Fieno Greco 2019 | Cos'è? Aumenta il Latte? Fa Male? Dosi, Efficacia

In questo articolo analizziamo i benefici del Fieno Greco e le sue proprietà ipoglicemizzanti, ipocolesterolemizzanti e di stimolo sulla produzione di latte materno. Con studi e considerazioni su efficacia, effetti collaterali, uso corretto e dosaggi

Fieno Greco 2019 | Cos'è? Aumenta il Latte? Fa Male? Dosi, Efficacia Ultima modifica dell'articolo: 10/10/2019

Che Cos'è

Il fieno greco è una pianta erbacea annuale simile al trifoglio, sfruttata in fitoterapia come integratore ad azione:

  • tonica, ricostituente e remineralizzante;
  • ipoglicemizzante e ipolipidemizzante (aiuta a mantenere normali valori di glucosio e colesterolo nel sangue);
  • galattogoga (sostiene e aumenta la produzione di latte dal seno materno ).

Scarse e contrastanti sono invece le prove scientifiche a sostegno della sua presunta capacità di aumentare i livelli di testosterone nell'uomo.

La presunta capacità del fieno greco di aumentare le dimensioni del seno femminile risulta una bufala commerciale, assolutamente infondata dal punto di vista scientifico.

Il nome botanico del fieno greco è Trigonella foenum-graecum L., una pianta che appartiene alla famiglia delle Fabaceae (Leguminose).

Il frutto è un legume contenente semi scuri, appiattiti, duri, dal sapore amaro e dall'odore sgradevole. Tali semi costituiscono la "droga", ovvero la parte di interesse medicinale; al loro interno sono racchiusi numerosi principi attivi, tra cui mucillagini, saponine, lecitine, vitamine, sali minerali, flavonoidi, galattomannano, trigonellina e 4-idrossisoleucina.

A Cosa Serve

Come Integratore

Esistono evidenze scientifiche preliminari e talvolta conflittuali, secondo cui il fieno greco potrebbe risultare un valido ausilio per:

  • aumentare la produzione di latte materno;
  • migliorare la libido, ovvero il desiderio sessuale, in particolare quello maschile;
  • sostenere la sintesi di testosterone nell'uomo;
  • migliorare la fertilità maschile;
  • combattere la dismenorrea, riducendo i dolori mestruali;
  • controllare l'appetito, favorendo la riduzione del peso corporeo;
  • sostenere la performance atletica, aiutando a migliorare la composizione corporea dell'atleta e sostenendo l'espressione di potenza nel sollevamento pesi;
  • aiutare il controllo glicemico, grazie alla sua azione ipoglicemizzante e di aumento della sensibilità all'insulina;
  • aiutare il controllo della colesterolemia, riducendo i trigliceridi e il colesterolo totale e contribuendo a migliorare i valori di colesterolo HDL;
  • combattere gastriti e bruciori di stomaco;
  • combattere la sindrome dell'ovaio policistico.

Tra tutte queste attività, le meglio caratterizzate dal punto di vista scientifico sembrerebbero essere le azioni ipoglicemizzanti, ipocolesterolemizzanti e galattogoghe.

Fieno Greco nei Cosmetici

Per uso esterno, i semi di fieno greco esibiscono effetti antiossidanti e contengono una mucillagine che ha proprietà emollienti. Possono anche produrre effetti cicatrizzanti, sbiancanti (depigmentanti, antimacchie), idratanti, lenitivi e antirughe 22.

La medicina popolare segnala l'impiego degli impiastri di fieno greco (semi macinati, avvolti in un panno riscaldato e applicato direttamente sulla pelle) per trattare dolori e gonfiori locali (infiammazione), dolori muscolari, dolore e gonfiore dei linfonodi (linfoadenite), foruncolosi, dolore alle dita dei piedi (gotta), ferite, ulcere delle gambe ed eczemi.

Fieno Greco in Cucina

I semi di fieno greco sono piuttosto odorosi e hanno un sapore simile allo sciroppo d'acero.

  • I germogli, le plantule e le foglie di fieno greco sono consumate in India come verdura, sia direttamente, sia in associazione a insalate miste o come base per salse o come aromatizzante (foglioline essiccate) per minestroni e arrosti.
  • I semi polverizzati, dal sapore più deciso, sono aggiunti come aromatizzanti a pietanze e al curry.

Con i semi di fieno greco si può anche produrre un colorante giallo.

Caratteristiche

Generalità

Il fieno greco è una pianta scientificamente conosciuta come Trigonella foenum-graecum L.

