Olio di Borragine 2019 | A Cosa Serve? Fa Male? Proprietà, Benefici

In questo articolo esaminiamo le proprietà e i Benefici dell'Olio di Borragine, analizzando gli effetti antinfiammatori del GLA e i Potenziali campi di Applicazione. Con studi scientifici e informazioni su dosi, effetti collaterali e controindicazioni

Olio di Borragine 2019 | A Cosa Serve? Fa Male? Proprietà, Benefici
Supervisione Scientifica a Cura del - Ultima revisione dell'articolo:

Che Cos'è

L'olio di borragine è un liquido di colore giallo chiaro, molto fluido e privo di particolare sapore, che si estrae dai semi della pianta Borago officinalis L..

L'olio di borragine è ricco di acidi grassi essenziali, soprattutto della famiglia omega-6; si distingue, in particolare, per essere uno degli oli vegetali con la più alta concentrazione di acido γ-linolenico (GLA).

Gli studi hanno messo in evidenza la potenziale capacità dell'acido gamma-linolenico e dell'olio di borragine di ridurre l'infiammazione, legata a molte malattie, soprattutto forme artritiche, eczematose (dermatiti) e di infiammazione respiratoria.

Tuttavia, gli effetti biologici dei grassi essenziali sono un argomento piuttosto complesso e molto rimane ancora da chiarire sul piano scientifico prima di poter raccomandare l'uso dell'olio di borragine per promuovere la salute umana.

A Cosa Serve

L'olio di borragine è stato studiato e proposto per il trattamento di varie condizioni infiammatorie.

L'esperienza empirica ed evidenze scientifiche preliminari suggeriscono un potenziale utilizzo dell'olio di borragine contro:

  • infiammazione;
  • asma;
  • dermatiti croniche ed eczema atopico (in questo caso sembrerebbe più efficace per via esterna);
  • acne;
  • malattie cardiovascolari: utile contro le dislipidemie e con un ruolo potenzialmente preventivo contro ipertensione e malattia aterosclerotica;
  • forme artritiche, compresa l'artrite reumatoide;
  • sindrome premestruale.

Tuttavia, la ricerca clinica appare limitata, per molti versi contraddittoria o comunque inconcludente.

Acido Gamma-Linolenico

L'olio di semi di Borragine viene utilizzato per il suo rilevante contenuto in acido gamma-linolenico (GLA, 18: 3n-6).

Il GLA è un acido grasso polinsaturo semiessenziale della serie ω-6, che nell'olio di semi di borragine raggiunge un tenore medio molto elevato, nell'ordine del 17-25%.

In tal senso, l'olio di borragine risulta una delle migliori fonti di acido γ-linolenico esistenti in natura.

Il GLA è un acido grasso molto raro negli alimenti; si trova solo nel latte materno e in poche fonti vegetali 1, quali:

  • olio di Borragine (Borago officinalis), che ne contiene circa il 21%;
  • olio di Ribes nero (Ribes nigrum), che ne contiene circa il 17%;
  • olio di Enotera (Oenotera biennis), che ne contiene circa il 9%.

L'olio di Borragine contiene inoltre acido α-linolenico (ALA), precursore della serie ω-3, e numerosi altri acidi grassi polinsaturi (PUFA)

Nel corpo umano, il GLA è un precursore del DGLA, che a sua volta è un precursore per la produzione di una varietà di prostaglandine della serie 1 e di leucotrieni della serie 3.

Le prostaglandine di serie 1 (PGE1) sono sostanze ormonosimili coinvolte nell'omeostasi del tessuto cutaneo e nelle reazioni infiammatorie e allergiche.

L'aumentata sintesi di PGE1 sembra aiutare a ridurre l'infiammazione legata, ad esempio, alla comparsa e al mantenimento di malattie della pelle e a problemi articolari e cardiovascolari.

In qualità di precursore del DGLA, l'acido gamma-linolenico espleta potenti effetti inibitori sull'aggregazione piastrinica e sull'infiammazione.

Tuttavia, il GLA è allo stesso tempo anche un precursore dell'acido arachidonico, a sua volta precursore di prostaglandine ad azione pro-infiammatoria.

Pertanto, la supplementazione alimentare con GLA od olio di borragine ha la capacità di aumentare:

  • sia i livelli di DGLA, che può portare a diversi effetti anti-infiammatori;
  • sia di acido arachidonico, i cui prodotti metabolici generalmente promuovono l'infiammazione.

Associazione di EPA, DHA e GLA

Per cercare di orientare il metabolismo del GLA verso la sintesi prevalente di DGLA, quindi in chiave antinfiammatoria, è stata proposta l'associazione con acidi grassi omega-3 a lunga catena di origine marina (EPA e DHA).

Diversi studi preliminari dimostrano che tale associazione risulterebbe - almeno sul piano teorico - favorevole per orientare il metabolismo degli acidi grassi in senso antinfiammatorio 2.

