Anice 2020 | Proprietà, Benefici | Usi, Effetti Collaterali

In questo articolo parliamo delle numerose Proprietà dell'Anice, spiegandone gli Usi in Cucina e i Potenziali Effetti positivi per Favorire la Digestione. Con Studi e Indicazioni sulle Dosi Efficaci e i Possibili Effetti Collaterali

Anice 2020 | Proprietà, Benefici | Usi, Effetti Collaterali
Supervisione Scientifica a Cura del

Che Cos'è

L'anice verde (o semplicemente anice) è una pianta erbacea fiorita, identificata dalla specie Pimpinella anisum L. e appartenente alla famiglia delle Ombrellifere (Apiaceae).

La famiglia è la stessa del prezzemolo e di altre piante commestibili, come carota, angelica, pastinaca, sedano, levistico, finocchio, aneto e cumino.

Originaria dell'Oriente, la pianta dell'anice cresce spontanea su terreni pietrosi e viene coltivata in tutta Europa per il suo impiego nell'aromatizzare cibi e bevande alcoliche, pratica diffusa in particolare nel Mediterraneo.

L'anice ha un sapore di liquirizia, simile a quello del finocchio.

L'anice trova anche spazio in fitoterapia per le sue proprietà balsamiche, digestive, carminative, galattogoghe, broncodilatatorie e antispastiche.

L'anice è ben noto come carminativo ed espettorante e viene anche usato per ridurre il gonfiore intestinale e le coliche, specialmente nei pazienti pediatrici. A dosi più elevate, viene usato come antispasmodico e antisettico.

Disambiguazione

Il termine anice può anche essere riferito ad altre specie ben distinte, come:

  • anice stellato (Illicium verum L.): così chiamato per la tipica forma a stella dei suoi piccoli frutti essiccati, che hanno un odore e un sapore aromatici e assai gradevoli, analoghi a quelli dell'anice verde;
  • pepe di Sichuan: piccola bacca ottenuta da piante del genere Zanthoxylum, fortemente utilizzata in Asia come spezia; queste bacche hanno un sapore particolare, che tra sfumature di limone crea in bocca una sensazione di intorpidimento distinta dal sapore piccante.
Per distinguerla da queste specie, la Pimpinella anisum viene talvolta chiamata anice verde e rappresenta "il tipo di anice" più diffuso in Occidente.

A Cosa Serve

Anice in Cucina

L'anice ha un gusto distinto, a metà strada tra la liquirizia e il finocchio, e viene spesso usato per aggiungere sapore a dessert e bevande.

I frutti dell'anice hanno un odore e un sapore aromatici e assai gradevoli, analoghi a quelli dell'anice stellato (che tuttavia rappresenta una specie totalmente differente, più conosciuta in Oriente e ampiamente usata nei piatti dell'Asia meridionale, del Sud-est asiatico e dell'Asia orientale).

La somiglianza gustativa tra l'anice verde (Pimpinella anisum) e l'anice stellato (Illicium verum L.) si deve alla ricchezza di un principio attivo comune, l'atenolo.

I frutti (detti semi) dell'anice possono essere usati, interi o polverizzati, per aromatizzare liquori (sambuca e anisetta) e pietanze di vario tipo, come dolci (biscotti e torte), formaggi, verdure cotte e impasti salati per pane e focacce.

Anice in Erboristeria

L'Anice viene usata in medicina popolare ad uso interno per le sue proprietà:

  • digestive - stomachiche - peristaltiche: favorisce la secrezione di succhi gastrici e la peristalsi dello stomaco;
  • carminative: favorisce l'espulsione dei gas intestinali, alleviando problemi come eccesso di gas, meteorismo, crampi addominali;
  • antispastiche: utile per rilassare la muscolatura involontaria e placare i dolori associati (coliche);
  • balsamiche, secretolitiche, broncodilatatorie: utili per calmare la tosse, anche quella grassa, e migliorare la pervietà delle vie aeree;
  • galattogoghe: utile per promuovere e aumentare la produzione di latte.

L'Anice trova quindi impiego nel trattamento di:

  • dispepsia (cattiva digestione);
  • flatulenza (eccesso di gas intestinali);
  • spasmi gastrointestinali (coliche intestinali);
  • asma e iper-secrezioni bronchiali (con accumuli di catarro);
  • astenia (affaticamento, debolezza);
  • cefalea (mal di testa).

