Quercetina 2019 - Tutte le Proprietà e i Benefici - Dosi, Uso e Opinioni

In questo articolo ti parlo della Quercitina e dei suoi numerosi potenziali benefici per la salute umana, analizzandone Ruolo Biologico, Alimenti apportatori, Efficacia Clinica, Prezzo, Uso, Effetti Collaterali e Controindicazioni

Quercetina 2019 - Tutte le Proprietà e i Benefici - Dosi, Uso e Opinioni

Che Cos'è

La quercetina (altrimenti detta quercitina) è una sostanza naturale, pressoché ubiquitaria nel mondo vegetale. Appartiene alla grande famiglia dei flavonoidi ed è presente in numerosi alimenti di uso comune; caratteristica è la presenza di quercitina in molti alimenti benefici per la nostra salute, come:

  • frutti (mele, uva, olive, agrumi, frutti di bosco, buccia d'uva),
  • verdure (pomodori, cipolle, broccoli, capperi, sedano),
  • bevande ( e vino rosso).

La quercetina abbonda inoltre in numerosi estratti fitoterapici, come quelli di ippocastano, gingko biloba, calendula, biancospino, camomilla, levistico ed iperico.

Sul piano salutistico, la quercitina espleta un'importante e promettente azione antiossidante, oggi studiata per potenziali applicazioni cliniche nel trattamento o nella prevenzione di svariate patologie, soprattutto cardiovascolari e su base allergica e/o infiammatoria.

Purtroppo, come spesso accade in questi casi, gli studi preliminari faticano a trovare conferme cliniche su vasta scala, per cui - ad oggi - la potenziale utilità per la salute di una specifica integrazione di quercitina non è ancora definita, e comunque lontana dai toni miracolistici con cui viene dipinta a fini commerciali. A complicare il tutto vi sarebbe la bassa biodisponibilità della molecola quando assunta per via orale.

A Cosa Serve

La quercetina è una molecola dal forte potere antiossidante. Viene quindi proposta all'interno di formulazioni ad attività antiaging e antiossidante, spesso in associazione ad altri principi attivi ad azione analoga (ad es. vitamine A, C ed E, coenzima Q10, resveratrolo, acido lipoico, superossido dismutasi ecc.).

Una generica supplementazione di antiossidanti è indicata in condizioni di aumentato stress ossidativo, ovvero quando l'organismo si trova esposto a un eccesso di radicali liberi e/o quando la dieta non riesce ad apportare un quantitativo sufficiente di antiossidanti.

La quercetina potrebbe pertanto risultare indicata in caso di aumentata produzione di radicali liberi, ad esempio in seguito a:

  • abitudine al fumo,
  • abuso di alcool,
  • inquinamento,
  • dieta carente di antiossidanti
  • sotto consiglio medico, in caso di malattie degenerative o eccessivo uso di farmaci.

Dal momento che lo stress ossidativo è chiamato in causa anche nelle teorie che spiegano l'invecchiamento cellulare, l'integrazione di antiossidanti viene genericamente promossa anche come supporto nutrizionale utile per ritardare l'invecchiamento della pelle.

In ambito clinico, la quercitina è studiata per le potenziali applicazioni derivabili dalla sua attività anti-infiammatoria, modulatrice dell'attività di alcuni enzimi e dell'espressione genica (in particolare delle citochine), anti-tumorale e anti-allergica (anti-istaminica).

22,44Spedizione PRIMETotale 22,44€

Now - Quercetina con Bromelina - 120 caps

Caratteristiche

Generalità

La quercitina è un flavonoide (più precisamente un flavonolo) ubiquitario nel mondo vegetale, dove si ritrova principalmente come aglicone (cioè come parte non zuccherina di molecole più complesse, generalmente definite glicosidi flavonici, come la rutina e la quercitrina).

Alimenti apportatori e metabolismo

La quercetina è diffusa in molti vegetali consumati quotidianamente come alimenti; alcuni di questi ne sono particolarmente ricchi come la cipolla, il cavolo riccio, i porri, i broccoli, il sedano, i capperi, l'uva, le more e i mirtilli. Anche il vino rosso e il tè sono ottime fonti di flavonoli e ne contengono fino a 45 mg per litro.

