Cannella nella Medicina Popolare

Nella medicina tradizionale cinese e in quella ayurvedica, la cannella è considerata un rimedio riscaldante; per questo viene utilizzata contro i disturbi da raffreddamento (raffreddore, influenza, tosse, mal di gola ecc.)

Cannella nella Medicina Popolare
- Specialista in Scienze Motorie e del Benessere Zarrow s.r.l.

La cannella è sempre stata una spezia molto nota e conosciuta fin dall'antichità. Questa spezia non veniva utilizzata solo per scopi culinari, ma trovava impiego anche nel trattamento di vari disturbi.
Ne facevano uso gli antichi egizi per i processi di mummificazione e veniva utilizzata anche dalle popolazioni greche e romane. Riferimenti alla cannella si trovano anche in Cina e addirittura nella Bibbia.
Nella medicina popolare, la cannella è utilizzata internamente per trattare la diarrea infantile, l'influenza, i brividi e trova impiego anche come rimedio contro le infestazioni da vermi.
Esternamente, invece, la cannella è utilizzata per la pulizia delle ferite, probabilmente in virtù delle sue potenziali proprietà antimicrobiche.
Nella medicina indiana, la cannella è impiegata per trattare disturbi gastrointestinali come nausea, vomito e mal di denti e per contrastare l'alitosi.
Nella medicina cinese, invece, la cannella è utilizzata per trattare i disturbi mestruali, la febbre e alcuni disturbi gastrointestinali, come gonfiore, flatulenza e cattiva digestione.

Le proprietà e le applicazioni medicinali della cannella descritte in questo articolo non sono state confermate da verifiche sperimentali, condotte con metodo scientifico, o non le hanno superate. Potrebbero, pertanto, risultare inefficaci o addirittura dannose.