Le combinazioni di GLA con PUFA a catena lunga omega-3 hanno un grande potenziale per smorzare i processi infiammatori e migliorare i segni e i sintomi di diverse malattie infiammatorie.

Si consideri comunque che, a livello generale, il metabolismo degli acidi grassi essenziali (PUFA) presenta una natura dinamica e altamente complessa, influenzata da importanti fattori metabolici e genetici che creano differenze

  • da individuo a individuo;
  • all'interno del singolo individuo, da tessuto a tessuto.

Questa variabilità legata all'ospite spiegherebbe l'elevata eterogeneità riscontrata nei vari e numerosissimi studi che hanno cercato di capire meglio i potenziali benefici derivanti da un'integrazione di PUFA (tra cui EPA, DHA e GLA) 2.

Funziona?

Cosa dicono gli Studi

La letteratura scientifica che esamina gli effetti clinici degli integratori contenenti GLA è complessa e confusa.

Mentre numerosi modelli animali in vitro e in vivo  dimostrano che le diete integrate con GLA attenuano varie risposte infiammatorie, la letteratura clinica appare meno conclusiva 2.

Numerosi studi condotti principalmente negli anni '80 e '90 hanno dimostrato che gli oli botanici arricchiti con GLA (enotera, borragine, semi di ribes nero e derivati da funghi) avevano la capacità di alleviare i segni e i sintomi di diverse malattie infiammatorie croniche, tra cui l'artrite reumatoide (RA) e la dermatite atopica.

Tuttavia, diverse recensioni più recenti e meta-analisi hanno messo in discussione questi studi precedenti e sollevato dubbi sull'efficacia clinica degli integratori arricchiti con GLA, in particolare nel contesto della dermatite atopica e dell'artrite reumatoide 2.

Effetti Antinfiammatori - Artrite Reumatoide

Uno studio del 2014 3 ha confrontato gli effetti dell'olio di borragine, dell'olio di pesce e della combinazione di entrambi; la ricerca ha rilevato che l'assunzione di 1,8 grammi di olio di borragine e/o 2,1 grammi di olio di pesce al giorno e/o la loro combinazione, per 18 mesi, ha contribuito a ridurre i sintomi dell'artrite reumatoide (RA) nei 74 partecipanti allo studio dopo 9 mesi; tali miglioramenti persistevano per 18 mesi.

Lo studio ha concluso che questi oli potrebbero essere in grado di sostituire i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) per alcune persone, il che eviterebbe alcuni degli effetti collaterali di una terapia a lungo termine con questi farmaci.

Lo studio ha anche osservato che le persone potrebbero essere in grado di ridurre la quantità di farmaci antireumatici modificanti la malattia che stanno assumendo.

Uno studio in doppio cieco 4 è stato condotto su 37 pazienti con artrite reumatoide attiva, che sono stati assegnati a consumare olio di semi di borragine contenente 1,4 g di GLA al giorno, mentre al gruppo trattato con placebo è stato somministrato olio di semi di cotone.

Dopo 24 settimane di consumo, rispetto al gruppo placebo, che non ha mostrato alcun miglioramento durante lo studio, i partecipanti che hanno ricevuto olio di semi di borragine hanno mostrato un miglioramento di:

  • dolorabilità articolare;
  • numero di articolazioni gonfie;
  • rigidità mattutina.

In questo studio RCT 5, 56 partecipanti con artrite reumatoide sono stati assegnati in modo casuale ad assumere una dose giornaliera di capsule di semi di borragine contenenti 2,8 g di GLA o capsule di placebo di olio di semi di girasole per sei mesi.

  • Il 64% dei pazienti trattati con olio di semi di borragine ha mostrato un miglioramento della dolorabilità articolare e della rigidità mattutina, rispetto a solo il 21% di quelli trattati con placebo.

Contro la Dermatite Atopica

La ricerca sugli effetti dell'olio di borragine sull'eczema è mista.

Una revisione degli studi 6 che hanno utilizzato l'olio di borragine per via topica e altri oli vegetali contenenti GLA, ha trovato che l'olio di borragine esibisce sia effetti antiossidanti che antinfiammatori, che possono essere utili per le persone con dermatite atopica.

In una revisione del 2013 7 sull'effetto dell'olio di borragine assunto per via orale, i ricercatori hanno concluso che l'olio di borragine NON ha mostrato maggiori benefici per le persone con eczema rispetto ai placebo, sulla base di un'analisi di 19 studi correlati.

Secondo questo studio 8, una dose di GLA da 360 a 720 mg al giorno potrebbe essere efficace nel migliorare la salute della pelle in soggetti anziani di età superiore ai 65 anni.

Contro la Sindrome Premestruale

Alcuni autori hanno suggerito l'uso del GLA nel trattamento della sindrome premestruale.

Diverse sperimentazioni cliniche in doppio cieco controllate con placebo, e due lavori su popolazioni di pazienti molto ampie, hanno dimostrato la potenziale efficacia terapeutica del GLA 9; i sintomi che più di altri rispondono al trattamento sono la depressione e l'irritabilità, il dolore o la tensione al seno, e la ritenzione idroelettrolitica tipica della sindrome premestruale 10.

