Maschera all'Argilla 2018: Benefici, Ricette, Vantaggi per la Pelle

In questo articolo ti parlo delle maschere all'argilla, spiegandoti nel dettaglio tutti i segreti di questo straordinario alleato della nostra bellezza! Scoprirai cos'è l'argilla e perché fa Bene, come si Usa e come preparare le tue maschere in casa

Maschera all'Argilla 2018: Benefici, Ricette, Vantaggi per la Pelle
- Specialista in Scienze Motorie e del Benessere Zarrow s.r.l.

Cos'è

La maschera all'argilla è un prodotto cosmetico molto versatile, che si presta a numerose applicazioni e utilizzi. Viene impiegata per il benessere della pelle fin dall'antichità, soprattutto come maschera viso purificante e per impacchi da applicare su tutto il corpo.

Tuttavia, la maschera all'argilla non rappresenta esclusivamente un trattamento dermo-estetico. Grazie alle sue particolari proprietà, infatti, si rivela adatta alla cura di alcune problematiche cutanee, quali ferite, acne, seborrea, eritemi e dermatosi.

I suoi benefici sono noti soprattutto in relazione alle pelli impure, miste o grasse, nonché alla sua azione drenante contro l'inestetismo più combattuto di sempre, la cellulite.

Non sono in molti, invece, a conoscere l'argilla per le sue proprietà antirughe di cui possono beneficiare sia le pelli più giovani, in funzione preventiva, che le pelli mature.

Le diverse funzioni delle maschere all'argilla dipendono naturalmente dal tipo di argilla utilizzato. E da qui la domanda sorge spontanea: che cos'è l'argilla?

L'Oréal Paris Maschera per il Viso Argilla Pura Purificante con Eucalipto, Purifica e Opacizza la Pelle, 50 ml, Confezione SingolaPrezzo:6,50€Offerta e Recensioni  

Approfondimento - Cos'è l'Argilla

Struttura e caratteristiche dell'argilla

L'argilla è di una sostanza minerale composta da elementi granulari finissimi ed eterogenei, presenti in diverse percentuali. Questi materiali, non a caso definiti argillosi, si sono sedimentati nel tempo ad opera dell'acqua marina, delle piogge e del vento.
Per la maggior parte si tratta di silicati di alluminio, contenenti in varia misura anche quantitativi di ferro, magnesio, sodio, potassio e calcio; tutti elementi fondamentali per il benessere della pelle e dell'organismo.
Le dimensioni microscopiche dei minerali presenti, fanno dell'argilla un materiale in grado di assorbire un elevato quantitativo d'acqua, che la rende quindi estremamente plastica e modellabile secondo le necessità.

Impieghi

Questa caratteristica ha fatto sì che l'argilla venisse sfruttata in campi molto diversi, dall'edilizia all'arte fino alla cosmesi, tanto da essere considerata da molti la materia prima più interessante dei tempi moderni.
Nell'antichità l'argilla veniva usata sia per la costruzione di laterizi che per la produzione di ceramica. Una volta sottoposta ad altissime temperature, infatti, essa perde la capacità assorbente e mantiene la sua forma solida.
In arte l'argilla può essere impiegata sia come materiale finale, sia per la creazione di calchi.
Ma l'argilla era ed è tuttora apprezzata anche per le sue proprietà benefiche e cosmetiche: cura delle ferite, dolori articolari, rimedio contro l'avvelenamento e naturalmente esfoliante viso naturale.

Più avanti vedremo proprio come si distinguono i vari tipi di argilla e quali sono i singoli utilizzi. A partire dalla conoscenza della materia prima, infatti, è possibile anche preparare alcune ricette fai da te per maschere all'argilla purificanti o detossinanti.

Benefici e Proprietà

A cosa serve

Abbiamo visto, dunque, come la maschera all'argilla si presti a diverse preparazioni, utilizzate per svariati scopi.