La monografia dell'EMA (European Medicine Agency)1 segnala gli utilizzi tradizionali dell'anice (Pimpinella anisum L.) come medicinale tradizionale a base di erbe:

  • per il trattamento sintomatico di lievi disturbi gastrointestinali spasmodici, tra cui gonfiore e flatulenza;
  • come espettorante nella tosse e nel raffreddore.

Droghe e Principi Attivi

Le parti della pianta utilizzate in fitoterapia sono i frutti chiamati impropriamente semi.

I principi attivi caratterizzanti sono: anetolo, estragolo, terpeni, sesquiterpeni, grassi, cumarine (umbelliferone, umbelliprenine, bergaptene e scopoletina), flavonoidi (flavonolo, flavone, glicosidi, rutina, isoorientina e isovitexina).

I principali principi attivi contenuti nella droga sono l'anetolo (75-90% dell'olio) e l'estragolo; più in generale, l'olio di anice (1-4%).

L'anetolo è responsabile del sapore e dell'odore caratteristici dell'anice, nonché delle sue proprietà medicinali.

Per distillazione in corrente di vapore dei frutti secchi di anice, si ricava un olio essenziale con proprietà antispastiche, sedative, mucolitiche e antimicrobiche.

Scopri di più sulle proprietà dell'olio essenziale di anice »

Studi, Proprietà, Benefici

Proprietà Medicinali

Dal punto di vista nutrizionale, l'anice si distingue per il buon contenuto di varie vitamine e sali minerali.

Occorre tuttavia considerare che questa spezia viene consumata in quantità così piccole da rendere il suo contributo nutrizionale del tutto trascurabile.

Un cucchiaio (7 grammi) di semi di anice fornisce circa 3:

Anice e Digestione

Uno studio clinico randomizzato in doppio cieco, che indagava gli effetti dell'anice su pazienti con dispepsia funzionale, ha scoperto che il gruppo trattato con anice (3g di polvere dopo ogni pasto 3 volte al giorno, per 4 settimane) ha registrato significativi miglioramenti dei punteggi di qualità della vita, mentre il gruppo placebo ha subìto un lieve scadimento di questi punteggi 5.

Proprietà Antidepressive

Alcune ricerche hanno scoperto che i semi di anice possono aiutare a curare la depressione.

Gli studi su animali (topi) hanno ad esempio dimostrato che l'estratto di semi di anice esibisce potenti proprietà antidepressive, al punto da risultare efficace - nell'ambito di questo esperimento - addirittura come un farmaco comunemente usato per trattare la depressione (fluoxetina) 5.

In uno studio clinico su 107 persone, l'assunzione di 3 grammi di polvere di semi di anice tre volte al giorno è stata efficace nel ridurre i sintomi della depressione postpartum, insieme a una riduzione significativa della dispepsia 6.

Analogamente, in uno studio randomizzato su 120 persone, l'assunzione di una capsula con 200 mg di olio di anice tre volte al giorno per quattro settimane ha ridotto significativamente i sintomi della depressione da lieve a moderata nei pazienti con sindrome dell'intestino irritabile 7.

Anice contro i Disturbi della Menopausa

Si ritiene che i semi di anice imitino gli effetti degli estrogeni nel corpo, riducendo potenzialmente i sintomi della menopausa 11.

In uno studio di quattro settimane, 72 donne con vampate di calore hanno assunto un placebo o una capsula contenente 330 mg di semi di anice polverizzati tre volte al giorno. Coloro che assumevano anice hanno sperimentato una riduzione di quasi il 75% della gravità e della frequenza delle vampate, mentre non è stata rilevata alcuna modifica nella frequenza e nella gravità delle vampate di calore nel gruppo di controllo 12.

Nonostante questi risultati promettenti, sono necessarie ulteriori ricerche per determinare in che modo il seme di anice stesso possa influenzare i sintomi della menopausa nelle donne.

Proprietà Ipoglicemizzanti

In uno studio di 45 giorni su ratti diabetici, l'anetolo ha aiutato a ridurre la glicemia elevata alterando i livelli di diversi enzimi chiave del metabolismo dei carboidrati. L'anetolo ha anche migliorato la funzione delle cellule del pancreas che producono insulina 15.

