Genziana 2020 | Proprietà, Usi, Benefici | Effetti Collaterali

In questo articolo analizziamo le Proprietà e i Benefici della Genziana, valutandone l'Efficacia come Rimedio Eupeptico contro Disordini Digestivi. Possibili Effetti Collaterali, Controindicazioni e Modo d'Uso

Genziana 2020 | Proprietà, Usi, Benefici | Effetti Collaterali
Supervisione Scientifica a Cura del - Ultima revisione dell'articolo:

Che Cos'è

La genziana (Gentiana lutea L.), altrimenti nota come genziana maggiore, è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Gentianaceae.

Originaria dell'Europa centro-meridionale, si sviluppa nei prati e negli alpeggi. Predilige terreni poco umidi ed è diffusa fino ai 2000 m s.l.m.

La genziana appartiene a tutti gli effetti al gruppo delle cosiddette droghe ad amari. Questo termine designa un gruppo di piante medicinali i cui estratti - caratterizzati appunto da un forte sapore amaro - sono in grado di stimolare la secrezione salivare, gastrica e biliare, migliorando di riflesso l'appetito e facilitando la digestione.

La genziana e le altre droghe ad amari (come assenzio, arancio amaro, china, luppolo, centaurea, cardo benedetto e marrubio) sono quindi utili come aperitivo, stimolando l'appetito e facilitando la digestione; da qui la tradizione di assumerle a piccole dosi prima dei pasti.

A Cosa Serve

Proprietà e Usi Fitoterapici

La genziana viene usata in fitoterapia a uso interno per le proprietà:

  • eupeptiche: facilita i fenomeni digestivi e stimola l'appetito
  • corroboranti (toniche): con un'attività rigenerante per l'organismo
  • febbrifughe: aiuta ad attenuare gli stati febbrili

La Genziana trova quindi impiego per uso interno nel trattamento di

  • dispepsia (cattiva digestione)
  • ipo-secrezione gastrica (ipocloridria)
  • atonia gastrica (ristagno di cibi e dilatazione dello stomaco)
  • anoressia (mancanza di appetito, disappetenza)
  • flatulenza,
  • turbe del sistema gastrointestinale,
  • febbre.

Inoltre, per il suo contenuto di genziopicrina, in passato è stata impiegata, sola o associata a chinina, nella cura della malaria.

Nella medicina popolare la Genziana era usata, oltre che per l'azione amaro-tonica, anche per stimolare le difese immunitarie; mancano tuttavia adeguati studi clinici e farmacologici che ne confermino l'efficacia.

Per uso esterno, la Genziana vanta proprietà disinfettanti e antibatteriche ed è pertanto indicata per lavare le ferite e le piaghe.

Altri Usi

La genziana si usa anche per preparare liquori e vini amari.

Principi Attivi

Le parti della pianta utilizzate in fitoterapia sono le radici.

La radice di Genziana ha un sapore caratteristico subito dolciastro, poi amarissimo e persistente. Il colore della radice di Genziana maggiore è giallo brunastro all'esterno e giallo arancione all'interno. La consistenza della radice è spugnosa.

Nella radice si trova un principio attivo molto importante che è la genziopicrina (secoiridoidi glucosidici), che conferisce il tipico gusto amaro e la classica proprietà erboristica alla pianta.

I principi attivi caratterizzanti sono: sostanze amare (genziopicrina, amarogentina, sverziamarina, sveroside), zuccheri (genzionosio, genziobiosio, saccarosio), sostanze coloranti, pectine, olio essenziale ed alcaloidi (genzianina).

I glucosidi amari sono i principi attivi di maggiore rilevanza all'interno della Genziana.

Studi, Proprietà, Benefici

Finora, solo pochi studi clinici sono stati condotti per confermare le proprietà degli estratti di radice di genziana.

L'impiego per il trattamento della perdita di appetito e per i sintomi della dispepsia è supportato solo dall'uso tradizionale di lunga data e da studi preliminari.

Uno studio su 38 adulti sani ha scoperto che l'acqua potabile mescolata con la radice di genziana ha aumentato il flusso sanguigno al sistema digestivo, il che può aiutare a migliorare la digestione 1.

Un precedente studio aperto, non interventistico, è stato condotto su 205 pazienti con lievi disturbi gastrointestinali. Lo scopo di questo studio era la valutazione degli effetti terapeutici e della tollerabilità di un estratto secco di radice di genziana in pazienti con sintomi dispeptici.