  • L'impiego più diffuso è senza dubbio quello rivolto alla pulizia del viso, soprattutto per pelli grasse caratterizzate da acne, brufoli, punti neri e trama cutanea irregolare. L'argilla infatti non solo assorbe le tossine e le impurità, esfoliando delicatamente la cute, ma restituisce anche le sostanze nutritive di cui è ricca, per una pelle immediatamente più liscia e luminosa.
  • Su consiglio del proprio dermatologo di fiducia, le maschere all'argilla possono costituire inoltre un vero e proprio trattamento medicamentoso contro affezioni cutanee di varia natura, dalle scottature alle allergie, passando per ferite, eczemi, contusioni ed ematomi.
  • Ma l'argilla è nota anche per la sua capacità di contrastare cellulite, pelle a buccia d'arancia e smagliature. Impacchi a base di questo prezioso ingrediente, infatti, contrastano la ritenzione idrica, stimolando la circolazione sanguigna e linfatica.
  • Meno nota, ma ugualmente apprezzata, è l'azione antiage della maschera all'argilla. Indicata per tutti i tipi di pelle, può contenere anche altre sostanze efficaci per prevenire e combattere l'invecchiamento cutaneo. Tra di esse la più diffusa è senza dubbio l'acido ialuronico, ad alta funzione idratante; ma sono egualmente impiegati anche il collagene o i peptidi cosiddetti botox like poiché imitano l'azione della tossina botulinica nel ridurre le micro-contrazioni muscolari, responsabili delle rughe d'espressione.
  • Non va dimenticato, infine, l'utilizzo della maschera all'argilla per la salute e la brillantezza dei capelli. Sia in caso di cuoio capelluto grasso che di capelli fragili e opachi, l'argilla può risultare il prodotto ideale per impacchi purificanti e rinforzanti.

Curiosità

Secondo molti miti, dalla saga mesopotamica alla Bibbia, l'uomo stesso venne plasmato dalla divinità proprio a partire dall'argilla.

Le proprietà della maschera all'argilla

Da quanto detto finora, dunque, è evidente che le maschere all'argilla possiedano numerosi benefici per la cute:

  • Proprietà purificanti;
  • Proprietà esfolianti;
  • Proprietà sebo-equilibranti;
  • Proprietà remineralizzanti;
  • Proprietà antisettiche e antibatteriche;
  • Proprietà antiage;
  • Proprietà cicatrizzanti;
  • Proprietà drenanti.

I vantaggi per la pelle

Se usata nel modo giusto, dunque, la maschera all'argilla potrà restituire una pelle purificata e quindi sana e brillante, con una sensibile riduzione dei pori. La superficie risulterà più liscia e le rughe o le smagliature attenuate. Per effetto dei sali minerali contenuti, la cute apparirà anche tonica e rimpolpata e gli inestetismi saranno via via sempre meno visibili.

Approfondimento

L'argilla nella storia

Oltre al già citato uso nella creazione di edifici e utensili vari, le proprietà terapeutiche e cosmetiche dell'argilla erano note fin dall'antichità. Il suo uso fu presumibilmente ispirato alle abitudini degli animali di ricoprirsi di fanghiglia contro le scottature o le punture di insetto, o ancora quando feriti o malati. Ad ogni modo, le testimonianze a riguardo risalgono a tempi remoti, sia in Oriente che in Occidente.

Antichi Egizi

Pare che i medici personali dei faraoni facessero uso di una particolare terra argillosa, ad alto contenuto di ferro, sia per la cura delle malattie che nel processo di mummificazione. Essi, infatti, ne avevano da tempo intuito le proprietà antisettiche e antibatteriche che sfruttavano anche direttamente su ferite e lesioni.

Grecia Antica

Le proprietà medicamentose ed estetiche dell'argilla vennero riconosciute dalle principali personalità scientifiche del periodo. Galeno la considerava infatti un ottimo rimedio, ma si deve a Dioscoride un elenco dei benefici di varie tipologie di argilla, nonché le istruzioni su come utilizzarla per rendere la cute liscia e luminosa.

A Oriente

In Cina e India pare venissero diffuse particolari tavolette d'argilla da succhiare in caso di debolezza, gonfiore, gravidanza o altri stati debilitanti. Anche il medico e filosofo persiano Avicenna ne “Il Canone della Medicina” descrive l'uso dell'argilla nel contrastare quasi ogni male.

In Italia

Le prime testimonianze di uso terapeutico dell'argilla risalgono al naturalista romano Plinio il Vecchio che le dedica persino un intero capitolo della sua “Storia Naturale”. Nel nostro paese, all'epoca, questo prezioso materiale veniva impiegato soprattutto sotto forma di bagni o impacchi per combattere i dolori articolari; ma era usato anche sulle ferite e per proteggere il bestiame dalle infezioni.

Epoca Moderna

Per alcuni secoli, l'utilizzo terapeutico dell'argilla fu dimenticato o sostituito da altri rimedi di più facile reperibilità e via via meno naturali. La ripresa si deve soprattutto agli studi dell'abate tedesco Sebastian Kneipp (ideatore del cosiddetto percorso Kneipp) sulle proprietà delle acque termali e per estensione anche dell'argilla. A partire dal secolo scorso, quindi, furono numerose le applicazioni dell'argilla per la salute, dai reumatismi alla cura del colera. Nasce così il termine argilloterapia per designare una forma di medicina alternativa che sfrutta l'azione dell'argilla nel tentativo di trattare i più svariati disturbi.

