Qualità del Vino ed Effervescenza

Per avere un'idea sulla qualità di un vino effervescente, è sufficiente osservarne attentamente le bollicine: più sono numerose, piccole, vivaci e regolari, più elevata è la sua qualità. Questo parametro non può essere chiaramente valutato nei vini fermi

Qualità Vino
Supervisione Scientifica a Cura del Dottor Gilles Ferraresi - Ultima revisione dell'articolo:

Effervescenza e Bollicine

L'effervescenza rappresenta uno dei parametri che ci permette di valutare la qualità del vino attraverso la semplice osservazione. Le bollicine costituiscono dunque un vero e proprio indicatore di qualità di un vino effervescente. Chiaramente, la qualità della bevanda attraverso l'osservazione delle bollicine non può essere valutata nei vini tranquilli o fermi, essendo non effervescenti (privi di anidride carbonica).

Eccesso di Effervescenza

Alcuni vini risultano troppo effervescenti e vivaci: la condizione dev'essere considerata normale per i vini molto giovani. L'eccesso di effervescenza percepito, in questo caso, è dovuto all'anidride carbonica che viene prodotta nella fase di fermentazione alcolica ed appare evidente roteando semplicemente il bicchiere.

Valutazione della Qualità

Per valutare, approssimativamente, il pregio di un vino effervescente, l'occhio attento dell'aspirante intenditore deve considerare:

  • Quantità di bollicine
  • Dimensione delle bollicine
  • Comportamento dell'effervescenza

Quantità di Bollicine

La quantità (visibile) di bollicine di un vino su un bicchiere dipende soprattutto dal modo in cui è stato pulito ed asciugato il calice. In linea generale, più un bicchiere è pulito e liscio, meno bollicine farà apparire (l'effervescenza si percepirà al palato). Le bollicine tendono a formarsi a partire dalle microscopiche sporgenze della parete interna del bicchiere. Non a caso, gli intenditori raccomandano di asciugare l'interno del calice con un canovaccio: le minuscole fibre dello straccio, depositandosi lungo le pareti del bicchiere, favoriscono lo sviluppo delle bollicine!

Dimensione delle Bollicine

Dopo aver versato il vino effervescente in un calice, si può facilmente valutarne la qualità mediante la semplice osservazione. Ecco come fare:

  • Sistemare il calice con il vino effervescente all'altezza degli occhi
  • Osservare le dimensioni delle bollicine

In generale, più piccola è la dimensione delle bollicine, migliore è il pregio di quel vino: in questo caso, significa che la fermentazione della bevanda è stata eseguita in modo accurato e lentamente.
Quando le bollicine sono grandi ed irregolari, probabilmente, siamo di fronte ad un vino scadente e grossolano.

Comportamento dell'Effervescenza

Per valutare con più accuratezza la qualità del vino, è possibile controllare il comportamento dell'effervescenza. In un Buon Vino, le minuscole bollicine devono apparire vivaci e risalire con le altre bolle in una fila ordinata e ben disposta fino alla superficie. Le bollicine dovrebbero dunque apparire tutte in ordine, formando quasi un filo sottile.

305,00Totale 305,00€

Bolgheri Sassicaia DOC Tenuta San Guido 2018 0,75 ?

165,50Totale 165,50€

Balerìn Amarone della Valpolicella 2016-92 punti James Suckling - Vino Veneto Rosso Biologico - DOCG - 0.75L (6 Bottiglie)

44,60Totale 44,60€

Cassetta da 2 bottiglie: Amarone e Ripasso della Valpolicella Dal Moro 0,75 L, Cassetta di legno

Dai un voto a Qualità Vino

Votazione Media 4.0 / 5. Conteggio Voti 126.

Qualità Vino - Migliori Offerte

305,00Bolgheri Sassicaia DOC Tenuta San Guido 2018 0,75vino pregiato
15,90Carpenè Malvolti 1868 Rive di San Pietro divino pregiato
58,50Antinori Tignanello 2019 (Bottiglia 375vino pregiato
4,90Cantina di Solopaca Falanghina IGP Cantina Divino pregiato
×