Corpi Chetonici | Cosa Sono? Funzioni, Dieta, Integratori

In questo articolo parliamo dei Corpi Chetonici, della loro Sintesi e delle Funzioni nell'Organismo. Fanno Male? Chetosi e Chetoacidosi: Quali Differenze? Effetti e Benefici della Dieta Chetogenica e degli Integratori di Chetoni

Corpi Chetonici
Supervisione Scientifica a Cura del Dottor Gilles Ferraresi - Ultima revisione dell'articolo:

Cosa Sono

I corpi chetonici sono elementi chimici acidi che l'organismo utilizza come fonte alternativa di energia. Essi comprendono:

  • beta-idrossibutirrato;
  • acetoacetato;
  • acetone.

I corpi chetonici vengono continuamente sintetizzati dall'organismo, ma la loro produzione epatica aumenta notevolmente quando le cellule sono costrette a utilizzare prevalentemente grassi al posto degli zuccheri.

Pertanto, i corpi chetonici si formano in grandi quantità in due condizioni:

  • digiuno prolungato;
  • diabete insulino-dipendente non controllato.

Entrambe le condizioni sono infatti caratterizzate da una carenza di glucosio nelle cellule.

Altre circostanze associate all'aumentata sintesi di corpi chetonici includono alcolismo, gravidanza, gravi stati febbrili ed esercizio fisico intenso e prolungato.

Alcune Definizioni Importanti

  • Chetogenesi: sintesi dei corpi chetonici;
  • Chetonemia: concentrazione dei corpi chetonici nel sangue;
  • Chetonuria: concentrazione dei corpi chetonici nelle Urine;
  • Chetosi: accumulo di corpi chetonici nel sangue.

I due principali corpi chetonici prodotti durante la chetosi sono l'acetoacetato e il beta-idrossibutirrato. L'acetone è un terzo, meno abbondante, corpo chetonico 1.

A Cosa Servono

Funzioni dei Corpi Chetonici

Dopo essere stati sintetizzati, i corpi chetonici si accumulano nel sangue e vengono utilizzati da vari tessuti (muscolo cardiaco e scheletrico, cervello ecc.) o eliminati con le urine.

In condizioni di normale nutrizione, i corpi chetonici ricoprono un ruolo marginale nel metabolismo.

Al contrario, in condizioni di digiuno protratto, i corpi chetonici diventano una fonte energetica importante, soprattutto per il cervello.

I corpi chetonici sono molecole idrosolubili ricche di energia, che possono attraversare la barriera emato-encefalica e fornire carburante metabolico al cervello. Per questo motivo, nel digiuno, i chetoni sono fonti energetiche alternative soprattutto per il cervello.

Il cervello non può utilizzare gli acidi grassi perché questi non riescono ad oltrepassare la barriera emato-encefalica; in condizioni di carenza di glucosio è quindi necessario trovare delle fonti energetiche alternative.

Quando l'alimentazione non fornisce glucosio e le esigue riserve epatiche dello zucchero sono esaurite, c'è solo un modo per ottenerlo, e questo modo si chiama gluconeogenesi.

La gluconeogenesi è la sintesi ex-novo di glucosio a partire da alcuni amminoacidi (per questo detti gluconeogenetici); può inoltre avvenire a partire dal glicerolo (contenuto nei trigliceridi) e dall'acido lattico.

La chetosi da un lato e la gluconeogenesi dall'altro sono quindi in grado di soddisfare le esigenze energetiche del cervello.

Se non esistessero i corpi chetonici, l'organismo sarebbe costretto a disgregare importanti quantità di proteine muscolari per soddisfare attraverso la sola gluconeogenesi le esigenze di glucosio del cervello.

L'aumento della sintesi di corpi chetonici che si verifica durante il digiuno rappresenta quindi un meccanismo di adattamento protettivo per l'organismo. Tuttavia, un eccessivo accumulo di chetoni risulta dannoso, in quanto sono acidi in grado di indurre una grave acidosi metabolica.

Dopo soli tre giorni di digiuno, il cervello riceve il 25% della sua energia dai corpi chetonici. Durante il digiuno a lungo termine, questa percentuale sale a circa il 60% 2, 3.

Fanno Male?

Data la natura chimica acida di queste sostanze, un eccessivo accumulo di corpi chetonici nel sangue (detto chetosi) può acidificare eccessivamente il sangue.

La condizione più grave è nota come chetoacidosi diabetica, che riflette uno spostamento del pH del sangue verso valori più bassi del normale (acidosi).

