Cordura

La proverbiale resistenza dei tessuti cordura a strappi e graffi, li rende particolarmente adatti per realizzare borse e zaini. Eastpak è uno dei marchi più famosi che si affidano a cordura Cordura

Cos'è Cordura?

Cordura è un marchio registrato di proprietà dell'azienda statunitense Invista, la stessa che detiene i diritti dei marchi CoolMax e Thermolite.

I tessuti che si fregiano di questi ultimi due marchi sono noti per le eccellenti doti di traspirabilità, che risultano massime per i tessuti CoolMax (più leggeri e traspiranti).

I tessuti Thermolite privilegiano invece l'isolamento termico, mentre per quanto riguarda Cordura, si tratta di tessuti progettati per garantire la massima resistenza ad abrasioni, lacerazioni, strappi e perforazioni.

A titolo indicativo, un tessuto Cordura è da 2 a 4 volte più resistente rispetto al nylon e fino a 20 volte più resistente del cotone.

Com'è fatto?

Cordura è una soluzione puramente tessile, che utilizza fibre sintetiche (nylon) per raggiungere elevati livelli di resistenza all'abrasione e alla trazione, pur conservando una discreta traspirabilità e leggerezza.

Cordura non è impermeabile ma può essere trattato per renderlo idrorepellente; inoltre, se bagnato ritorna asciutto dopo breve tempo.

Oltre al nylon, alcuni tessuti cordura sono miscelati con fibre di cotone o altri tipi di fibre naturali o sintetiche.

Per chi è adatto?

Il tessuto Cordura viene utilizzato per confezionare le parti di equipaggiamento particolarmente soggette ad usura, come calzature, ghette, guanti, parti esposte di capi protettivi (es. gomiti e polsini), tende e zaini. Oltre che per confezionare capi d'abbigliamento dedicati agli sportivi - molto usati ad esempio da alpinisti, arrampicatori e motociclisti - i tessuti cordura trovano ampio spazio nella produzione di dispositivi di protezione individuale e nell'abbigliamento militare.

Un particolare tessuto Cardura, detto Cordura balistica, viene utilizzato per la costruzione di giubbetti antiproiettile.

Quanti tipi ne esistono?

Cordura viene prodotto in diversi spessori e grammature per la realizzazione di tessuti con vari livelli di resistenza, adatti per diverse temperature e destinazioni d'uso. In particolare, il tessuto cordura viene accompagnato da sigle numeriche (180, 300, 500, 800 e così via) che ne indicano il livello di peso per metro lineare ( quindi, la minore o maggiore robustezza).

I tipi 180 e 300 sono genericamente impiegati nell'abbigliamento, mentre il 500 e l'800 sono più adatti per le calzature.