Prodotti AntiAging | Come Agiscono? Ingredienti Efficaci

Con questo articolo affrontiamo il problema dell'invecchiamento cutaneo, analizzando le soluzioni sviluppate dalla cosmesi per affrontare le cause del problema sotto molteplici punti di vista, e descrivendo gli attivi più efficaci in chiave antiaging

Prodotti AntiAging
Supervisione Scientifica a Cura del Dottor Gilles Ferraresi - Ultima revisione dell'articolo:

Invecchiamento Cutaneo

I tipici segni dell'invecchiamento della cute sono:

  • la secchezza cutanea,
  • la comparsa delle rughe,
  • la riduzione dell'elasticità della pelle,
  • l'ipercheratosi,
  • la formazione di macchie pigmentate sulla cute (denominate anche “macchie senili”).

L'invecchiamento cutaneo è un insieme di processi dovuti a fattori biochimici, genetici e ambientali che provocano un'alterazione delle normali condizioni della pelle; questi fenomeni sono accentuati da un'esposizione eccessiva ai raggi solari (photoaging), dal fumo e dall'inquinamento atmosferico.

Numerosi studi sono riusciti a dimostrare che l'invecchiamento della pelle è causato - almeno in parte - dalla diminuzione della produzione delle difese antiossidanti del nostro organismo.

Cosmetici Antiaging

Un prodotto cosmetico antiagin, che si propone di contrastare l'invecchiamento cutaneo, dovrebbe quindi avere queste caratteristiche:

  1. Proteggere dai danni dei radicali liberi;
  2. Migliorare l'idratazione della cute, andando a idratare e a conferire turgore alla pelle;
  3. Migliorare il microcircolo per ossigenare i tessuti e conferire il giusto nutrimento a quest'ultimi;
  4. Favorire la formazione di acido ialuronico, collagene ed elastina.
  5. Schiarire le macchie pigmentate (questa caratteristica viene presa in considerazione se il prodotto antiage è rivolto a un pubblico con età avanzata).

Un prodotto cosmetico deve quindi contenere diverse sostanze (spesso vengono combinati anche più prodotti cosmetici), che lavorino in sinergia per ottenere un buon risultato.

Gli ingredienti che si possono ritrovare all'interno delle formulazioni antiaging sono:

  1. ANTIOSSIDANTI/ANTIRADICALI LIBERI;
  2. LEVIGANTI/ESFOLIANTI;
  3. MIORILASSANTI;
  4. INGREDIENTI CON EFFETTI SUL DERMA;
  5. RISTRUTTURANTI DI BARRIERA.

Antiossidanti

Sono tutte quelle sostanze in grado di contrastare i danni creati dai radicali, come la perossidazione dei lipidi, da cui originano a loro volta altre molecole reattive.

Alcune sostanze dotate di attività antiradicalica e/o antiossidante sono: resveratrolo, rutina, quercetina, canferolo, oleuropeina, acido caffeico, antocianidine, procianidine, derivati della vitamina A (estere), derivati della vitamina C (estere) ed infine derivati della vitamina E (estere, tocoferoli, tocotrienoli).

Leviganti od Esfolianti

Alfa-idrossiacidi

I composti maggiormente impiegati per ottenere un'azione levigante o esfoliante sono gli alfa-idrossiacidi o AHA. Il loro nome deriva dal fatto che nella molecola è presente un gruppo alcolico in posizione alfa rispetto alla funzione carbossilica dell'acido.

I più noti AHA sono l'acido glicolico, l'acido salicilico, l'acido lattico, l'acido citrico e l'acido malico.

Tutti questi acidi hanno la caratteristica di avere nella loro molecola almeno un gruppo ossidrilico e almeno un gruppo carbossilico. Si è visto che utilizzando questi componenti è possibile ottenere l'esfoliazione degli strati superficiali della cute o peeling.

Questo avviene perché la molecola degli AHA indebolisce i legami proteici che legano i cheratinociti tra loro, portando all'esfoliazione degli strati cornei più superficiali. Tale effetto si ripercuote sino allo strato basale o germinativo dell'epidermide, determinando la stimolazione della proliferazione cellulare.