Un altro studio sugli animali è giunto a conclusioni simili, riferendo che l'anetolo ha migliorato i livelli di zucchero nel sangue nei ratti con diabete 16.

Occorre tuttavia considerare che questi studi hanno utilizzato una dose concentrata di anetolo, molto più elevata di quella che si trova in una porzione tipica di semi di anice.

Proprietà Antisettiche

Uno studio in provetta ha dimostrato che i semi di anice e l'olio essenziale di anice erano particolarmente efficaci contro alcuni ceppi di funghi, tra cui lieviti e dermatofiti, un tipo di funghi che può causare malattie della pelle 9.

In uno studio in provetta, l'anetolo ha bloccato la crescita di uno specifico ceppo di batteri che causa il colera, un'infezione caratterizzata da grave diarrea e disidratazione 10.

Proprietà Antiossidanti, Antinfiammatorie

Altre ricerche indicano che i semi di anice sono ricchi di antiossidanti, che possono ridurre l'infiammazione e prevenire danni ossidativi che causano malattie 19.

Uno studio sui topi ha mostrato che l'olio di semi di anice riduce il gonfiore e il dolore, con un'efficacia antinfiammatoria paragonabile a quella dell'indometacina 18.

Modo d'uso

Nella moderna fitoterapia, l'anice viene utilizzato sottoforma di estratti secchi titolati, ma anche in tisane, decotti, olio essenziale, polveri, estratto fluido e tintura madre.

Le relative dosi di assunzione, normalmente consigliate, sono pari a:

  • 1-5 grammi di semi d'Anice per tazza (infuso),
  • 0,5-10 grammi di polvere al giorno,
  • 4 gocce di olio essenziale dalle due alle tre volte al dì,
  • 12-20 gocce di estratto fluido,
  • 35 gocce di tintura madre di anice tre volte al giorno.

La monografia dell'EMA (European Medicine Agency), per le indicazioni di cui sopra. suggerisce l'uso di dosi da 0,05 a 0,2 ml di olio essenziale di anice tre volte al giorno.

Controindicazioni

  • L'Anice verde o comune è una droga sicura e nel rispetto della posologia suggerita dal medico può essere usata durante l'allattamento; in medicina popolare, i semi di Anice vengono infatti usati in tisane galattogoghe che stimolano la produzione del latte al seno.
  • L'uso in gravidanza è controindicato e in ogni caso deve avvenire solo previa approvazione medica.

Effetti Collaterali

  • La lunga consuetudine dell'uso alimentare dell'anice stellato è abbastanza indicativa dell'elevata sicurezza d'impiego di questa spezia, che in base ai dati di letteratura risulta essere molto ben tollerata.
  • Dosi fino a 20 grammi al giorno di polvere di semi di anice sono considerate sicure per gli adulti sani 9
  • L'Anice può produrre effetti collaterali come: allergia cutanea, allergia gastrointestinale o delle vie aeree, vomito, nausea, tremori (abuso dell'olio essenziale), convulsioni (abuso dell'olio essenziale) e confusione mentale (abuso dell'olio essenziale).
  • L'anice stellato giapponese (Illicium anisatum) è un albero simile all'anice stellato Cinese (Illicium verum), ma risulta altamente tossico e non commestibile; contiene infatti potenti neurotossine che possono portare a gravi sintomi fisici, tra cui convulsioni, allucinazioni e nausea 16. L'adulterazione anche solo parziale potrebbe quindi essere fonte di reazioni avverse, anche gravi, soprattutto nei bambini molto piccoli 17.
    Un'altra specie simile ma tossica e a rischio di contaminazione è l'anice stellato velenoso (Illicium lanceolatum).

Prezzo e Offerte

Prezzo Anice - Scopri le Migliori Offerte Online selezionate per Te

20,37Spedizione PRIMETotale 20,37€

Probios Semi di Anice Bio - Confezione da 1 kg

12,04Spedizione PRIMETotale 12,04€

Tisana semi anice qualità biologica - Anice adatto per prodotti da forno e dessert - Anis Pimpinella Anisum 100g

16,90Totale 16,90€

Anice Varnelli 4015155 Liquore, Cl 70
+Mostra Altre Offerte

Dai un voto a Anice Stellato

Votazione Media 2.0 / 5. Conteggio Voti 1.
×