Tipi di Argilla

Come già accennato, esistono diversi tipi di maschere all'argilla che si suddividono essenzialmente in base al tipo di argilla impiegata. Esse possono essere distinte in base al colore assunto dal materiale in relazione al suo contenuto di sali minerali.

Argilla Verde

È l'ingrediente più utilizzato nelle maschere viso purificanti per pelli grasse e impure, e negli scrub corpo anticellulite. Esercita infatti una forte azione purificante, disintossicante ed esfoliante, perfetta in caso di acne e impurità. Tuttavia, per la sua azione intensa è bene abbinare la maschera all'argilla verde con ingredienti lenitivi o creme fortemente idratanti, ad esempio a base di acido ialuronico.

Cattier - Argilla verde finissima, 3 kgPrezzo:15,40€Offerta e Recensioni  

Argilla Bianca

Ben più delicata della precedente, questa argilla è indicata al trattamento delle pelli sensibili o facilmente irritabili. È nota anche come caolino e ben si presta alla realizzazione di maschere viso per la pelle secca e screpolata, grazie alla sua azione antiinfiammatoria che lenisce la cute e riduce i rossori (non a caso è un ingrediente molto utilizzato ad esempio nella preparazione della cipria).

Kaolin White Superfine Australian Clay - 1Kg by Mystic MomentsPrezzo:16,63€Offerta e Recensioni  

Argilla Rossa

Anche le maschere all'argilla rossa sono adatte alle pelli sensibili e soggette a irritazioni e dermatiti. In particolare, però, i minerali contenuti in questa speciale argilla sono utili al trattamento della cellulite e, in caso di gambe gonfie e stanche, per riattivare la circolazione sanguigna.

L'Oréal Paris Maschera per il Viso Argilla Pura con Alghe Rosse, Leviga e Ristringe i Pori del Viso, 50 ml, Confezione SingolaPrezzo:6,50€Offerta e Recensioni  

Argilla Rosa

Meno conosciute, le maschere viso all'argilla rosa sono particolarmente ricche di oligoelementi che illuminano e tonificano le pelli spente e opache. Questo ingrediente, infatti, sebbene delicato, esercita un'importante azione rigenerante e rinvigorente adatta anche ai capelli e alle pelli soggette a couperose. Dal momento che promuove il turnover cellulare è anche la maschera all'argilla prediletta dalle pelli mature.

Cattier Maschera in Tubo all'Argilla Rosa e Aloe Vera - 100 mlPrezzo:6,19€Offerta e Recensioni  

Argilla Gialla

Molto simile all'argilla rossa, quella gialla ha ottime proprietà rinfrescanti ed è apprezzata nelle maschere all'argilla per gambe stanche o per alleggerire la tensione da stress su collo e spalle. Adatta anche alla cute sensibile, viene spesso mescolata con altre argille per ottenere effetti più marcati.

Cattier Maschera in Tubo all'Argilla Gialla e Hamamelis - 100 mlPrezzo:7,40€Offerta e Recensioni  

Curiosità

L'argilla non viene impiegata solo ad uso esterno ma anche interno, soprattutto per assorbire i gas intestinali responsabili di gonfiore e meteorismo.
Addirittura, all'epoca del disastro nucleare di Chernobyl, l'argilla venne usata nei soggetti colpiti dalle radiazioni sperando che potesse assorbirle ed eliminarle così dall'organismo.

Come si Usa

Come agisce la maschera all'argilla

La maschera all'argilla deve il suo successo alla proprietà cosiddetta adsorbente del suo ingrediente principale. L'argilla infatti è un materiale poroso che, come ad esempio il carbone attivo, è in grado di intrappolare sulla propria superficie le tossine e le impurità accumulate dalla cute. In cambio, tuttavia, essa cede gli oligoelementi di cui è ricca finendo per nutrire la pelle oltre che depurarla. Affinché questo processo si svolga è necessario prestare particolare attenzione al tempo di posa, senza eccedere, e assicurarsi di gettare la maschera dopo l'applicazione e di non riutilizzarla.

Come realizzare una maschera all'argilla

L'argilla si presenta tendenzialmente come una polvere sottile che a contatto con l'acqua assume una consistenza fangosa, adatta ad essere spalmata sulla pelle. Ad oggi sono reperibili in commercio maschere pronte all'uso e adatte ad ogni tipologia di pelle; tuttavia, qualora lo desideriate, potete preparare voi stessi la vostra specifica maschera all'argilla. L'importante è tenere presenti alcuni accorgimenti essenziali.