Originario della regione mediterranea, dell'Europa meridionale e dell'Asia occidentale, il fieno greco è un'erba annuale alta circa 2-3 piedi (60-90 cm).

Ha foglie verdi, lungamente picciolate, alterne, trifogliate tripartite e di forma ovale.

I piccoli fiori sono bianchi o di colore giallo pallido. Il periodo di fioritura va da aprile a giugno.

Il frutto è un baccello contenente piccoli semi scuri, di colore marrone dorato, appiattiti, duri, dal sapore amaro e dall'odore pungente.

Usi nella Medicina Popolare

Per migliaia di anni, il fieno greco è stato utilizzato per lenire disturbi di vario genere, ad esempio come antispasmodico, stimolante dell'appetito, contro colesterolo alto e ferite, come detergente per il sangue e per i suoi effetti espettoranti.

Questa sua tradizione d'uso medicinale deriva sia dall'Ayurveda (principalmente) che dalla medicina tradizionale cinese (in misura minore).

L'uso del fieno greco viene citato nel papiro di Ebers (1550 a. C.) e gli Egiziani se ne servivano - oltre che come pianta rituale durante le cerimonie religiose - anche per scopi curativi, riconoscendo ai semi proprietà medicamentose.

Nella medicina popolare, il fieno greco viene utilizzato come tonico ricostituente, indicato negli stati di debolezza e di astenia, nelle magrezze eccessive e nei casi di mancanza di appetito, oltre che nelle convalescenze, nelle anemie e nel rachitismo.

Per questa pianta sono noti anche usi topici, grazie alle proprietà emollienti, dermodepurative e antinfiammatorie, utili in caso di foruncolosi, contro dolori muscolari e piccole lesioni cutanee.

Principi Attivi

I costituenti più importanti dei semi di fieno greco includono:

  • proteine (27-30%) di elevata qualità proteica;
  • lipidi (7-9%) prevalentemente insaturi;
  • fitosteroli;
  • flavonoidi;
  • alcaloidi (il più abbondante è la trigonellina);
  • cumarine (tra cui acido cinnamico e scopoletina);
  • vitamine;
  • saponine steroidee (diosgenina, iamogenina, tigogenina, gitogenina, fenugrecina);
  • trigoneosidi (saponine furostanoliche);
  • mucillagini, costituite principalmente da un galattomannano (25- 45%) che libera, per idrolisi completa, galattosio e mannosio;
  • lecitina;
  • colina;
  • vitamine del gruppo B e vitamine liposolubili A e D.

I semi e le foglie di fieno greco contengono anche una molecola chiamata sotolone, che ad alte concentrazioni conferisce l'aroma di fieno greco e di curry, e l'aroma di sciroppo d'acero o caramello a concentrazioni più basse.

La 4-idrossisoleucina sembra implicata - insieme alle fibre alimentari, ai galattomannani, alla trigonellina e ai trigoneosidi - nel conferire l'azione positiva del fieno greco sul controllo glicemico.

Proprietà, Studi, Efficacia

Aumentare la produzione di Latte Materno

Il latte materno rappresenta l'alimento migliore per il neonato, poiché fornisce tutti i nutrienti di cui ha bisogno, nelle giuste proporzioni.

Tuttavia, alcuni problemi possono causare una produzione insufficiente di latte materno.

Il fieno greco è stato tradizionalmente utilizzato, in diverse regioni geografiche mondiali, come galattogogo (per aumentare la produzione di latte materno). La prova di questo suo effetto è per lo più aneddotica, mentre ricerche scientifiche preliminari suggeriscono che il fieno greco potrebbe effettivamente essere un'alternativa sicura e naturale per sostenere e aumentare la produzione di latte materno.

  • Uno studio 1 ha suddiviso 66 madri in tre gruppi: uno ha ricevuto una tisana al fieno greco, il secondo ha assunto un placebo e il terzo non ha ricevuto nulla.
    I ricercatori hanno riscontrato che i neonati alimentati dalle madri che avevano assunto la tisana subivano un calo inferiore di peso (evento normale nei primi giorni dopo la nascita); inoltre, questi neonati riguadagnavano il peso perso più velocemente, mentre la madri hanno fatto registrare un aumento relativamente elevato della produzione di latte materno.
    Infatti, il volume di latte materno è aumentato di circa 1,15 once (34 ml) nei gruppi controllo e placebo e di 2,47 once (73 ml) nel gruppo trattato con fieno greco.
  • Una recente meta-analisi 2 di studi controllati ha rilevato che il fieno greco ha un effetto galattogogo superiore rispetto al placebo.
    Tuttavia, l'effetto galattogogo del fieno greco risulterebbe sostanzialmente inferiore rispetto al al Coleus amboinicus Lour e ai datteri di palma.

