Basilico 2019 | Proprietà, Cucina, Salute | Basilico Santo

In questo articolo parliamo delle Proprietà del Basilico, spiegandone gli Usi in Cucina e Fitoterapia. Con Analisi dei vari tipi di Basilico e dei Potenziali Effetti Positivi del Tulsi contro Diabete, Colesterolo Alto, Stress, Ansia, Ipertensione

Basilico 2019 | Proprietà, Cucina, Salute | Basilico Santo

Che Cos'è

Il basilico è una pianta aromatica annuale, identificata dalla specie botanica Ocimum basilicum L.

Di origini orientali, il basilico costituisce una spezia molto apprezzata in cucina.

Oltre a essere un ingrediente aromatizzante molto popolare, il basilico viene utilizzato per preparare e infusi che possono fornire una serie di benefici per la salute.

Nelle pratiche di medicina popolare, come quelle dell'Ayurveda o della medicina tradizionale cinese, si ritiene che il basilico abbia proprietà terapeutiche.

In particolare, nel sistema ayurvedico, il basilico santo viene spesso definito "elisir di vita" ed è sfruttato per il trattamento di varie condizioni di salute comuni 1.

Secondo studi scientifici preliminari, il basilico (specialmente il basilico santo o sacro - Ocimum tenuiflorum) può risultare benefico per l'azione:
  • Adattogena
  • Antinfiammatoria
  • Antiossidante
  • Antitumorale
  • Antidepressiva
  • Antidiabetica
  • Antidolorifica
  • Antistress
  • Epatoprotettiva
  • Immunostimolante

Secondo una revisione del 2017, nonostante la mancanza di studi clinici su larga scala o a lungo termine sull'effetto del basilico (basilico santo o tulsi) sull'uomo, i risultati di 24 studi clinici suggeriscono che il basilico sacro è un intervento fitoterapico sicuro, capace di normalizzare glicemia, pressione sanguigna e lipidi nel sangue, oltre ad aiutare nella gestione dello stress psicologico e immunologico 1.

14,99Spedizione PRIMETotale 14,99€

VAHDAM, Tè Al Basilico Tulsi, 100gr (50 tazze), Tè Al Basilico Santo | Tè Tulsi con SPEZIE NATURALI 100% | Tè speziato di Chai con foglie sciolte | Herbal Tea dall'India

Varietà di Basilico

Sono state classificate circa 60 varietà e cultivar di Ocimum basilicum, che si differenziano per l'aspetto e l'aroma.

Tra le molte varietà si ricordano 2:

  • Basilico classico o Basilico Genovese o Basilico Dolce (O. basilicum 'Italiano Classico'): il basilico più diffuso e popolare, rinomato per il suo uso nei piatti italiani e nella produzione del pesto. Ha un sapore di liquirizia e chiodi di garofano.
  • Basilico greco (O. basilicum 'Minimum'): ha un aroma forte ma un sapore delicato. Forma un cespuglio compatto con piccole foglie e cresce bene in vaso; ha un profumo più dolce e meno pungente delle varietà a foglie larghe e si adatta meglio ai climi freddi.
  • Basilico tailandese o Basilico thai (O. basilicum var. thyrsiflora): ha un sapore di anice-liquirizia ed è comunemente usato nei piatti tailandesi e del sud-est asiatico. L'aroma delle sue foglie ricorda la menta e il chiodo di garofano, e si utilizza con i frutti di mare e nelle minestre esotiche. Ha un profumo di liquirizia per il suo contenuto di estragolo.
  • Basilico messicano o Basilico alla cannella (O. basilicum 'Cinnamon'): originario del Messico. Ha un sapore e un profumo simili a quelli della cannella. Viene comunemente servito con legumi o verdure speziate e saltate in padella.
  • Basilico lattuga (O. basilicum 'Lettuce Leaf'): presenta foglie grandi, rugose e morbide con un sapore simile alla liquirizia. Si adatta bene nelle insalate o condito con pomodori e olio d'oliva.

Il basilico comunemente usato negli integratori e nelle tisane è il basilico santo o basilico sacro, a volte chiamato tulsi e identificato dalla specie Ocimum tenuiflorum, nota anche come Ocimum sanctum. Viene aggiunto ad alcuni piatti tailandesi per il suo sapore distinto 2.