In condizioni estreme la condizione di acidosi porta al coma e alla morte.

La chetoacidosi è tipica del diabete di tipo 1, ma può essere presente anche nel diabete di tipo 2. Si manifesta più frequentemente nelle donne e nei bambini, e ha un tasso di mortalità del 2-10%.

Chetosi e Chetoacidosi: Quali Differenze?

Nonostante la somiglianza nel nome, la chetosi e la chetoacidosi sono due cose diverse.

Mentre la chetosi fa parte del normale metabolismo, la chetoacidosi è una pericolosa condizione metabolica che può essere fatale se non trattata.

Il termine chetosi si riferisce semplicemente alla presenza di chetoni in quantità superiori alla norma nel sangue e nelle urine. Tale condizione può instaurarsi se si segue una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati, in caso di digiuno o di abbuffate alcoliche.

La chetoacidosi è invece una condizione tipica del diabete mellito di tipo 1 (non a caso, si parla di chetoacidosi diabetica). Si tratta di una condizione pericolosa per la vita dovuta dalla sovrapposizione di livelli pericolosamente alti sia di corpi chetonici che di glucosio nel sangue. Questa combinazione rende il sangue troppo acido e può risultare letale.

Anche un grave abuso di alcol può portare a chetoacidosi 4.

Sintomi della Chetosi

Il sintomo caratteristico della chetosi è l'alito cattivo.

Quando i chetoni vengono scomposti per essere utilizzati come fonte energetica si genera acetone come sottoprodotto metabolico. L'acetone viene quindi escreto dal corpo nelle urine e nel respiro, conferendogli un odore fruttato, ma non in senso positivo.

Sintomi della Chetoacidosi

I sintomi della chetoacidosi comprendono:

  • sete estrema
  • minzione frequente
  • disidratazione
  • nausea
  • vomito
  • mal di stomaco
  • stanchezza
  • confusione
  • respiro che profuma di frutta (alito acetonemico)
  • mancanza di respiro.

Dieta e Corpi Chetonici

Dieta chetogenica

La dieta chetogenica è una dieta molto povera di carboidrati e al tempo stesso ricca di grassi. La drastica riduzione dell'assunzione di carboidrati viene quindi compensata con apporti elevati di alimenti ricchi di lipidi.

Come dice il nome stesso, la dieta chetogenica determina un importante sintesi (genesi) di corpi chetonici.

Seguendo una dieta a bassissimo contenuto di carboidrati e ad alto contenuto di grassi si entra infatti in uno stato di chetosi 5.

Per entrare in chetosi, le persone hanno in genere bisogno di assumere meno di 50 grammi di carboidrati al giorno, talvolta anche solo 20 grammi al giorno.

A tale scopo, nelle diete chetogeniche le scelte alimentari si orientano verso i cibi più poveri di carboidrati e al tempo stesso ricchi di grassi (carne grassa, pesci grassi, frutta secca oleosa, formaggi) ecc. Vengono invece evitati i cereali e i derivati (pasta, pane, biscotti ecc.), tutti gli zuccheri aggiunti, moltissimi tipi di frutta (tranne piccole porzioni di bacche come le fragole, i lamponi e i mirtilli, e l'avocado), e persino i legumi e le verdure amidacee (come le patate).

FUNZIONA?

Quando si segue una dieta a basso contenuto di carboidrati, i livelli di insulina diminuiscono e gli acidi grassi vengono rilasciati dalle riserve di grasso corporeo in grandi quantità.

Molti di questi acidi grassi vengono trasferiti nel fegato, dove vengono ossidati e trasformati in chetoni (o corpi chetonici). Queste molecole possono fornire energia per il corpo, in particolare per il cervello.

Si ritiene che gli stessi corpi chetonici possano essere responsabili anche della perdita di peso associata alla dieta chetogenica 6.

Oltre a favorire una rapida perdita di peso, la chetosi può avere diversi benefici per la salute, come la riduzione delle convulsioni nei bambini epilettici 7.

Le ricerche dimostrano inoltre che la dieta chetogenica è di gran lunga superiore alla dieta a basso contenuto di grassi in termini di efficacia dimagrante e miglioramento metabolico 8, 9, 10, 11. Ad esempio, uno studio ha riportato una perdita di peso 2,2 volte maggiore per le persone che seguono una dieta chetogenica, rispetto a quelle che seguono una dieta ipocalorica e ipolipidca 12.