Aumentare i Livelli di Testosterone e la Libido

Uno degli effetti più pubblicizzati del fieno greco riguarda la presunta capacità di aumentare i livelli di testosterone nell'uomo.

Uno studio umano ha in effetti dimostrato che la supplementazione di fieno greco può migliorare i livelli del testosterone, ma anche dal momento che ulteriori prove mostrano risultati contrastanti, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questo effetto.

  • In uno studio 4 di 6 settimane sono stati somministrati 600 mg di fieno greco standardizzato (Testofen) al giorno a un gruppo di 60 uomini sani di età compresa tra 25 e 52 anni senza disfunzione erettile.
    La maggior parte dei partecipanti ha riportato un aumento soggettivo della forza, della libido e dell'eccitazione sessuale, mentre non vi sono stati effetti sui livelli di testosterone o prolattina.
  • In uno studio 5, i ricercatori hanno somministrato 500 mg di fieno greco al giorno e l'hanno combinato con un programma di allenamento di resistenza di 8 settimane (4 allenamenti alla settimana).
    Rispetto al gruppo placebo, che ha avuto un leggero calo del testosterone, i ricercatori hanno riscontrato un aumento dei livelli e della biodisponibilità del testosterone nel gruppo trattato con fieno greco (nessun effetto, invece, sui livelli di DHT ed Estrogeni). Questo gruppo ha anche sperimentato una riduzione del 2% del grasso corporeo, mentre l'aumento della massa magra non è riuscito a raggiungere la significatività statistica.
  • Un calo dei livelli di DHT (diidrotestosterone) si è notato in questo studio 6, che ha testato gli effetti di 500mg/die di un estratto di fieno greco somministrato a 45 atleti sottoposti a un programma di allenamento di resistenza di 8 settimane (4 allenamenti a settimana).
    I i livelli degli altri ormoni analizzati, inclusi testosterone, estrogeni e cortisolo, sono rimasti invariati.

Controllare i Livelli Glicemici

Il fieno greco potrebbe giovare sia ai diabetici di tipo 1 che a quelli di tipo 2, oltre a migliorare la tolleranza generale ai carboidrati in soggetti sani non diabetici 7, 8, 9.

  • In uno studio 10 su pazienti diabetici di tipo 1, i ricercatori hanno aggiunto 50 grammi di polvere di semi di fieno greco sgrassata ai pranzi e alle cene (tot. 100g/die) dei partecipanti allo studio, sottoposti per 10 giorni a integrazione di fieno greco nell'ambito di una dieta isocalorica.
    Il fieno greco ha ridotto significativamente la glicemia a digiuno e migliorato i valori del test di tolleranza al glucosio.
    Si è inoltre notata una riduzione del 54% nei livelli di escrezione urinaria di glucosio nelle 24 ore, insieme alla riduzione del colesterolo totale e del colesterolo LDL, e dei trigliceridi, mentre la frazione HDL è rimasta invariata.
  • Uno studio 11 ha somministrato 40mg/kg di estratto acquoso di fieno greco a partecipanti non diabetici di età compresa tra 20 e 30 anni.
    Il fieno greco ha prodotto una riduzione del 13,4% dei livelli di zucchero nel sangue quattro ore dopo il consumo dell'estratto. E' stata altresì notata una riduzione del 14,1% dei livelli di potassio.
    Circa un terzo dei partecipanti allo studio ha sperimentato sensazioni di fame, aumentata frequenza di minzione o vertigini durante le 24 ore successive all'ingestione.
  • Una metanalisi del 2014 9 conclude che: i risultati degli studi clinici supportano gli effetti benefici dei semi di fieno greco sul controllo glicemico nelle persone con diabete.
    Tuttavia, sono necessarie prove con una qualità metodologica più elevata che utilizzino una preparazione di fieno greco ben caratterizzata (per dosi e principi attivi).

Questi benefici ipoglicemizzanti possono verificarsi a causa del ruolo del fieno greco nel migliorare la funzionalità dell'insulina. Tuttavia, i benefici osservati negli studi che utilizzano polvere di semi di fieno greco o semi possono essere in parte dovuti anche all'elevato contenuto di fibre.