Alimenti La quercetina 
(mg / 100g)
Capperi, crudi 234
Capperi, in scatola 173
Piante del genere Rumex, come l'acetosa 86
Foglie di ravanello 70
Fibra di carruba 58
Coriandolo 53
Hungarian wax (una specie di peperoncino) 51
Foglie di finocchio 49
Cipolla, rossa 32
Radicchio 32
Crescione 30
Cavolo 23
Aronia 19
Mirtillo rosso americano 15
Mirtillo rosso 13
Prugne nere 12

Fonte: Database USDA per il contenuto di flavonoidi degli alimenti selezionati, versione 3" (PDF) . Dipartimento dell'Agricoltura degli Stati Uniti.  2011

Essendo un cromoforo giallo, la quercetina concorre a determinare il colore di molte foglie. La biosintesi di quercetina nei vegetali è stimolata dalla luce, per cui ne troviamo maggiori concentrazioni nelle parti esterne dei vegetali a contatto con l'aria (buccia e foglie). Prendendo l'esempio delle verdura a foglia, la quercetina sarà dunque più abbondante nelle foglie verdi esterne rispetto alle foglie interne.

I glicosidi della quercetina assunta con la dieta sono idrolizzati a livello dell'intestino tenue o dall'attività batterica nel colon, per dare luogo all'aglicone, cioè a quercitina libera. Quest'ultima viene quindi parzialmente assorbita (con meccanismi ancora poco chiari) e velocemente coniugata (e purtroppo inattivata) con acido glucuronico e gruppi solfato dagli enzimi epatici; si ipotizza tuttavia che a livello cellulare questi metaboliti possano essere intercettati dalle cellule bersaglio, dove sarebbero convertiti ad aglicone (cioè ri-trasformati in quercetina libera).

In ogni caso, molto rimane ancora da chiarire circa le cinetiche di assorbimento, metabolizzazione ed escrezione della molecola. Quello che appare abbastanza certo è che il rapido metabolismo della quercitina è considerato dalla comunità medica la principale ragione per cui gli effetti biologici dimostrati in vitro siano poi scarsamente applicabili in vivo.

Proprietà salutistiche

Proprietà Antiossidanti

La caratteristica più nota della quercetina (e degli altri flavonoidi) è indubbiamente quella antiossidante (o anti-radicalica o scavengers). Per le sue caratteristiche chimiche, la quercetina è infatti in grado di:

  • chelare ioni metallici, come il ferro, spesso coinvolti nella formazione di radicali liberi;
  • potenziare o comunque interagire con altri sistemi antiossidanti endogeni, come la superossido dismutasi (superoxide dismutases, SOD), la catalasi o la glutatione perossidasi;
  • neutralizzare il potenziale pro-antiossidante di diverse specie reattive dell'ossigeno (ROS), come l'anione superossido (O2-), il perossido di idrogeno (H2O2) o l'acido ipocloroso (HClO).

L'eccesso di queste specie reattive dell'ossigeno causa danni alle cellule (ossidazione dei lipidi di membrana), alle proteine e al DNA. Per questo, l'incapacità di fronteggiare l'eccesso di radicali liberi è stata additata di essere causa o concausa dell'invecchiamento precoce e di svariate malattie degenerative e processi di danno cellulare, finanche il cancro, le malattie cardiovascolari, l'Alzheimer ecc.

Sebbene l'eccesso di radicali liberi sia dannoso, queste molecole non andrebbero considerate a prescindere come un pericolo per l'organismo. I radicali liberi, ad esempio, svolgono anche una funzione importante di messaggeri intracellulari, oltre a essere parte essenziale dei sistemi di difesa immunitari.

Occorre piuttosto che vi sia un equilibrio tra la produzione di radicali liberi e la capacità di neutralizzarli da parte dell'organismo.

Per mantenere tale equilibrio, la dieta svolge un ruolo di primo piano, Come sottolinea l'Organizzazione mondiale della sanità, per contrastare l'azione dei radicali liberi basta la quantità di antiossidanti contenuta in cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura. Tale apporto non andrebbe sostituito con gli integratori, perché si è visto che le sostanze di sintesi assunte singolarmente non hanno gli stessi effetti benefici di quelle assai più numerose e sinergicamente benefiche contenute nei vegetali freschi.

Sebbene quelle antiossidanti siano le proprietà più note della quercitina, ridurre la sua attività biologica a tale aspetto è quantomai riduttivo.