205 pazienti (età media 53,3 anni, 65% donne) con vari sintomi dispeptici (bruciore di stomaco,
vomito, mal di stomaco, nausea, perdita di appetito, costipazione, flatulenza) sono stati trattati con capsule contenenti 120 mg di estratto secco di radice di genziana (4,4-5,5: 1, in etanolo 53% V/V) 2-3 volte al giorno, per un dosaggio medio di 4,8 capsule al giorno che equivalevano a 2,9 g di radice.

I miglioramenti nei sintomi sono stati evidenti dopo 5 giorni al massimo e alla fine dello studio (durato 15 giorni) il livello medio di miglioramento era del 68%.

L'efficacia della preparazione erboristica è stata valutata dai medici come eccellente (sintomi eliminati) nel 31% dei pazienti, buona in un ulteriore 55%, moderata nel 9% e inadeguatanel 5% dei casi.

Bibliografia: Wegner T. Anwendung eines Trockenextraktes aus Gentianae luteae radix bei dyspeptischem Symptomkomplex. Z Phytotherapie 1997, 19:163-164

Modo d'uso

Nella moderna fitoterapia la Genziana viene utilizzata sottoforma di estratti secchi titolati, estratto fluido, infusi, macerati, polveri e tintura madre. Le relative dosi di assunzione normalmente consigliate sono pari a:

  • 240 mg di estratto secco, 2-3 volte al giorno
  • 1 grammo di estratto liquido, 2-4 volte al giorno
  • 1-2 grammi di radice in 150 ml di acqua bollente (infuso),
  • 2 grammi di radice sminuzzata in una tazza di acqua fredda lasciati macerare per 4 ore (macerazione), 2-3 volte al giorno
  • 1 g di polvere, 3 volte al giorno
  • 1 ml di tintura, 1-3 volte al giorno

L'estratto secco standardizzato è la preparazione più indicata da utilizzare in compresse o capsule a scopo tonico-energetico. Invece, gli estratti liquidi di Genziana maggiore rappresentano la forma più adatta a scopo aperitivo, da assumere mezzora prima del pasto.

Le preparazioni erboristiche tradizionali come tisane, infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza la quantità di principi attivi somministrata al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico. In una tisana, infatti, le quantità di principi attivi estratti possono essere eccessive o più comunemente insufficienti, oltre al rischio di estrarre anche componenti indesiderate.

Avvertenze

  • Non superare la dose consigliata.
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni.
  • Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita

Controindicazioni

  • L'impiego della Genziana è controindicato in gravidanza, in allattamento e in pazienti con ulcere, gastriti, ernia iatale, iperacidità, esofagiti o ipersensibilità accertata verso uno o più componenti della Genziana maggiore.
  • Più in generale, l'assunzione di integratori in presenza di situazioni particolari o se si sta seguendo una terapia farmacologica è consigliata sotto controllo del medico che, conoscendo approfonditamente il quadro clinico del Paziente, saprà dare i migliori consigli

Effetti Collaterali

  • Gli effetti collaterali che la Genziana può causare sono: gastrite, ulcere, cefalea, iperacidità e crampi addominali.
  • Durante il succitato studio clinico aperto di Wegner (1997) si sono verificati eventi avversi nel 2,4% dei 205 pazienti arruolati.
    Le reazioni avverse osservate sono state flatulenza, feci molli, crampi allo stomaco e nausea / spasmo dello stomaco e mal di testa in un paziente ciascuno

Prezzo e Offerte

Prezzo Genziana - Scopri le Migliori Offerte Online Selezionate per Te

47,69Totale 47,69€

Radici di Genziana Intere per Infusi - 500 gr

21,59Spedizione PRIMETotale 21,59€

Radici di Genziana per infusi - liquori digestivi - già essiccata pronta all'uso - 200 grammi

14,24Spedizione PRIMETotale 14,24€

Genziana Radici Infuso Biologico Abruzzese - Bio Tisana Di Genziana 100g
+Mostra Altre Offerte

47,69Totale 47,69€

Radici di Genziana Intere per Infusi - 500 gr

Dai un voto a Genziana

Votazione Media 4.6 / 5. Conteggio Voti 5.
×