Gli alfa-idrossiacidi sono quindi in grado di indurre i fibroblasti a produrre glicosamminoglicani o GAG, collagene ed elastina.

In genere, gli AHA agiscono prevalentemente a livello del cheratinocita e in base alla loro concentrazione hanno effetti differenti. Ad alte concentrazioni è possibile ridurre la pigmentazione cutanea, mentre a concentrazioni attorno al 10% si ottiene un forte stimolo al rinnovamento cellulare.

L'azione esfoliante, oltre che dalla concentrazione, dipende anche dal pH della formulazione: a pH acido (3) prevale l'azione esfoliante, mentre a pH superiori (5-6), gli AHA svolgono un'azione puramente idratante.

Una controindicazione è legata al fatto che - essendo degli acidi - possono causare irritazioni se non utilizzati nella maniera corretta.

Poliidrossiacidi

Oltre agli alfa-idrossiacidi esistono dei prodotti di seconda generazione che sono i PHA o poliidrossiacidi. Hanno degli effetti analoghi ai precedenti, però non possiedono caratteristiche irritanti. I principali composti della famiglia dei poliidrossiacidi sono il gluconolattone e l'acido lattobionico. In entrambe le molecole sono presenti diverse funzionalità ossidirliche.

Il vantaggio dei PHA è che sono meno irritanti rispetto agli AHA, perché sviluppano i loro effetti più lentamente.

Nella tabella seguente vengono messe in confronto le caratteristiche di PHA ed AHA.

CONFRONTO TRA PHA E AHA
AHA PHA

Sono di piccole dimensioni

Dimensioni più grandi

Presentano un solo gruppo - OH

Presenza di molti gruppi ossidrilico

Penetrazione rapida

Penetrazione lenta

Azione su cheratinizzazione e rinnovamento cellulare

Azione degli AHA più altri effetti specifici.

15,99Spedizione PRIMETotale 15,99€

Pranaturals Scrub Corpo Rivitalizzante ai Sali del Mar Morto 500g, Esfoliante, Nutriente e Organico al 100%, Ricco di Minerali Naturali, Ideale per Tutti i Tipi di Pelle, Con Olio di Mango e Kiwi

Sostanze miorilassanti

Sono delle sostanze che agiscono sui muscoli del viso, rilassandoli. La maggior parte di queste sostanze viene impiegata per ridurre le rughe di espressione.

La sostanza miorilassante per eccellenza è la tossina prodotta da un batterio, il botulino, nota con il nome BOTOX®. La tossina botulinica è una delle tossine più efficaci, perché riduce il rilascio di acetilcolina, neurotrasmettitore responsabile della contrazione muscolare.

Questa tossina agisce tramite una paralisi temporanea dei muscoli nei quali viene iniettata; pertanto, se tali iniezioni avvengono a livello dei muscoli mimici facciali possono dare un aspetto giovanile e riposato al viso.

Si deve ricordare che la somministrazione di questa tossina botulinica spetta SOLTANTO A PERSONALE ALTAMENTE COMPETENTE, come medici specialisti in chirurgia plastica, maxillo-facciale, dermatologia ed oculistica. Infatti, una somministrazione da parte di personale non competente può causare seri problemi di salute alla persona che ne fa uso.

Ci sono anche altre sostanze che svolgono più o meno la stessa funzione del botulino, ad esempio gli acetil-esapeptidi, il dipeptide Diaminobutyroyl Benzylamide Diacetato ed infine i lipopeptidi.

  • Gli acetil-esapeptidi sono peptidi di sintesi che modulano il rilascio di neurotrasmettitori, con conseguente riduzione delle rughe.
  • Il dipeptide diaminobutiroil benzalmide diacetato è sempre di sintesi e modula il rilascio dello ione calcio inibendo così la contrazione della muscolatura.
  • I lipopeptidi, sempre di origine sintetica, sono delle catene di acido grasso legate a sequenze aminoacidiche. A questi ingredienti vengono attribuiti molteplici effetti, come la stimolazione del rilascio di sostanze che agevolano il rilassamento muscolare o l'attenuazione del rilascio di quelle che ne accentuano la contrazione.

