuovendo il senso di sazietà 12.

Una recente revisione del 2019 13 suggerisce che - sulla base dell'analisi di 14 studi randomizzati su un totale di 473 partecipanti - lo zenzero ha un effetto significativo sulla riduzione del peso corporeo e del grasso addominale (con una riduzione del rapporto vita-fianchi); apporta inoltre benefici significativi sulla riduzione dell'insulino-resistenza e della glicemia a digiuno, e sull'aumento del colesterolo HDL (colesterolo buono).

Scopri di più sull'azione dimagrante dello zenzero, leggendo il nostro articolo di approfondimento.

Abbassa la Glicemia?

In uno studio del 2015 su 41 partecipanti con diabete di tipo II, 2 grammi di polvere di zenzero al giorno hanno ridotto la glicemia a digiuno del 12% 14.

Hanno anche migliorato notevolmente i valori di HbA1c (un indicatore della stabilità dei livelli glicemici a lungo termine), portando a una riduzione del 10% per un periodo di 12 settimane.

C'è stata anche una riduzione del 28% nel rapporto ApoB/ApoA-I e una riduzione del 23% nei marcatori delle lipoproteine ​​ossidate, che si traduce in un effetto protettivo nei confronti delle malattie cardiache.

Antitumorale?

Lo zenzero può ridurre il rischio di cancro del colon, come valutato da un'influenza benefica sugli eicosanoidi nel colon 15.

Tuttavia, uno studio di follow-up su soggetti ad alto rischio di cancro al colon non ha confermato questi risultati 16.

Vi sono alcune prove, sebbene molto limitate, che lo zenzero possa essere efficace contro il cancro del pancreas, il cancro al seno e il carcinoma ovarico. Sono necessarie ulteriori ricerche 17, 18, 19.

Cura il Raffreddore?

Una condizione anticamente trattata con lo Zenzero sia dai romani, che da cinesi e indiani, è il raffreddore. Ancora oggi, si è soliti trovare lo zenzero nell'elenco di piante medicinali utili contro raffreddore e influenza, spesso in associazione al limone, al miele e talvolta all'aglio e alla curcuma.

Sebbene non esistano studi clinici a conferma di tale proprietà, la ricchezza di vitamina C, unitamente all'azione antinfiammatoria e alla potenziale attività antivirale e antimicrobica 20, 21, potrebbero spiegare l'efficacia che alcuni attribuiscono empiricamente allo zenzero nella lotta a raffreddore e malattie da raffreddamento.

Lo zenzero sembra essere molto efficace contro i batteri orali legati alle malattie infiammatorie delle gengive, come la gengivite e la parodontite 22.

Lo zenzero fresco può anche essere efficace contro il virus RSV (virus respiratorio sinciziale), una causa comune di infezioni respiratorie 23.

Caratteristiche

Botanica

Lo zenzero (Zingiber officinale) è una pianta perenne appartenente alla famiglia delle zingiberaceae.

Si tratta di una piccola pianta originaria del Sud-Est Asiatico, che ben si sviluppa nelle aree tropicali e subtropicali. È stato riferito che ogni anno vengono prodotte 100.000 tonnellate di zenzero, con Cina, India, Brasile e Giamaica tra i maggiori coltivatori mondiali.

Pianta dal portamento eretto, lo zenzero presenta foglie dalla forma allungata e lanceolata, di colore verde brillante, e può raggiungere circa 1,5 metri d'altezza.

Le infiorescenze si presentano di colore giallo, con chiazze purpuree.

La pianta è completamente sterile (non produce semi) e si propaga esclusivamente tramite rizoma.

La parte di interesse medicinale (la "droga", quindi) è proprio il rizoma, una sorta di radice che in botanica viene più correttamente definita fusto sotterraneo, con funzione di riserva e propagazione vegetativa.

Il rizoma dello zenzero si presenta di forma circolare, compresso lateralmente e con ramificazioni irregolari che danno origine a nodi, che ne determinano la tipica consistenza piuttosto dura. Il rizoma ha un andamento strisciante, è lungo anche 15 cm e con una larghezza attorno a 1,5 cm; risulta inoltre ricoperto da una buccia marrone, che può presentarsi più o meno spessa in base al grado di maturità raggiunto al momento della raccolta.

Al di sotto della buccia, a seconda della varietà in esame, il colore della parte interna dello zenzero (rizoma) può essere giallo, bianco o rosso. Un importante contributo al colore dello zenzero è dato dalla presenza di curcumina, noto antiossidante-antinfiammatorio che conferisce alla curcuma le sue proprietà e il caratteristico colore giallo.

Principi Attivi

Nel rizoma dello zenzero sono state identificate oltre 400 sostanze chimiche.

Il caratteristico aroma e il gusto pungente dello zenzero sono dovuti alla presenza di due grandi classi di composti chimici differenti,

  • gli oli volatili (responsabili dell'aroma dello zenzero fresco):
  • i composti non volatili (responsabili del gusto piccante e ritenuti i più attivi nell'attribuire allo zenzero le note proprietà salutistiche).