Usi in Cucina

Il basilico è un'erba aromatica, ben nota per il suo uso nella cucina italiana.

Le piante aromatiche sono specie vegetali tipiche dell'area mediterranea, che emanano aromi gradevoli, hanno un sapore gustoso e sono usate in cucina come spezie, in cosmesi come profumi, e in erboristeria come piante medicinali.

Del basilico si utilizzano le foglie, fresche o essiccate, per dare sapore a pietanze di vari tipi, come quelle a base di pomodori, insalate, zucchine, melanzane, condimenti di carne, ripieni, zuppe, salse e altro ancora.

Il basilico dev'essere utilizzato possibilmente fresco e aggiunto alle pietanze all'ultimo momento, poiché la cottura ne distrugge rapidamente il sapore.

Il pesto alla genovese, salsa tipica della cucina ligure, è uno degli usi più popolari del basilico. In genere, questo pesto è composto da basilico tritato, aglio, parmigiano, olio d'oliva e pinoli, anche se ne esistono varianti di vario tipo.

È meglio aggiungere il basilico fresco nella fase finale di cottura perché il calore può ridurne il sapore e il colore verde brillante 3.

Se una ricetta richiede basilico fresco ma si dispone soltanto di quello essiccato, si consiglia di usarne 1/3 della dose, poiché il basilico essiccato è più concentrato.

Proprietà Nutrizionali

Dal punto di vista nutrizionale 4, il basilico si distingue per il generoso contenuto di diverse vitamine e sali minerali.

Occorre tuttavia considerare che il basilico viene consumato in quantità così piccole che il suo contributo nutrizionale è modesto.

L'apporto di vitamina K è comunque significativo, soprattutto per i pazienti in cura con anticoagulanti orali tipo Coumadin (si veda il capitolo effetti collaterali).

Valore nutrizionale per 100 g di Basilico
Basilico fresco 4 Basilico essiccato 5
Energia (Calorie) 94 kJ (22 kcal) 976 kJ (233 kcal)
Carboidrati 2,65 g 47,75 g
Fibra alimentare 1,6 g 37,7 g
Grassi 0,64 g 4,07 g
Proteine 3,15 g 22,98 g
Vitamine Quantità (%RDA)* Quantità (%RDA)*
Vitamina A equiv. 264 μg (33%) 37 μg (5%)
beta carotene 3142 μg (29%) 378 μg (3%)
Tiamina (B1) 0,034 mg (3%) 0,08 mg (7%)
Riboflavina (B2) 0,076 mg (6%) 1,2 mg (95%)
Niacina (B3) 0,902 mg (6%) 4,9 mg (33%)
Acido pantotenico (B5) 0,209 mg (4%) 0,838 mg (16%)
Vitamina B6 0,155 mg (12%) 1,34 mg (104%)
Folato (B9) 68 μg (17%)

310μg (78%)

Colina 11,4 mg (2%) 54,9 mg (10%)
Vitamina C 18,0 mg (22%) 0,8 mg (1%)
Vitamina E 0,80 mg (5%) 10,7 mg (69%)
Vitamina K 414,8 μg (395%) 1714,5 μg (1633%)
Sali minerali Quantità (%RDA)* Quantità (%RDA)*
Calcio 177 mg (18%) 2240 mg (228%)
Rame 0,385 mg (19%) 2,1 mg (104%)
Ferro 3,17 mg (24%) 89,8 mg (680%)
Magnesio 64 mg (18%) 711 mg (200%)
Manganese 1,148 mg (55%) 9,8 mg (470%)
Fosforo 56 mg (8%) 274 mg (39%)
Potassio 295 mg (6%) 2630 mg (53%)
Selenio 0,3 μg (0%) 3 μg (4%)
Sodio 4 mg (0%) 76 mg (8%)
Zinco 0,81 mg (9%) 7,1 mg (79%)
Altri componenti Quantità Quantità
Acqua 92,06 g 10,35 g

* Le percentuali sono state calcolate approssimativamente usando le raccomandazioni statunitensi per gli adulti (DRI). Fonte: Database di nutrienti dell'USDA

Principi Attivi

Oltre ai componenti nutrizionali, il basilico contiene sostanze fitochimiche che hanno proprietà antiossidanti antinfiammatorie e altre proprietà salutari 6, 7.