  • Come abbiamo più volte sottolineato, infatti, l'argilla tende ad assorbire le sostanze presenti sulle superfici con cui viene in contatto. Ecco perché per la preparazione della vostra maschera all'argilla dovete dotarvi di contenitori puliti in legno, vetro o ceramica, ma assolutamente non in metallo, dal momento che potrebbero contaminare il prodotto. Allo stesso tempo per amalgamare gli ingredienti usate un cucchiaio di legno.
  • A questo punto è necessario reidratare la polvere di argilla aggiungendo del liquido diverso a seconda del risultato che si vuole ottenere. Può trattarsi di semplice acqua oligominerale (si sconsiglia quella del rubinetto, troppo calcarea), come anche di acqua termale o salata, o persino di infuso di camomilla per le pelli delicate. Attendere circa un quarto d'ora prima di amalgamare i due ingredienti in modo da dare tempo all'argilla di assorbire l'acqua e le sue proprietà.
  • Mescolare quindi fino ad ottenere una crema spalmabile ma non troppo liquida. In questa fase è possibile aggiungere altri ingredienti funzionali, come oli essenziali o sostanze idratanti e lenitive.

Come applicare la maschera all'argilla

La consistenza raggiunta dalla maschera all'argilla è molto importante ai fini dell'applicazione sulla cute. Può essere stesa sulla pelle usando le dita oppure un pennello a setole morbide. Per le ragioni già menzionate, la cute deve essere pulita e detersa, senza traccia di make-up o creme viso; allo stesso tempo deve risultare ben asciutta affinché il composto aderisca perfettamente.
Nel caso di maschere viso, si può applicare uno strato sottile di argilla su tutta la superficie di viso e collo, evitando però il contorno occhi e il perimetro delle labbra.
La maschera all'argilla va rimossa non appena la sostanza si secca e indurisce, e in ogni caso la posa non deve mai superare i 15 minuti. Se la vostra maschera all'argilla fai da te dovesse asciugarsi troppo velocemente, ricordate la volta successiva di aggiungere al composto del miele o degli oli vegetali.
Potete rimuovere la maschera semplicemente con dell'acqua tiepida, facendo attenzione a non sfregare con troppa aggressività. Tamponate quindi la cute con un asciugamano e applicate la vostra crema viso preferita, idratante, nutriente o emolliente a seconda delle necessità.

Curiosità

Dal momento che a zone diverse corrispondono esigenze diverse, anche le maschere all'argilla si prestano al cosiddetto multimasking, ovvero l'applicazione di maschere specifiche sulle singole zone del viso. Ad esempio, la maschera all'argilla verde è ideale sulla famosa zona a T, mentre quella all'argilla rosa sulle guance, più delicate.

Ricette

Maschera purificante all'argilla verde fai da te

Ideale per purificare la pelle a tendenza mista e grassa, questa maschera viso è molto semplice da preparare. Basterà mescolare la polvere di argilla con dell'acqua termale nelle proporzioni di due a uno, ossia ogni due cucchiaini di argilla uno di acqua. Per coprire la superficie del viso dovrebbe bastare una quantità di polvere corrispondente circa ad una tazzina da caffè o mezzo bicchiere.
Per ammorbidire e lenire la cute potete aggiungere due cucchiaini di miele o un paio di gocce di olio di mandorle dolci o d'Argan, che ritarderanno leggermente l'asciugatura della maschera all'argilla prolungandone i benefici.

Maschera antiage all'argilla bianca fai da te

Particolarmente adatta a rigenerare e rinnovare la cute, la maschera all'argilla bianca è ottima anche per le pelli non più giovanissime. Alla tazzina da caffè di argilla bianca aggiungiamo il giusto quantitativo di acqua alle rose (sempre nella proporzione di un cucchiaino ogni due di argilla), per poi arricchirla con un cucchiaino di miele o, ancora meglio, di aloe vera gel.

Maschera lenitiva all'argilla rossa fai da te

Un vero e proprio toccasana per le pelli irritate e sensibili, soggette ad arrossamenti. Ecco allora che all'acqua sostituiremo dell'infuso di camomilla e a piacere si potranno aggiungere alla maschera all'argilla due gocce di olio essenziale di calendula o mezzo cucchiaino di farina d'avena, entrambi con funzione calmante sulla cute.

Prezzo e Offerte

Prezzo Maschera all'argilla - Scopri le Migliori Offerte Online

L'Oréal Paris Maschera per il Viso Argilla Pura Purificante con Eucalipto, Purifica e Opacizza la Pelle, 50 ml, Confezione SingolaPrezzo:6,50€Offerta e Recensioni  
Maschera Viso Argilla, iFanze Maschera Viso Idratante, Maschera per viso pulizia profonda, Argilla Naturale di Qualità per Rimuovere Pelle Morta, Acne, Punti Neri, Detossina e Illumina la Pelle, 200gPrezzo:11,99€Offerta e Recensioni  
Cattier Maschera in Tubo all'Argilla Verde e Menta - 100 mlPrezzo:7,40€Offerta e Recensioni