L'olio essenziale di zenzero (in media presente tra l'1 e il 3%) contiene principalmente

  • monoterpenoidi:
    • canfene, cineolo, citrale, β-fellandrene, geraniolo, curcumene, terquinol e borneolo
  • e sesquiterpenoidi:
    • α-zingiberene (30-70%), β-sequifellandrene (15-20%), β-bisabolene (10- 15%), (E-E) α-farnesene, ar-curcumene e zingiberolo.

I composti non volatili - responsabili della sensazione piccante avvertita in bocca e delle proprietà salutistiche dello zenzero - comprendono invece:

  • gingeroli (sesquiterpeni di struttura simile alla capsaicina, alla piperina e al raspberry ketone), che in in seguito a cottura o essiccazione si trasformano in:
    • shogaoli, più piccanti dei gingeroli;
    • zingerone (vanillilacetone), adoperato come additivo alimentare in quanto più aromatico e meno piccante del 6-gingerolo.

In merito ai principi attivi dello zenzero, si segnala la nota instabilità chimica degli ingredienti più attivi, i gingeroli, che si ossidano facilmente. Proprio da tale instabilità chimica potrebbero derivare alcune evidenze scientifiche tra loro contrastanti presenti in letteratura.

Il 6-gingerolo (1- (4'-idrossi-3'-metossifenil) -5-idrossi-3-decanone) è considerato il principale principio attivo del rizoma di zenzero.

Contenuto Nutrizionale

Lo zenzero è una fonte di proteine, lipidi e carboidrati (amido), oltre che di ferro, calcio, magnesio e vitamine, in particolare vitamina C (gli equipaggi delle navi di lungo corso lo assumevano per combattere lo scorbuto).

Nel rizoma dello zenzero sono altresì presenti polifenoli e flavonoidi, come quercetina, kaempferolo, catechina ed epicatechina, rutina, naringenina, oltre alla già ricordata curcumina. La concentrazione totale di polifenoli, che aumenta con l'invecchiamento della pianta, è particolarmente elevata e almeno doppia rispetto a quella che caratterizza aglio, cipolle, papaya e nero.

Caratteristiche Organolettiche

  • Internamente, sotto la buccia, il colore dello zenzero varia dal giallo pallido al marrone
  • L'odore dello zenzero è aromatico e caratteristico;
  • Il sapore dello zenzero è pungente e aromatico.
  • La polvere di zenzero si può acquistare già pronta, ma l'aroma tende a svanire in fretta

Proprietà

  • Indicazioni principali: nausea e vomito di qualsiasi origine, cinetosi
  • Azione prevalente: antinausea e antiemetica.
  • Altre azioni: gastroprotettiva, contro gastrite e gastroduodenite.

Lo zenzero (Zingiber officinale) può rappresentare un'alternativa ragionevole e sicura ai farmaci di sintesi per trattare varie cause di nausea e vomito, in particolare se associati a gravidanza o indotti da chemioterapia; meno solide sarebbero invece le evidenze scientifiche relative ai benefici dello zenzero nel trattamento della cinetosi (mal di movimento).

Gli effetti procinetici e gastroprotettivi dello zenzero (capacità di accelerare la motilità gastrica) suggeriscono un potenziale ruolo degli estratti di zenzero nel trattamento di varie malattie dell'apparato digerente, in particolare della dispepsia funzionale (cattiva digestione) e di pazienti con problemi neurologici o endocrinologici riconducibili agli effetti collaterali del trattamento con farmaci procinetici tradizionali (come domperidone, levosulpiride o metoclopramide).

Zenzero in Gravidanza

Lo zenzero è stato usato in tutto il mondo per secoli come agente terapeutico contro la nausea e il vomito indotti dalla gravidanza.

Trial clinici randomizzati in doppio cieco evidenziano la sua efficacia nel trattamento del vomito gravidico a un dosaggio di 250 mg per 4 volte al giorno (per via orale).

Nel 2013, una revisione sistematica su quattro studi randomizzati e controllati (RCT) relativi all'uso dello zenzero contro la nausea gravidica, ha dimostrato che:

  • lo zenzero somministrato per via orale è significativamente più efficace del placebo nel ridurre la frequenza del vomito e l'intensità della nausea.
  • Gli eventi avversi sono stati generalmente lievi e poco frequenti.

Pertanto, esistono importanti prove scientifiche a sostegno dell'uso dello zenzero come trattamento sicuro ed efficace contro la nausea indotta dalla gravidanza.

Ciò nonostante, vi è ancora incertezza circa il dosaggio massimo sicuro di zenzero, la durata appropriata del trattamento, le conseguenze di un eventuale sovra-dosaggio e le potenziali interazioni farmacologiche.

Sulla base di tale incertezza, è importante consultare il medico per ricevere maggiori indicazioni sul comportamento da seguire in gravidanza. Sicuramente, sono da evitare dosi eccessive di zenzero durante la gestazione.

Modo d'uso

Alimento o Integratore?