Attivi sul Derma

Ingredienti Cosmetici con effetti sul derma

I principali composti che possono agire sul derma sono:

  1. Retinolo;
  2. Panax Ginseng;
  3. Centella Asiatica;
  4. Echinacea Angustifolia;
  5. Fucosio;
  6. Acido Ursolico

Il retinolo

Il retinolo non è altro che la vitamina A. Come ben sappiamo la vitamina A è una molecola altamente instabile: è termolabile, fotosensibile e si ossida velocemente se esposta all'ossigeno atmosferico.

Vista la sua estrema sensibilità, questa molecola, a 20 atomi di carbonio, viene impiegata sotto forma di estere (acetato o palmitato) per aumentarne la stabilità. A livello cutaneo il retinolo stimola la crescita di nuove cellule e regola le secrezioni.

92,80Spedizione PRIMETotale 92,80€

SIERO Viso | X115® ACE | VITAMINE PURE Mono-Concentrate | Siero Vitamina C + Siero Vitamina A - Retinolo + Siero Vitamina E ? ANTIRUGHE - Antimacchie | Illuminante

Il Panax Ginseng

Dalle sue radici si estraggono i ginsenosidi, saponine con azione antiossidante e antinfiammatoria.

Studi recenti hanno determinato che questi ginsenosidi hanno capacità stimolante sulla formazione di acido ialuronico.

Centella Asiatica

Dalle sue parti aeree si ricava un estratto caratterizzato da una frazione triterpenica composta da acido asiatico e madecassico, asiaticoside e tutti i relativi isomeri.

Questa frazione ha delle proprietà stimolanti sulla produzione di collagene, quindi sui fibroblasti.

Echinacea Angustifolia

Nelle radici sono presenti composti che contengono alcuni derivati dell'acido caffeico, come per esempio l'echinacoside.

Queste sostanze hanno attività inibitoria sull'enzima che degrada l'acido ialuronico.

Fucosio

Il fucosio è uno zucchero, un monosaccaride presente in diversi polisaccaridi di frutta e verdura, ma si può trovare anche nei batteri (nelle loro pareti cellulari) e nelle glicoproteine seriche. Inoltre il fucosio è un componente fondamentale della parte zuccherina di alcuni glucosidi che agiscono sul cuore.

Sulla cute, agisce come stimolatore della crescita cellulare e come antiossidante.

Acido Ursolico

L'acido ursolico, che è un triterpene policiclico, viene estratto dalle foglie del rosmarino.

Possiede diverse attività, come l'azione antinfiammatoria, antimicrobica, antiradicalica, stimolante del microcircolo superficiale e inibitoria sull'enzima elastasi.

Ristrutturanti

Le sostanze maggiormente impiegate come ristrutturanti nei cosmetici antiaging sono le CERAMIDI.

Queste sostanze sono di natura lipidica e si ritrovano facilmente nel nostro organismo in diversi distretti, come cervello, unghie, capelli e in particolare nello strato corneo. Queste ceramidi svolgono un'azione coesiva tra i vari corneociti, ostacolando la perdita d'acqua transepidermica, ma anche migliorando e mantenendo l'idratazione e la giusta elasticità della cute, aumentando la resistenza ad agenti chimco-fisici che possono insultare lo strato corneo ed infine regolando l'attività di desquamazione/coesione.

Le ceramidi che possono essere prodotte sinteticamente o semi-sinteticamente in laboratorio, vengono identificate da un numero che va da 1 a 5. Ogni ceramide avrà un compito differente; per esempio, la ceramide 2 e la cermide 5 svolgono compiti relativi all'idratazione e alla ristrutturazione dello strato corneo.

Le ceramidi sono dei composti molto costosi perché vengono prodotte mediante una sintesi complessa.

30,00Spedizione PRIMETotale 30,00€

X115® Crema Viso Donna | 15 ml ? Crema Antirughe MultiAzione ? IDRATANTE | Acido Ialuronico, Collagene | LIFTANTE | Esapeptidi | RIDENSIFICANTE | Oli di Argan, Acai, Avocado | Vitamina C, E, Retinolo

Dai un voto a Prodotti AntiAging

Votazione Media 4.4 / 5. Conteggio Voti 32.
×