Tutori per Ginocchio - Guida alla Scelta e all'Acquisto

La Scelta di un Tutore per Ginocchio adatto alle proprie condizioni è fondamentale per l'efficacia terapeutica dello stesso. Vediamo insieme quanti tipi di tutore per ginocchio esistono e come effettuare una scelta corretta

Tutori per Ginocchio - Guida alla Scelta e all'Acquisto

Cos'è un tutore per ginocchio?

Un tutore per ginocchio, o ginocchiera, è un accessorio disponibile in numerose versioni, che può servire a proteggere, supportare, stabilizzare e/o riscaldare l'articolazione del ginocchio e i muscoli che hanno rapporti con tale articolazione.

Quando usarlo

L'uso di un tutore per ginocchio è indicato a diverse categorie di persone:

  • Agli atleti che hanno subìto una distorsione non grave del ginocchio e, per questo, necessitano di un sostegno e una protezione, durante la loro attività sportiva o durante un periodo di riposo finalizzato al recupero;
  • A chi è reduce da un intervento chirurgico al ginocchio e necessita di un ausilio affinché il ginocchio rimanga in una certa posizione durante la guarigione. In questi frangenti, un tutore per ginocchio offre anche un certo sostegno all'articolazione, semplificando la deambulazione (quando è consentita);
  • Alle persone che hanno subìto uno stiramento o una lesione a carico di uno dei tendini che hanno rapporti con il ginocchio (es: il tendine comune del quadricipite femorale o il suo prolungamento, il tendine rotuleo). In questo caso, un tutore al ginocchio preserva l'articolazione da movimenti che potrebbero peggiorare ulteriormente la condizione in atto;
  • A chiunque presenti una lesione a carico di uno dei menischi o a carico di uno dei legamenti del ginocchio. In siffatte circostanze, una ginocchiera garantisce stabilità, laddove le suddette condizioni cliniche tenderebbero a comprometterla, protegge il ginocchio da eventuali spiacevoli conseguenze e limita tutti quei movimenti che potrebbero causare dolore;
  • A chi soffre di dolori articolari dovuti all'artrosi del ginocchio. In presenza di artrosi al ginocchio, l'uso di un tutore può lenire il dolore, perché limita i movimenti che provocano quest'ultimo e mantiene calda l'articolazione. La termoterapia (cioè la terapia del calore) è nota per avere un effetto antidolorifico;
  • Agli atleti con un dolore al ginocchio da sovraccarico (cioè da troppo utilizzo dell'articolazione). In queste circostanze, l'uso del tutore per ginocchio è indicato fino a che il dolore non è completamente scomparso;
  • Agli atleti con un disallineamento della rotula tale da produrre dolore. Per queste circostanze, esistono tutori per ginocchio specifici, che servono ad allineare la rotula, in modo da ridurre enormemente la sensazione dolorosa ed evitare un peggioramento della condizione clinica in corso.

Come si può notare, quindi, il tutore per ginocchio può rappresentare una soluzione valida non solo per chi pratica sport – come magari qualcuno tenderebbe a pensare – ma anche per chi conduce una vita “normale”, mediamente attiva, per il quale la salute delle ginocchia è comunque importante.

Modalità d'uso

Quando ci si appresta a indossare per la prima volta un tutore per ginocchio, è sempre bene leggere attentamente le istruzioni d'uso presenti nella confezione di vendita del prodotto acquistato.
Questo tipo di approccio garantisce un impiego corretto del tutore.

Chiarita l'importanza di consultare le istruzioni d'uso, esistono tutori per ginocchio la cui modalità d'impiego è molto semplice e intuitiva, e tutori per ginocchio la cui applicazione richiede una certa manualità e qualche attenzione particolare.

Il modo d'uso di un tutore per ginocchio è tanto più complesso per l'utente, quanto più elaborata è la sua fattura (come si vedrà, i tutori per ginocchio possono consistere in semplici fasce elastiche oppure in fasce elastiche dotate di chiusure a strappo, cerniere o lacci).