E' importante chiarire dal principio che lo zenzero può essere ingerito e integrato in diversi modi. In molti casi può essere sufficiente acquistare al supermercato dello zenzero fresco e grattugiarlo prima dell'uso; a tal proposito si consideri che un cucchiaino di zenzero grattugiato equivale a circa 1 grammo di estratto di zenzero.

L'acquisto di specifici integratori contenenti estratti di zenzero permette una migliore standardizzazione in principi attivi ed è indubbiamente più pratica, sopratutto quando si richiedono integrazioni ad alte dosi.

Lo zenzero viene spesso consumato anche come infuso; a tal proposito, sempre a titolo indicativo, un infuso preparato facendo macerare per 5-10 minuti 1/2 cucchiaino di zenzero grattugiato in circa 250ml liquidi, coincide grosso modo con la dose di 1 grammo di estratto di zenzero.

Eventuali preparati (zenzero grattugiato, integratori, tinture madri ecc.) vanno conservati in ambiente secco e protetto dalla luce, e in contenitori non di plastica.

Dosaggi Indicativi

In genere, come trattamento preventivo per la nausea (mal da movimento, nausea da chemioterapia, nausea in gravidanza), vengono utilizzati dosaggi di zenzero variabili da 1 a 3 grammi al giorno. Tale dosaggio viene tipicamente suddiviso in 2-4 assunzioni al giorno.

Quando assumere lo Zenzero?
Preferibilmente a stomaco vuoto.

Per altri usi, lo zenzero viene tipicamente utilizzato al dosaggio di 1 grammo al giorno. Questo dosaggio sembra essere efficace per aumentare la motilità intestinale.

Avvertenze

Prima di utilizzare integratori di zenzero in gravidanza, durante l'allattamento o nei bambini, si raccomanda di chiedere il consiglio del medico.

  • Gli integratori alimentari a base di zenzero non vanno intesi come sostituti di una dieta variata ed equilibrata e di uno stile di vita sano.
  • Salvo diverso parere medico, non superare la dose giornaliera consigliata sull'etichetta o sul foglietto illustrativo del prodotto
  • Tenere gli integratori di zenzero fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età.
  • Se i sintomi non si attenuano o peggiorano nonostante l'uso del prodotto, si consiglia di contattare il medico.

Effetti Collaterali

In soggetti sani non sussistono particolari pericoli di effetti collaterali e lo zenzero si è rivelato generalmente sicuro e ben tollerato. E' possibile, tuttavia, che in seguito all'assunzione del prodotto si assista alla comparsa di disturbi gastroenterici quali nausea, vomito ed eruttazioni frequenti.

Nei soggetti ipersensibili allo zenzero potrebbero insorgere eruzioni cutanee di tipo esantematico.

Controindicazioni

Non vi sono particolari controindicazioni all'uso dello zenzero, tranne che per soggetti idiosincratici o allergici alle Zingiberacee.

A scopo precauzionale, inoltre:

  • lo zenzero, per le sue proprietà coleretiche, è sconsigliato a chi soffre di calcoli epatici (calcoli biliari o calcoli al fegato) e gastrite;
  • lo zenzero può inoltre interferire con l'attività degli anticoagulanti orali; cautela quindi in pazienti in cura con anticoagulanti orali (tipo Coumadin) per modificazioni dell'INR (International Normalized Ratio, che valuta la modificazione della fluidità sanguigna).
  • Più in generale, l'assunzione di zenzero in presenza di condizioni patologiche o se si sta seguendo una terapia farmacologica è consigliata sotto controllo del medico che, conoscendo approfonditamente il quadro clinico del paziente, saprà dare i migliori consigli.

Prezzo e Offerte

Prezzo Integratori di Zenzero - Scopri le Migliori Offerte Online Selezionate per Te

9,80Spedizione PRIMETotale 9,80€

ZENZERO - Antidolorifico naturale e antiossidante in compresse | Aiuta circolazione gambe | Anti nausea, vomito, aiuta la digestione difficile, sollievo stomaco

24,90Spedizione PRIMETotale 24,90€

HERBAMOUR CURCUMA+PIPERINA+ZENZERO | 120 cps. Naturali Di Puro Estratto Di Curcumina (320 Mg), Piperina (20 Mg) Al 95% di Concentrazione, Zenzero R.ma | Antinfiammatorio-Antidolorifico-Antiossidante

14,90Spedizione PRIMETotale 14,90€

ZENZERO BIO Vegavero® | 450 mg | DIGESTIVO e ANTI NAUSEA | 180 capsule | Ottimo in associazione a Curcumina e Piperina | Vegan
+Mostra Altre Offerte

Dai un voto a Zenzero

Votazione Media 3.9 / 5. Conteggio Voti 22.

Zenzero - Migliori Offerte

9,80ZENZERO - Antidolorifico naturale e antiossidantezenzero integratore
14,90ZENZERO BIO Vegavero® | 450 mg | DIGESTIVO e ANTIzenzero integratore
18,90ZENZERO 800 Line@ titolato al 5% in GINGEROLI -zenzero integratore
19,95Zenzero con Curcuma & Bromelina, 180 vegetarianizenzero integratore
×