Questi composti conferiscono al basilico la sua "essenza" o aroma, ma anche le proprietà curative classicamente sfruttate dalla medicina popolare 6.

Gli studi hanno dimostrato che il basilico contiene una vasta gamma di oli essenziali, ricchi di composti fenolici e una vasta gamma di altri prodotti naturali tra cui polifenoli come flavonoidi e antociani 8.

Queste sostanze includono:

  • eugenolo, citronellolo e linalolo
  • acido ursolico, β-cariofillene, 1,8-cineolo
  • flavonoidi, come orientina e viceninare, che aiutano a proteggere i globuli bianchi responsabili della funzione immunitaria, nonché le strutture cellulari in cui è immagazzinato il DNA.

Questi principi attivi sono contenuti in quantità variabili nei vari tipi di basilico. Non a caso, le diverse varietà hanno profumi così diversi perché il contenuto e la proporzione dei vari oli essenziali cambia nelle diverse cultivar.

Il basilico santo è la specie di basilico più nota per le sue potenti qualità curative. Noto con il nome scientifico Ocimum sanctum o come Ocimum tenuiflorum, il basilico santo è noto per essere un adattogeno, antinfiammatorio e antibatterico, il che significa che aiuta il corpo a rispondere allo stress e a combattere le malattie.

Proprietà e Benefici

Studi in Vitro e su Animali

Studi preliminari suggeriscono che il basilico dolce può:

  • Ridurre la pressione sanguigna nelle persone con ipertensione 9.
  • Rilassare i vasi sanguigni e fluidificare il sangue, in modo simile all'aspirina 10, 11.
  • Migliorare la glicemia a digiuno, il colesterolo e i trigliceridi 12, 13, 14.
  • Ridurre il danno da ictus e supportare il recupero, sia prima che subito dopo un ictus 15, 16.
  • Aumentare la vigilanza mentale se inalato come aromaterapia 17, 18.
  • Ridurre la perdita di memoria associata a stress e invecchiamento 19, 20.
  • Ridurre la depressione correlata allo stress cronico 21, 22, 23.
  • Proteggere il fegato dai danni di sostanze epatotossiche e stimolare la sintesi di enzimi detossificanti e l'aumento degli antiossidanti 24.
  • Proteggere dai danni dell'aspirina allo stomaco, in particolare prevenendo le ulcere 25.
  • Prevenire le ulcere indotte dallo stress nei ratti 26
  • Prevenire alcuni tumori, inclusi quelli a seno, colon e pancreas 27, 28, 29.
  • Inibire la crescita di batteri che causano carie dentale 30.
  • Fornire un'alternativa agli antibiotici per le malattie infettive, compresa la lotta contro i ceppi di batteri resistenti agli antibiotici 31, 32.
  • Migliorare la sicurezza alimentare, ad esempio se integrato negli imballaggi alimentari dai produttori 27, 33, 34, 35.
  • Respingere gli insetti, come le zanzare e le zecche 36, 37.

Gli studi sui topi in genere hanno fornito 100-400 mg di estratto di basilico per kg di peso corporeo. Dosi umane appropriate non sono note 6, 20, 12.

Studi Clinici

Gli studi clinici si sono concentrati principalmente sugli effetti del basilico sacro sulla salute umana, evidenziando un'importante efficacia nel controllo metabolico in pazienti diabetici, obesi, iperlipidemici e con sindrome metabolica.