In genere, i tutori per ginocchio facili da indossare corrispondono a quelli indicati in presenza di problematiche articolari di lieve entità, mentre i tutori per ginocchio di difficile applicazione coincidono con quelli realizzati per chi soffre di seri problemi articolari o per chi è reduce da un intervento al ginocchio molto invasivo.

Prima regola per un uso corretto di un tutore per ginocchio: sedersi

Quando ci si appresta a indossare un tutore per ginocchio, anche quello dalle modalità d'uso più semplici e intuitive, è sempre opportuno sedersi, meglio su un ripiano piuttosto che su una sedia o una poltrona, e procedere con le “operazioni” successive soltanto dopo aver assunto la posizione seduta. Indossare un tutore per ginocchio dalla posizione eretta, infatti, è potenzialmente pericoloso, perché l'utente potrebbe cadere accidentalmente e procurarsi dei traumi o delle ferite.

Tutori per ginocchio facili da indossare: le modalità d'uso

I tutori per ginocchio facili da indossare richiedono poche e semplici attenzioni da parte dell'utente; tali attenzioni sono:

  • Capire il giusto verso con cui infilare il tutore. Di norma, i tutori per ginocchio di facile applicazione sono manicotti elastici con un'estremità più larga dell'altra (quindi dal diametro decrescente), che l'utente deve infilare a partire dal piede.
    Il giusto verso con cui infilare il tutore è quello che prevede l'inserimento del piede a cominciare dall'estremità più larga del manicotto elastico.
  • Collocare il tutore alla giusta altezza, in modo che l'accessorio in questione adempia alle sue funzioni. Per riconoscere la giusta altezza, è sufficiente osservare se il tutore si adatta male alla fisionomia del ginocchio o se è fastidioso durante  la camminata.

Tutori per ginocchio di difficile applicazione: le modalità d'uso

I tutori per ginocchio difficili da indossare richiedono le stesse attenzioni del caso osservato in precedenza e qualche altro accorgimento in più; nello specifico, l'utente deve:

  • Capire il giusto verso con infilare il tutore. Sebbene siano dotati poi di chiusure a strappo, cerniere e/o lacci, i tutori di complessa applicazione presentano una struttura di base che ricorda quella dei tutori facili da indossare. In altre parole, sono anche loro dei manicotti elastici dal diametro decrescente, che l'utente deve infilare a partire dal piede; ciò comporta che il modo con cui indossarli è il medesimo descritto in precedenza, ossia a cominciare dall'estremità più larga.
  • Provvedere a chiudere eventuali cerniere, allacciare eventuali stringhe e/o fissare eventuali chiusure a strappo, in modo che il tutore possa svolgere perfettamente le funzioni per le quali è stato realizzato.
    Tutte queste operazioni di chiusura e sigillatura potrebbero essere complesse, specie per gli utenti più anziani, e richiedere il sostegno di un'altra persona.
  • Valutare se il tutore crea fastidi, stringe troppo o troppo poco. Se l'utente rileva qualcosa che non va, deve rivedere le varie chiusure e sigillature, e valutare nuovamente l'effetto che ha su di lui il tutore indossato.

Guida alla scelta

In commercio, esistono tanti modelli diversi di tutore per ginocchio.

Ogni modello presenta delle proprie caratteristiche, che ne fanno un accessorio specifico da utilizzare in determinate situazioni; di conseguenza, la scelta di un tutore per ginocchio richiede una valutazione attenta da parte del consumatore, basata sulle proprie esigenze di salute e su quelle del suo ginocchio. Sarebbe un grosso errore scegliere una ginocchiera guardando soltanto all'aspetto economico, così come sarebbe assolutamente sbagliato chiedere in prestito il tutore per ginocchio di un amico, un parente o un conoscente, che in passato ha sofferto di problemi alla stessa articolazione, oppure, ancora, acquistare un tutore per ginocchio senza essersi sottoposti prima a una visita medica specifica (quindi all'oscuro della condizione clinica in corso e delle esigenze della propria articolazione sofferente).

