Erica 2020 | Proprietà, Usi, Benefici | Effetti Collaterali

In questo articolo analizziamo le Proprietà e i Benefici dell'Erica, valutandone l'Efficacia come Rimedio Diuretico, Antibatterico e Antinfiammatorio contro i Disturbi Urinari. Con Studi, Effetti Collaterali, Controindicazioni e Modo d'Uso

Erica 2020 | Proprietà, Usi, Benefici | Effetti Collaterali
Supervisione Scientifica a Cura del - Ultima revisione dell'articolo:

Che Cos'è

L'Erica (Calluna vulgaris L.), chiamata anche brugo, è un piccolo arbusto perenne appartenente alla famiglia delle Ericaceae.

In Italia, prolifera nelle zone centro-settentrionali dove il clima è freddo-temperato. Cresce invece con difficoltà nella zona appenninica, mentre è assente nel meridione e nelle isole.

L'erica è una pianta perlopiù ornamentale, ma è anche una pianta mellifera: il nettare dei suoi fiori, bottinato dalle api, produce un miele monoflora (miele di erica).

L'impiego dell'Erica nelle tisane trova spazio per le sue proprietà diuretiche, astringenti, antibatteriche e antispasmodiche.

A Cosa Serve

L'erica viene usata in fitoterapia a uso interno per le sue proprietà 1:

  • diuretiche: favorisce l'eliminazione dei fluidi in eccesso attraverso la stimolazione della diuresi;
  • diaforetiche: aiuta a ridurre la febbre aumentando la sudorazione;
  • astringenti: restringe i vasi sanguigni aiutando a trattenere i liquidi;
  • antispasmodiche: utile per rilassare la muscolatura involontaria e placare i dolori associati (coliche);
  • antibatteriche.

L'erica trova quindi impiego per uso interno nel trattamento di:

  • calcolosi renale: favorisce l'eliminazione dei calcoli di ridotte dimensioni, sufficientemente piccoli da essere espulsi con l'urina;
  • renella: favorisce l'eliminazione della cosiddetta "sabbiolina" che, aggregandosi nelle vie urinarie, conduce al deposito di concrezioni solide chiamate appunto calcoli renali;
  • cistiti, uretriti e infiammazioni delle vie urinarie: la sua azione diuretica sull'apparato urinario può essere utile in chiave preventiva nella terapia dilavante contro le infiammazioni della vescica e delle vie urinarie; anche le proprietà antibatteriche e antifinammatorie possono essere d'aiuto.
  • diarrea.

Per uso esterno, l'erica vanta proprietà antinfiammatorie ed è indicata per l'attenuazione delle infiammazioni della cute e della mucosa orale, e per aumentare il tono muscolare degli atleti e dei convalescenti (balneoterapia).

Droga e Principi Attivi

Le parti della pianta utilizzate in fitoterapia sono: le parti erbacee (pianta con i fiori).

Le sommità fiorite sono ricche in tannini, mentre nei rametti verdi sono stati isolati dei proantociani, di cui il leucocianidolo risulta essere quello di maggiore importanza. I principi attivi caratterizzanti sono: tannini, arbutoside, proantocianidoli, olio essenziale e flavonoidi.

Studi, Proprietà, Benefici

Le proprietà e le indicazioni terapeutiche illustrate nel capitolo precedente si basano soprattutto sull'uso tradizionale dell'erica nella medicina popolare.

I risultati provenienti da studi di laboratorio (in vitro) e su modelli animali sono limitati, ma sembrano sostenere le proprietà antiossidanti e antibatteriche dell'erica, anche nei confronti dei batteri che più comunemente provocano infezioni del tratto urinario 1, 2, 3.

Nel complesso, i dati limitati non consentono di trarre conclusioni certe sull'efficacia dell'erica come diuretico adiuvante nei disturbi minori del tratto urinario.

Modo d'uso

Nella moderna fitoterapia, l'Erica viene utilizzata sottoforma di decotti e tintura madre.

Le dosi di assunzione normalmente consigliate sono pari a:

  • 1,5 grammi di droga Erica per tazza di acqua (decotto),
  • 500 grammi di pianta Erica in due-tre litri di acqua (decotto per uso esterno),
  • 30 gocce di Erica tintura madre tre volte al giorno.

Negli ultimi anni, l'estratto secco di erica è stato soppiantato dall'uso di estratti secchi standardizzati di altre piante con effetto più sicuro ed efficace sul tratto urinario (es. uva ursina e mirtillo rosso americano).

Inoltre, le preparazioni erboristiche tradizionali come tisane, infusi, succhi e decotti, non permettono di stabilire con esattezza la quantità di principi attivi somministrata al paziente, il che aumenta il rischio di insuccesso terapeutico. In una tisana, infatti, le quantità di principi attivi estratti possono essere eccessive o più comunemente insufficienti, oltre al rischio di estrarre anche componenti indesiderate.

Avvertenze

  • Non superare la dose consigliata.
  • Tenere fuori dalla portata dei bambini al di sotto dei 3 anni.
  • L'impiego di erica è sconsigliato ai bambini e alle donne in gravidanza.
  • Gli integratori non vanno intesi come sostituti di una dieta variata, equilibrata e di un sano stile di vita.
  • Avvertenze per l'uso dell'erica nel trattamento dei disturbi urinari minori: per garantire un aumento della quantità di urina, è necessario un adeguato apporto di liquidi.
    Nel caso (durante il trattamento) si manifestino disturbi o sintomi come febbre, disuria, spasmi o sangue nelle urine, consultare il medico

Controindicazioni

  • A scopo precauzionale l'uso dell'Erica è da evitare in gravidanza e durante l'allattamento.

Effetti Collaterali

  • L'Erica non possiede particolari effetti collaterali alle comuni dosi terapeutiche, a meno che non vi sia un'accertata ipersensibilità a uno o più componenti della droga.
  • Eventuali effetti collaterali risiedono nella comparsa di irritazioni gastriche legate all'alto contenuto di tannini.

Prezzo e Offerte

Prezzo Erica - Scopri le Migliori Offerte Online Selezionate per Te

Dai un voto a Erica

Votazione Media 4.0 / 5. Conteggio Voti 4.
×