  • In uno studio, l'ingestione giornaliera di 2,5 g di foglie di tulsi (basilico sacro) per 4 settimane ha portato a miglioramenti significativi della glicemia a digiuno e postprandiale e del glucosio nelle urine, rispetto al placebo, in pazienti diabetici di tipo 2 38.
    • La glicemia a digiuno è diminuita di 21,0 mg/dl
    • La glicemia postprandiale è diminuita di 15,8 mg/dl.
    • I  valori più bassi di glucosio hanno rappresentato riduzioni del 17,6% e 7,3%, rispettivamente nei livelli di glicemia a digiuno e postprandiale.
    • I livelli di glucosio nelle urine hanno mostrato un andamento simile. 
    • I livelli medi di colesterolo totale hanno mostrato una lieve riduzione durante il periodo di trattamento con basilico.
  • In uno studio su 100 pazienti con sindrome metabolica, l'assunzione di 5ml di estratto di basilico due volte al giorno per tre mesi, rispetto al placebo, ha fatto sì che 39:
    • la glicemia a digiuno è scesa da 209,26 ± 40,15 a 155,28 ± 20,70 mg/dl
    • l'emoglobina glicata è scesa da 8,82 ± 1,25 a 7,34 ± 0,89
    • il colesterolo totale è sceso da 244,04 ± 26,30 a 209,28 ± 29,03 mg/dl
    • i trigliceridi sono diminuiti da 176,48 ± 16,75 a 138,32 ± 15,17 mg/dl
    • il colesterolo HDL (buono) è aumentato da 33,58 ± 3,47 a 39,36 ± 4,25 mg/dl,
    • il colesterolo LDL (cattivo) è diminuito da 174,9 ± 26,82 a 142,11 ± 27,50 mg/dl
  • Un altro studio su diabetici di tipo 2 ha confrontato gli effetti del Glibenclamide (un farmaco antidiabetico) da solo e in associazione a basilico sacro 40, dimostrando che l'assunzione congiunta porta a effetti ipoglicemizzanti più consistenti, come mostrato in tabella.
      Glibenclamide Glibenclamide+Basilico
    Glicemia a Digiuno (giorno 1) 174,35 mg/dl 171,53 mg/dl
    Glicemia a Digiuno (giorno 90) 114,50 mg/dl 103,50 mg/dl
    Glicemia Postprandiale (giorno 1) 247,31 mg/dl 254,13 mg/dl
    Glicemia Postprandiale (giorno 90) 152,02 mg/dl 143,12 mg/dl
    Anche i livelli di emoglobina glicata sono scesi maggiormente nella terapia di associazione.
  • Il profilo lipidico del sangue è risultato migliorato nei soggetti con sindrome metabolica e diabetici che hanno assunto estratti di basilico santo.
    Oltre allo studio già citato 39, un altro studio 41 ha osservato miglioramenti in seguito alla somministrazione di un estratto acquoso di basilico santo sul profilo glicemico e lipidico di pazienti diabetici di tipo 2:
    • riduzione del colesterolo totale (da 142 ± 14 a 137 ± 15 mg/dl)
    • riduzione del colesterolo LDL (da 91 ± 14 a 85 ± 19 mg/dl, p <0,03)
    • aumento del livello di colesterolo HDL (da 25 ± 3 a 27 ± 4 mg/dl, p <0,03).
  • Uno studio clinico ha riportato un miglioramento significativo del profilo lipidico, del BMI e dei parametri di controllo glicemico, nei partecipanti obesi 42 dopo la somministrazione di una capsula da 250 mg di estratto di Tulsi (O. sanctum) due volte al giorno a stomaco vuoto per 8 settimane
  • Un ulteriore studio riporta livelli migliorati di lipidi nel sangue anche in soggetti sani 43.
    Gli Autori hanno osservato un miglioramento dei lipidi sierici senza alcuna differenza nella pressione sanguigna negli adulti sani a cui sono stati somministrati 300 mg al giorno di estratto etanolico di foglie di tulsi per 4 settimane.
  • Un ulteriore studio su pazienti asmatici ha scoperto che 500 mg di foglie di tulsi essiccate assunte tre volte al giorno hanno migliorato la capacità vitale e fornito sollievo dai sintomi asmatici entro 3 giorni 44.