Studi su animali hanno dimostrato che gli estratti di semi di fieno greco hanno il potenziale di rallentare la digestione enzimatica dei carboidrati, ridurre l'assorbimento gastrointestinale del glucosio e ridurre di conseguenza i livelli di glucosio post-prandiale. Inoltre, il fieno greco ha stimolato l'assorbimento di glucosio nei tessuti periferici e ha esibito proprietà insulinotropiche nelle cellule pancreatiche di ratto isolate 9.

Altri Potenziali Benefici del Fieno Greco

Ricerche preliminari suggeriscono che il fieno greco potrebbe forse aiutare anche nelle seguenti situazioni:

  • controllo dell'appetito: diversi studi 10, 11, 12 sul fieno greco hanno dimostrato una riduzione dell'appetito e dell'assunzione di grassi. Uno studio di 14 giorni ha ad esempio rilevato che i partecipanti avevano ridutto spontaneamente l'assunzione totale di grassi del 17%.
  • Livelli di colesterolo: diverse evidenze 13, 14, 15 suggeriscono che l'assunzione di fieno greco può contribuire ad abbassare i livelli di colesterolo e trigliceridi.
  • Bruciore di stomaco 16: uno studio pilota di 2 settimane in persone con bruciore di stomaco frequente ha scoperto che il fieno greco, assunto 30 minuti prima di due pasti giornalieri, riduceva i sintomi. È interessante notare come i suoi effetti fossero sovrapponibili a quelli del farmaco antiacido ranitidina.
  • Morbo di Parkinson: una ricerca preliminare 18 suggerisce che l'assunzione di un estratto di semi di fieno greco brandizzato, due volte al giorno per 6 mesi può rappresentare un valido trattamento adiuvante nelle persone con malattia di Parkinson.
  • Infertilità Maschile 19: l'assunzione di gocce di olio di semi di fieno greco per bocca tre volte al giorno per 4 mesi migliora il numero di spermatozoi negli uomini con una bassa concentrazione di sperma.
  • Dismenorrea 20: l'assunzione di 1800-2700 mg di polvere di semi di fieno greco tre volte al giorno per i primi 3 giorni del ciclo mestruale per due cicli mestruali consecutivi, ha portato a una riduzione del dolore e degli altri sintomi della dismenorrea (affaticamento, mal di testa, nausea, vomito, mancanza di energia, sincope). Anche la necessità di antidolorifici è stata ridotta.

Valori Nutrizionali

Seme di fieno greco
Valore nutrizionale per 100 g
Energia (Calorie) 1.352 kJ (323 kcal)
carboidrati 58 g
Fibra alimentare 25 g
Lipidi 6,4 g
Proteine 23 g
Vitamine Quantità (%RDA)*
Tiamina (B1) 0,322 mg (28%)
Riboflavina (B2) 0,366 mg (31%)
Niacina (B3) 1,64 mg (11%)
Vitamina B6 0,6 mg (46%)
Folati (B9) 57 μg (14%)
Vitamina C 3 mg (4%)
Minerali Quantità (%RDA)*
Calcio 176 mg (18%)
Ferro 34 mg (262%)
Magnesio 191 mg (54%)
Manganese 1,23 mg (59%)
Fosforo 296 mg (42%)
Potassio 770 mg (16%)
Sodio 67 mg (4%)
Zinco 2,5 mg (26%)
Altri costituenti Quantità
Acqua 8,8 g

* Le percentuali sono state calcolate approssimativamente usando le raccomandazioni statunitensi per gli adulti (DRI). Fonte: Database di nutrienti dell'USDA

Modo d'uso

Considerata la scarsa mole di studi pubblicata, non è possibile definire una dose standard scientificamente efficace.

Rifacendosi ai risultati degli studi che ne hanno messo in luce le potenziali proprietà descritte nell'articolo:

  • per aumentare la produzione di latte materno: sembrerebbero adeguate dosi pari a 500-1000 mg di fieno greco al giorno;
  • per aumentare il testosterone o la libido nell'uomo: sembrerebbe adeguata una dose pari a 500-600 mg di una formulazione standardizzata al 50% di fenusidi in peso;
  • per controllare la glicemia: sembra maggiormente indicato il consumo di semi di fieno greco ridotti in polvere, aggiunti a uno o più pasti giornalieri, in dosi complessivamente variabili da 2 a 5 grammi (anche se sono state sperimentate dosi fino a 100 grammi al giorno).