Uno dei vantaggi più apprezzati delle diete chetogeniche è il fatto che permettono di perdere peso senza contare le calorie e senza impazzire nel pesare ogni singolo alimento consumato 4. Inoltre, la chetosi tende a spegnere l'appetito, per cui queste diete sono in un certo senso più facili da seguire.

Gli studi hanno scoperto che la dieta chetogenica è efficace per la perdita di peso, il diabete e l'epilessia 13, 14, 15.

FA MALE?

Sebbene le diete chetogeniche siano sicure per le persone sane, possono insorgere alcuni effetti collaterali.

  • Soprattutto nei primi giorni, è comune sperimentare scarsa energia e funzione mentale, aumento della fame, problemi di sonno, nausea, disagio digestivo - stitichezza e riduzione delle prestazioni fisiche.
    Questi sintomi tendono poi a migliorare col proseguire della dieta.
  • Una dieta chetogenica potrebbe anche non fornire abbastanza vitamine e minerali, come potassio, vitamine del gruppo B e vitamina C, che sono abbondanti in frutta, verdura e altri alimenti vegetali 21.
    Inoltre, la maggiore escrezione urinaria che deriva dalla limitazione dei carboidrati può portare, nel tempo, a carenze di sodio e potassio 22, 23.
  • Mentre la sicurezza delle diete chetogeniche è dimostrata nel breve termine, è particolarmente difficile stimare gli effetti a lungo termine di una dieta così povera di carboidrati.
    Pertanto, seguire una dieta senza carboidrati per un lungo periodo potrebbe avere gravi conseguenze per la salute 24.
  • Poiché una dieta chetogenica è altamente restrittiva, molto ricca di grassi e non ben studiata per la sicurezza a lungo termine, non è adatta a persone con disturbi alimentari, bambini e donne in gravidanza o in allattamento.
  • Le persone diabetiche dovrebbero parlare con un medico prima di adottare una dieta senza carboidrati, perché questa dieta potrebbe ridurre drasticamente la necessità di farmaci o risultare per altre ragioni controindicata.

Integratori di Chetoni

La presunta utilità degli integratori di corpi chetonici per dimagrire deriverebbe dalla capacità di mettere l'organismo in uno stato di chetosi, senza dover seguire una dieta chetogenica. Si mira pertanto ad ottenere i benefici per la salute di una dieta chetogenica, soprattutto in termini di perdita di peso, senza troppe rinunce alimentari.

Questi integratori contengono il corpo chetonico Beta-idrossibutirrato salificato con sodio, potassio, calcio o magnesio.

Simili prodotti hanno effettivamente dimostrato di aumentare i livelli di chetoni nel sangue, imitando ciò che accade quando si segue una dieta chetogenica 25, 26, 27, 28.

Gli integratori di chetoni hanno anche dimostrato di ridurre l'appetito, probabilmente grazie all'effetto sulla soppressione dell'ormone grelina 29. Tale effetto sembrerebbe tuttavia significativo soltanto in condizioni di digiuno; in tal senso, questi integratori potrebbero potenziare gli effetti della dieta chetogenica o di un digiuno prolungato, ma non certo sostituirsi ad essi.

Allo stato attuale, non ci sono prove che questi integratori possano favorire la perdita di peso.

Per quanto riguarda i chetoni di lampone, si tratta di sostanze chimiche prodotte sinteticamente, che nulla hanno a che fare con i corpi chetonici. Piuttosto, la loro struttura e il loro meccanismo d'azione sono vicini a quelli della capsaicina del peperoncino e della sinefrina dell'arancio amaro. Anche in questo caso, non vi sono prove della loro efficacia dimagrante nell'uomo.

Prezzo e Offerte

Prezzo Corpi Chetonici - Scopri le Migliori Offerte Online selezionate per Te

9,95Spedizione PRIMETotale 9,95€

100 Strisce per test chetoni/chetosi urina, strumento per perdita di peso dieta Atkins

11,90Spedizione PRIMETotale 11,90€

BeFit Strisce di Test analisi chetone. Ideale per seguire la Dieta chetogenica (Intermittent Fasting, Paleo, Atkins, Dukan). 100 Strisce + 25 Gratis

50,00Spedizione PRIMETotale 50,00€

Swiss Point Of Care GK Dual chetoni pack| 1 x dispositivo di misurazione (MMOL/L) e 25 x strisce reattive per chetoni in un pratico set | per misurazioni accurate del chetone
+Mostra Altre Offerte

Dai un voto a Corpi Chetonici

Votazione Media 4.0 / 5. Conteggio Voti 20.
×