Olio Siciliano - Produzione, Sapore, Abbinamenti

Olio Siciliano - Produzione, Sapore, Abbinamenti

Le innumerevoli sfumature dell'Olio Siciliano

L'Olio Siciliano è un prestigioso simbolo della cultura isolana, un vero e proprio fulcro dell'economia locale: le innumerevoli varietà di ulivi presenti ne costituiscono la prova concreta. Con ogni probabilità, la Sicilia è la regione con il maggior numero di cultivar di ulivo in tutto il bacino Mediterraneo: dati alla mano, si ritiene che le varietà di piante destinate alla produzione di olive siano ventotto, anche se si stima che molte risorse genetiche non siano state ancora individuate. Fortunatamente, il futuro dell'olivicoltura siciliana si prospetta roseo e ricco di sorprese: infatti, i ricercatori hanno individuato circa 30 nuovi genotipi che potranno dar vita ad innumerevoli oli, ognuno dei quali caratterizzato da sfumature sensoriali proprie.
Considerate, dunque, le numerosissime varietà di ulivi, ben si comprende il motivo per cui l'Olio Siciliano non possieda caratteri organolettici definiti. In generale, tuttavia, si può individuare un filo conduttore: caratteri come il retrogusto di mandorla, di pomodoro verde o maturo, di piante aromatiche e di carciofo sembrano accumunare la maggior parte degli Oli Siciliani. Nonostante quanto affermato, ciò che determina il vero carattere di ogni olio è strettamente correlato al tipo di oliva scelto (cultivar), al clima ed alla zona in cui vengono coltivati gli ulivi.