Avvertenze

  • Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei tre anni.
  • Non superare la dose giornaliera consigliata.
  • Seguire le indicazioni di dosaggio e posologia suggerite dal medico o dal farmacista, oppure in assenza di indicazioni seguire quanto riportato nel foglietto illustrativo.
  • Il fieno greco e gli altri integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un corretto stile di vita.
  • L'assunzione di Fieno Greco in presenza di situazioni particolari o se si sta seguendo una terapia farmacologica è consigliata sotto controllo del medico che, conoscendo approfonditamente il quadro clinico del Paziente, saprà dare i migliori consigli.
  • L'uso dei galattogoghi naturali (incluso il fieno greco) non dovrebbe mai sostituire la valutazione e la consulenza medica sui fattori modificabili che possono influenzare la produzione di latte.

Controindicazioni

  • La sicurezza d'uso del fieno greco durante la gravidanza non è stata stabilita; in tali condizioni, andrebbe quindi assunto con cautela ed esclusivamente su specifica indicazione medica.
  • L'uso del fieno greco durante l'allattamento, per aumentare la produzione di latte al seno, sebbene presumibilmente sicuro, dovrebbe avvenire soltanto previa approvazione medica. Alcune ricerche, ad esempio, mostrano che l'assunzione di fieno greco tre volte al giorno per 21 giorni non causa alcun effetto collaterale nei neonati 21.
  • La potenziale attività antiaggregante piastrinica e antitrombotica del fieno greco impone cautela nell'uso da parte di pazienti in cura con antiaggreganti piastrinici (Aspirinetta, CardioAspirin) e anticoagulanti orali (Coumadin, Sintrom), o con disturbi della coagulazione.
  • Per la potenziale azione ipoglicemizzante, si consiglia cautela nell'uso da parte di soggetti diabetici in trattamento con farmaci ipoglicemizzanti.
  • Si deve quindi usare particolare cautela nel somministrare alti dosaggi di fieno greco a donne con diabete mellito o che assumono warfarin.
  • Le persone che sono allergiche ad altre piante appartenenti alla famiglia delle fabaceae (leguminose), tra cui soia, ceci, arachidi, piselli o altri legumi, potrebbero essere allergiche anche al fieno greco

Effetti Collaterali

  • Il fieno greco è "generalmente riconosciuto come sicuro" (GRAS) dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti
  • Esistono dati scientifici limitati sulla sicurezza del fieno greco nelle madri o nei lattanti, sebbene abbia una lunga storia d'uso come cibo e medicina in India e Cina.
  • Se usato come integratore, è generalmente ben tollerato negli adulti, ma possono verificarsi effetti indesiderati gastrointestinali: diarrea, disturbi di stomaco, gonfiore, gas, vertigini e mal di testa.
    Questi effetti sono generalmente lievi e tendono alla regressione spontanea in seguito alla sospensione del trattamento
  • Il suo effetto collaterale più insolito è la somministrazione di un odore di sciroppo d'acero all'urina, al sudore, alle feci e probabilmente al latte materno.
  • Il fieno greco può causare congestione nasale, tosse, respiro sibilante, gonfiore del viso e gravi reazioni allergiche nelle persone ipersensibili / allergiche.
  • Il fieno greco potrebbe abbassare la glicemia.

Prezzo e Offerte

Prezzo Fieno Greco - Scopri le Migliori Offerte Online Selezionate per Te

17,90Spedizione PRIMETotale 17,90€

FIENO GRECO Vegavero® | Estratto titolato al 50% in SAPONINE | TESTOSTERONE | Tonico e Ricostituente | 120 capsule | Vegan

12,25Spedizione PRIMETotale 12,25€

Natures Root Polvere di Fieno Greco Organico 250g

23,00Spedizione PRIMETotale 23,00€

FIENO GRECO * 500 mg / 60 capsule * Titolato al 50% in saponine * Antinfiammatorio, Carenze, Peso, Rendimento Sportivo
+Mostra Altre Offerte

Dai un voto a Fieno Greco

Votazione Media 4.1 / 5. Conteggio Voti 24.

Fieno Greco - Migliori Offerte

17,90FIENO GRECO Vegavero® | Estratto titolato al 50%fieno greco
23,00FIENO GRECO * 500 mg / 60 capsule * Titolato alfieno greco
20,95Testosterone Puro Booster Integratore.Fieno grecofieno greco
21,90FIENO GRECO BIO Vegavero® | Allattamento efieno greco
×