Secondo studi più recenti, tuttavia, le evidenze cliniche a supporto dell'efficacia del GLA e/o dell'olio di enotera nel trattamento della sindrome premestruale sarebbero insufficienti per raccomandarne l'uso terapeutico 11.

Effetti Antiasma

Uno studio 12 su soggetti asmatici ha dimostrato che l'integrazione della dieta per 3 settimane con olio di borragine e olio di enotera altera i livelli di PUFA a 20-22 atomi di carbonio e attenua la produzione di leucotrieni in modo coerente con una riduzione dell'infiammazione.

Uno studio clinico 13 ha osservato un miglioramento di sintomi come tosse, dispnea, respiro sibilante, sintomi notturni e iper-reattività delle vie aeree nel gruppo di pazienti con asma moderata che avevano assunto olio di borragine (5 ml tre volte al giorno) per 1 mese.

Contro l'Acne

In questo studio 14, la dieta di soggetti con acne lieve o moderata integrata con omega-3 (2 grammi di acido eicosapentaenoico e acido docosaesaenoico) oppure con GLA (olio di borragine contenente 400 mg di acido γ-linoleico) per 10 settimane ha prodotto una diminuzione significativa delle lesioni infiammatorie e non infiammatorie dell'acne. Anche la valutazione soggettiva dei pazienti è stata positiva.

Modo d'uso

Le dosi di olio di borragine e/o di GLA assunte negli studi analizzati sono piuttosto variabili.

  • In genere si consigliano dosaggi di GLA che spaziano da 230 a 720 mg al giorno.
  • Considerando che l'olio di borragine contiene circa il 20% di GLA, sono consigliabili dosi variabili da 0,5 a 3 grammi al giorno.

Avvertenze

  • Conservare il prodotto in luogo fresco, asciutto e al riparo dalla luce.
  • La data di scadenza si riferisce al prodotto correttamente conservato, in confezione integra.
  • Non superare la dose giornaliera consigliata.
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni di età.
  • L'olio di borragine e gli altri integratori non vanno intesi quali sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita.

Controindicazioni

  • L'assunzione di Olio di Borragine in presenza di condizioni patologiche o situazioni particolari, o se si sta seguendo una terapia farmacologica, è consigliata soltanto sotto controllo del medico che, conoscendo approfonditamente il quadro clinico del paziente, saprà dare i migliori consigli.
  • Poiché l'olio di borragine può interferire con i meccanismi di coagulazione del sangue, il suo utilizzo è da intendersi generalmente controindicato a pazienti con deficit emocoagulativi e a chi assume farmaci antiaggreganti piastrinici o anticoagulanti.
  • Se ne sconsiglia l'uso anche in gravidanza e allattamento, e prima e dopo un intervento chirurgico.
  • Poiché l'olio di borragine può teoricamente abbassare la soglia convulsiva a causa del suo contenuto di GLA, si consiglia cautela nei soggetti che soffrono di epilessia e in persone che sono a rischio d'insorgenza di crisi convulsive o in terapia con fenotiazine o antidepressivi triciclici .

Effetti Collaterali

  • L'olio di borragine può contenere una certa quantità di alcaloidi pirrolizidinici epatotossici, che possono causare danno epatico; il livello di queste sostanze varia in base al grado di raffinazione, perciò i pazienti dovrebbero preferire olio di borragine certificato privo di alcaloidi pirrolizidinici insaturi (UPA) tossici.
  • Sono inoltre possibili generici effetti indesiderati a livello gastrointestinale, come nausea, difficoltà a digerire e dolore alla parte alta dell'addome.

Prezzo e Offerte

Prezzo Olio di Borragine - Scopri le Migliori Offerte Online Selezionate per Te

18,95Spedizione PRIMETotale 18,95€

Olio di borragine - 150 capsule contenenti 500 mg di olio di borragine ciascuna - con acidi grassi omega-6, vitamina E e acido gamma-linolenico

12,99Spedizione PRIMETotale 12,99€

Olio di Semi di Borragine 100ml - 100% Puro e Naturali - Olio Borago Officinalis - Grandi Benefici per la Pelle - Capelli - Viso - Cura del corpo - Bottiglia di vetro - Oli Borragine

16,21Spedizione PRIMETotale 16,21€

BORRAGINE ONE A DAY GLA 30PRL ean0033984020559
+Mostra Altre Offerte

Dai un voto a Olio di Borragine

Votazione Media 4.3 / 5. Conteggio Voti 33.

Olio di Borragine - Migliori Offerte

18,95Olio di borragine - 150 capsule contenenti 500 mgolio borragine
29,90MINERVA RESEARCH LABS GOLD COLLAGEN FORTE 10olio borragine
23,31Minerva Research GOLD COLLAGEN PURE 10olio borragine
29,90MINERVA RESEARCH LABS GOLD COLLAGEN FORTE 10olio borragine
×