I modelli di tutore per ginocchio disponibili sul mercato e le loro indicazioni

Chiarito che la scelta di una ginocchiera verte attorno allo stato di salute dell'articolazione del ginocchio, il mercato propone:

Come scegliere in maniera adeguata un tutore per ginocchio: i punti chiave

Per acquistare il tutore per ginocchio più adatto alle proprie esigenze, il consumatore dovrebbe:

  • Chiedere al proprio medico curante o a un medico esperto in patologie del ginocchio qual è tipo di ginocchiera più appropriato alla circostanza clinica in corso;
  • Ricercare online qualche rivenditore specializzato o recarsi in un negozio fisico di articoli sanitari, che proponga ai clienti una vasta gamma di alternative per il tipo di ginocchiera oggetto d'interesse;
  • Confrontare le recensioni presenti online, relative alle diverse varianti disponibili, o chiedere informazioni al negoziante, in merito agli articoli che propone.
    In questa fase della scelta, il consumatore deve considerare diversi aspetti, tra cui la qualità/prezzo, i materiali di realizzazione (antiallergici, non tossici, resistenti ecc.), la soddisfazione dei clienti e il numero di articoli venduti per un certo prodotto (se un articolo è molto venduto, probabilmente è anche molto “efficace”);
  • Fare una valutazione finale, sulla base dei dati raccolti/informazioni ricevute.

Prezzi

Prezzo di un tutore per ginocchio

Il prezzo di un tutore per ginocchio varia, prima di ogni altra cosa, in relazione al modello: i modelli più basilari e meno elaborati nella fattura, come per esempio le fasce elastiche riscaldanti o i tutori in neoprene, hanno un valore di mercato oscillante da 10 a 20 euro; al contrario, i modelli più “ingegnosi”, dotati di stecche, strappi, snodi ecc., possono arrivare a costare anche diverse centinaia di euro (esistono tutori per gonartrosi che costano anche più di 400 euro).

In sostanza, quindi, tanto più è complessa la fattura, e più importanti sono le potenzialità del tutore per ginocchio, tanto più l'esborso economico per quest'ultimo sarà maggiore. Del resto, dietro la realizzazione di tutori per ginocchio elaborati ci sono studi di biomeccanica, una certa mano d'opera e l'impiego di materiali “preziosi”, resistenti ma al tempo stesso flessibili e capaci di adattarsi ai movimenti dell'arto inferiore.

Tipo di modello a parte, altri fattori che incidono sul costo di un tutore per ginocchio sono: l'uso di materiali atossici e antiallergici, e l'affidabilità del marchio produttore.

MYCARBON Ginocchiera a Compressione Menisco Rotula Tutore per Ginocchio Legamenti Crociati Regolabile Antiscivolo Traspirante con Rondella Supporto Fascia per Ginocchio Sportiva per Uomo Donna(S)Prezzo:9,95€Offerta e Recensioni   Rondella Antiscivolo in Silicone - Nell'area intorno alla rotula della ginocchiera MYCARBON vi è un imbottitura toroidale(a ciambella), è una rondella antiscivolo in silicone per proteggere e fermare maggiormente quest'area (utile se dolente)
Actesso Ginocchiera Elastica di Supporto Tutore Ginocchio - Ideale per Sollievo dal Dolore e Sostegno dal Dolore al Ginocchio, Distorsion, Lesione del Legamenti o per uso Sportiva. Ideal Destro o Sinistro (Media, Nero)Prezzo:12,99€Offerta e Recensioni   SOLLIEVO DAL DOLORE - Questa ginocchiera tubolare a compressione funge da supporto per muscoli deboli e protegge l'articolazione del ginocchio, permettendo di svolgere le abituali attività con meno dolore
Protezione per ginocchio Vikaster Brace Support, per distorsioni laterali e mediali del legamento ACL,recupero di artrite e lesioni, esercizi di fitness,corsa, alpinismo, allenamento di forza (1paio)Prezzo:12,37€Offerta e Recensioni   ?Evitare di scivolare? 2 design antiscivolo in silicone sul polsino superiore per aumentare l'attrito, la ginocchiera elastica fornisce una compressione stabile durante il movimento, quindi che non scivoli giù, non dovrai riadattarli.