  • Tre studi clinici hanno riportato una riduzione significativa dell'ansia e dei livelli di stress con dosi più elevate di tulsi somministrate per un periodo di tempo più lungo 45, 46, 47.
    • Ad esempio, in uno studio condotto su 158 persone con almeno tre sintomi di stress, l'assunzione giornaliera di 1.200 mg di estratto di basilico santo per sei settimane è stata del 39% più efficace del placebo nel migliorare i sintomi di stress generale 46.
    • In un altro studio, la somministrazione di 500 mg di estratto di basilico sacro, due volte al giorno dopo il pasto, ha attenuato i disturbi d'ansia generalizzati, lo stress e la depressione correlati, rispetto al placebo. Ha inoltre migliorato significativamente la volontà di adattamento e attenzione nell'uomo.
      Pertanto, si può concludere che O. sanctum potrebbe essere utile nel trattamento del disturbo d'ansia generalizzata nell'uomo e potrebbe essere un promettente agente ansiolitico nel prossimo futuro 47.
  • L'effetto positivo del tulsi sull'umore è stato dimostrato in tre studi, con due studi che hanno riportato riduzioni del 31,6% - 39% nei sintomi generali legati allo stress nei pazienti con problemi psicosomatici rispetto a un gruppo di controllo 46, 47.
  • Due studi hanno riportato un miglioramento significativo della pressione arteriosa nei partecipanti ipertesi trattati con 30 ml di succo di foglie di tulsi fresco una volta al giorno o 30 ml due volte al giorno per 10 e 12 giorni, rispettivamente 48, con un ulteriore studio che riporta la normalizzazione della pressione sanguigna in femmine adulte con pressione bassa 49.
  • In un ulteriore studio randomizzato di 12 settimane su pazienti diabetici, 2 g di estratto di foglie di tulsi da soli o in combinazione con estratto di foglie di neem hanno prodotto una marcata riduzione dei sintomi diabetici, con il massimo effetto osservato per la combinazione 50.

14,99Spedizione PRIMETotale 14,99€

VAHDAM, Tè Al Basilico Tulsi, 100gr (50 tazze), Tè Al Basilico Santo | Tè Tulsi con SPEZIE NATURALI 100% | Tè speziato di Chai con foglie sciolte | Herbal Tea dall'India

Effetti Collaterali

Effetti Collaterali e Controindicazioni

  • La lunga consuetudine dell'uso alimentare è abbastanza indicativa dell'elevata sicurezza d'impiego del basilico, che in base ai dati di letteratura risulta essere molto ben tollerato.
  • Tuttavia, anche se il basilico è generalmente sicuro se consumato in piccole quantità, è necessario adottare alcune precauzioni.
  • In particolare, le donne in gravidanza dovrebbero evitare di consumare grandi quantità di basilico. Gli studi sugli animali suggeriscono che i supplementi di basilico santo possono influenzare negativamente lo sperma e scatenare contrazioni uterine in gravidanza. I rischi durante l'allattamento non sono noti 51, 52.
  • Il basilico è anche ricco di vitamina K, un'importante vitamina liposolubile coinvolta nella coagulazione del sangue.
    Durante l'assunzione di farmaci "fluidificanti del sangue" come il coumadin (warfarin) è importante evitare di modificare improvvisamente la quantità di vitamina K assunta con la dieta 53.
    Pertanto, i pazienti che assumono questi farmaci dovrebbero evitare di introdurre o escludere improvvisamente grandi quantità di basilico.
  • Le persone che assumono farmaci per abbassare la pressione sanguigna o farmaci per il diabete dovrebbero usare cautela con gli integratori di basilico, poiché possono abbassare ulteriormente la pressione sanguigna e la glicemia.
    Potrebbe quindi essere necessaria una riduzione della dose di farmaco sotto controllo medio 9, 54.
  • Sebbene le allergie al basilico siano rare, sono stati osservati alcuni casi nelle persone che hanno reagito a pesti che lo contenevano 55.

Prezzo e Offerte

Prezzo Basilico Sacro - Scopri le Migliori Offerte Online selezionate per Te

14,99Spedizione PRIMETotale 14,99€

VAHDAM, Tè Al Basilico Tulsi, 100gr (50 tazze), Tè Al Basilico Santo | Tè Tulsi con SPEZIE NATURALI 100% | Tè speziato di Chai con foglie sciolte | Herbal Tea dall'India

24,80Spedizione PRIMETotale 24,80€

Tulasi (Tulsi, basilico sacro, Holy Basil, Red Basil) - (Ocimum sanctum) - 120 Capsule in barattolo salva aroma

6,99Totale 6,99€

500seed semi di basilico santo basilico santo, una pianta originaria dell'India, dove è conosciuto come Tulsi!
+Mostra Altre Offerte

Dai un voto a Basilico

Votazione Media 4.5 / 5. Conteggio Voti 4.
×