Proprietà Antinfiammatorie e Antiallergiche

La quercetina ha evidenziato una significativa attività antiinfiammatoria, grazie all'inibizione diretta di parecchi processi iniziali della cascata di infiammazione.

Per esempio, essa inibisce sia la produzione che il rilascio dell'istamina e di altri mediatori allergici e infiammatori.

L'efficacia clinica della quercetina è stata mostrata in alcuni modelli epidemiologici sulla prevenzione dell'asma e nelle dermatiti atopiche.

Proprietà Cardio-protettive

La quercetina espleta un ruolo anti-ipertensivo e cardioprotettivo,

  • favorendo il rilassamento vascolare (vasodilatazione);
  • migliorando le funzioni endoteliali (quindi delle pareti interne delle arterie, prevenendo il formarsi di placche aterosclerotiche);
  • aumentando i livelli di monossido d'azoto;
  • limitando i processi di apoptosi delle cellule endoteliali;
  • ostacolando l'aggregazione piastrinica;
  • combattendo localmente (in maniera diretta o indiretta, quindi potenziando altri sistemi antiossidanti) i fenomeni pro-ossidanti e infiammatori coinvolti nella genesi dell'aterosclerosi e delle complicanze associate.

Proprietà Anti-tumorali

E' noto come la quercitina, al pari di molti antiossidanti, si comparti da molecola potenzialmente chemio-preventiva, ovvero capace di bloccare il processo di trasformazione di una cellula normale in tumorale.

Tuttavia, tale effetto non deve destare pericolose interpretazione errate; si tratta infatti di dati puramente sperimentali (su campioni cellulari isolati - test in vitro) che non trovano conferma quando si passa a valutare il reale effetto antitumorale sull'uomo

Modo d'uso

  • La quantità di quercetina assunta giornalmente con la dieta si attesta mediamente intorno ai 5-10 milligrammi al giorno, con variazioni interindividuali piuttosto importanti.
  • Il ministero della salute ha attualmente fissato in 200mg al giorno l'apporto massimo quotidiano di quercitina attraverso gli integratori alimentari.

Avvertenze

Studi recenti hanno dimostrato che è bene consumare, ogni giorno, cinque prodotti ortofrutticoli, preferibilmente con diverso colore: bianco, verde, rosso, giallo/arancio, viola/blu. Questi alimenti non contengono soltanto vitamine, minerali e macronutrienti, ma anche uno straordinario patrimonio di micronutrienti e phytochemicals (o fitoalessine).

Tale apporto non andrebbe sostituito con gli integratori, perché si è visto che le sostanze di sintesi assunte singolarmente non hanno gli stessi effetti benefici di quelle assai più numerose e sinergicamente benefiche contenute nei vegetali freschi. La conoscenza attuale ritiene che sia proprio questa gigantesca “orchestra” di micronutrienti a spiegare l'azione protettiva di frutta e verdura nei confronti della salute umana.

Questo è il motivo per cui il Ministero della Salute impone che nelle etichette degli integratori alimentari sia ricordato che il loro utilizzo non è un'alternativa a un'alimentazione varia ed equilibrata e a un sano stile di vita.

Controindicazioni

  • La sicurezza dell'uso della quercetina negli integratori alimentari durante la gravidanza e l'allattamento non è stata stabilita

Effetti Collaterali

  • Sebbene la quercetina non sia esente da tossicità, studi preclinici hanno dimostrato che la molecola è ben tollerata anche a dosi elevate (fino a un grammo al giorno).

Prezzo e Offerte

Prezzo Quercetina - Scopri le Migliori Offerte Online selezionate per Te

22,44Spedizione PRIMETotale 22,44€

Now - Quercetina con Bromelina - 120 caps

13,95Spedizione PRIMETotale 13,95€

WARNKE - Quercetina con Vitamina C 500mg - 60 capsule – Supporta la funzione immunitaria e aiuta a gestire disagio stagionale

32,95Spedizione PRIMETotale 32,95€

Quercetina 500mg - 150 capsule vegane

Dai un voto a Quercetina

Votazione Media 5.0 / 5. Conteggio Voti 1.

Quercetina - Migliori Offerte

22,44Now - Quercetina con Bromelina - 120
16,49LABOREST ESTEROL 10 20 COMPRESSE 920MG SENZA
17,81FERPHARMA FERPROST FORTE 15CPS MOLLI
20,20Alfasigma Linea Benessere della Donna Zemiar
×