Acido Tartarico | Cos'è? Usi, Benefici, Effetti Collaterali

In questo articolo parliamo dell'Acido Tartarico, analizzandone Proprietà, Impieghi alimentari e industriali e l'impatto sulla Bellezza della Pelle e la Salute dell'organismo

Acido Tartarico
Supervisione Scientifica a Cura del - Ultima revisione dell'articolo:

Che Cos'è

L'acido tartarico (acido 2,3-diidrossibutanedioico) è un alfa-idrossiacido presente nella frutta e nel vino. Risulta particolarmente abbondante nell'uva e nel tamarindo.

Chimicamente, l'acido tartarico è un acido dicarbossilico derivato dall'acido succinico.

Si presenta sotto forma di polvere di colore bianco, solubile in acqua, e riconosce numerosi impieghi nei settori alimentare, farmaceutico e cosmetico.

L'acido tartarico si ricava dai sottoprodotti dell'industria enologica (tartaro delle botti, fecce ecc.).

A Cosa Serve

Acido Tartarico come Additivo Alimentare

In campo alimentare, l'acido tartarico viene usato come agente acidificante, aromatizzante e conservante nella produzione del vino e di vari prodotti alimentari; nella lista degli ingredienti, può essere indicato dalla sigla E334.

La sua presenza è comune nei succhi di frutta, dove viene usato come acidificante e antiossidante, e nelle bevande gassate.

Il bitartrato di potassio (detto cremortartaro) viene utilizzato nella preparazione di acque gassate e nella preparazione di agenti lievitanti per dolci e per il pane. In associazione al bicarbonato di sodio, determina - a contatto con l'acqua - l'idrolisi del bicarbonato e lo sviluppo di anidride carbonica gassosa, con conseguente lievitazione dell'impasto.

Acido Tartarico nei Farmaci

Nell'industria farmaceutica e degli integratori alimentari, l'acido tartarico si usa come acidificante in preparati effervescenti, in combinazione con acido citrico e bicarbonato di sodio, per migliorarne il sapore e sviluppare l'effervescenza.

Viene inoltre complessato ad altri attivi come veicolo per aumentarne la solubilità e la biodisponibilità (ad es. carnitina tartrato ecc.).

Acido Tartarico nei Cosmetici

Nei cosmetici, l'acido tartarico (INCI Tartaric Acid) viene utilizzato per la formulazione di prodotti schiarenti, antimacchia, nel trattamento di discromie e melasma.

E' impiegato anche in prodotti anti acne e antiageing e nel trattamento di pelli impure, asfittiche e ispessite. Può essere utilizzato anche come regolatore di pH.

Viene generalmente impiegato a concentrazioni comprese tra l'1 e il 10%, da solo o in associazione ad altri alfa-idrossiacidi.

Altri Usi

L'acido tartarico viene utilizzato come lucidante per superfici metalliche costituite da alluminio, rame, ferro e leghe di questi metalli.

Viene anche usato nelle industrie agricole come agente chelante per complessare i micronutrienti nei fertilizzanti del suolo.

Fa Bene alla Salute?

L'acido tartarico è un composto naturale che ha dimostrato di avere proprietà antiossidanti e può aiutare a prevenire la formazione di calcoli renali 1.

L'acido tartarico espleta anche un blando effetto lassativo 2. Insieme alle fibre, agli zuccheri e ad altri acidi organici, concorre all'azione lassativa dell'uva, del tamarindo e della frutta in genere.

Gli acidi organici (come acido ascorbico, citrico e tartarico) impediscono la precipitazione del ferro ferrico contenuto nei vegetali, riducendolo allo stato ferroso e formando ligandi solubili disponibili per l'assorbimento. In altri termini, l'acido tartarico aiuta in maniera rilevante l'assorbimento del ferro alimentare 3.

Assunto a dosi eccessive in forma isolata, l'acido tartarico può dare problemi gastrointestinali, come nausea, vomito, dolori intestinali e diarrea.

Proprietà Cosmetiche

In associazione ad altri alfa-idrossiacidi (acido glicolico, acido malico ecc.), l'acido tartarico espleta una buona attività cheratolitica.

Viene quindi usato come agente esfoliante, per rigenerare la pelle e migliorare l'aspetto delle cheratosi, delle cicatrici e dell'acne.

La sua azione acantolitica diminuisce l'adesione fra i corneociti e assottiglia lo strato corneo dell'epidermide, facilitando l'eliminazione rapida dei corneociti pigmentati, con un conseguente effetto schiarente e un aumento della luminosità cutanea.

Applicato su cute acneica, l'acido tartarico esercita attività comedolitica, facilitando lo svuotamento di cisti e microcisti.

Grazie all'azione esfoliante, l'acido tartarico aiuta a:

  • promuovere la sintesi di collagene, acido ialuronico e il flusso sanguigno;
  • migliorare l'aspetto delle linee superficiali e delle rughe;
  • favorire la decolorazione delle macchie scure;
  • levigare le cicatrici, rendendole meno evidenti;
  • aumentare la luminosità della pelle;
  • aumentare l'assorbimento di altri attivi presenti nel cosmetico.

Acido Tartarico nel Vino

L'acido Tartarico è tra i principali acidi organici dell'uva.

Può essere aggiunto dall'industria enologica sotto forma di cristalli bianco trasparenti, allo scopo di modificare e correggere l'acidità del vino, migliorandone la conservazione, riducendo la produzione di acidità volatile e migliorando la vivacità del colore.

Bisogna comunque considerare che in presenza di potassio, l'acido tartarico forma dei sali poco solubili di tartrato acido di potassio che precipitano, in quantità variabile, a seconda delle caratteristiche chimico-fisiche del vino. Si tratta naturalmente di una caratteristica indesiderata che dev'essere eliminata attraverso opportuni interventi tecnologici.

Prezzo e Offerte

Prezzo Acido Tartarico - Scopri le Migliori Offerte Online

13,90Totale 13,90€

Acido Tartarico e334 1kg acidificante per vino

14,00Totale 14,00€

Hoppy Acido Tartarico da 1 Kg 100% Naturale E334 Enologico e Alimentare Alta Qualità Italiana

12,30Totale 12,30€

Acido Tartarico 1Kg
+Mostra Altre Offerte

Dai un voto a Acido Tartarico

Votazione Media 3.7 / 5. Conteggio Voti 7.
×