Sinefrina - Il Tuo Integratore Naturale Per Dimagrire

Sinefrina - Il Tuo Integratore Naturale Per Dimagrire

Generalità

La Sinefrina è un alcaloide estratto soprattutto a partire dall'arancia amara, usato tradizionalmente come stimolante psico-fisico.
La grande somiglianza chimico-strutturale con la più nota efedrina, ha spinto i ricercatori a sperimentare l'utilizzo della Sinefrina in ambito dietologico, ottenendo buoni risultati.
Per questo motivo la Sinefrina è diventato un principio attivo molto utilizzato nella formulazione di integratori destinati al dimagrimento ed al mantenimento del peso corporeo.

Indicazioni

Perché si usa la Sinefrina? A cosa serve?

La Sinefrina è generalmente utilizzata per:

  • Controllare il peso corporeo, in associazione ad altri principi attivi dotati di attività termogenica;
  • Coadiuvare l'azione dimagrante di diete ipocaloriche;
  • Migliorare il metabolismo glucidico e correggere alcune problematiche presenti in corso di diabete;
  • Migliorare il tono dell'umore e lo stato di vigilanza.

Proprietà ed Efficacia

Quali benefici ha dimostrato la Sinefrina, nel dimagrimento, nel corso degli studi?

Ancora la comunità scientifica sta valutando la reale efficacia della Sinefrina in ambito dietologico.
Più precisamente i massimi esperti del settore mostrano un marcato scetticismo relativamente al rapporto costi/benefici che deriverebbe dall'assunzione di questo principio attivo per finalità dimagranti.
Se da un lato infatti la Sinefrina sembrerebbe:

dall'altro, invece, contribuirebbe a promuovere metodi “differenti” dalla dieta per la perdita di peso, risultando, come mostrano alcuni studi, diseducativa a lungo termine.
L'abuso di Sinefrina, a fini dimagranti, è stato infatti riscontrato in diversi pazienti, con la conseguente comparsa di spiacevoli reazioni avverse.

Dosi e Modo d'uso

Come usare la Sinefrina

Nonostante risulti particolarmente complesso definire un dosaggio di Sinefrina standard e riproducibile, generalmente negli studi vengono utilizzati 10 – 20 mg di Sinefrina, due o tre volte al giorno.
Si raccomanda di evitare l'uso di Sinefrina nelle ore serali, proprio per l'azione psico-stimolante.

Effetti Collaterali

L'uso di Sinefrina, soprattutto se effettuato ai dosaggi consigliati è generalmente sicuro e ben tollerato.
Le reazioni avverse più frequentemente osservate sono state: tachicardia, dolore epigastrico e nausea.
Raramente si è osservata la comparsa di emicrania e complicanze cardio-vascolari.

Controindicazioni

Quando non deve essere usata la Sinefrina

L'uso di Sinefrina è controindicato durante la gravidanza e l'allattamento al seno.
Sarebbe opportuno estendere le suddette controindicazioni all'uso anche ai soggetti affetti da patologie cardiovascolari o sottoposti ad interventi chirurgici.
La supervisione medica sarebbe invece necessaria in caso di contestuali terapie farmacologiche, patologie psichiatriche o metaboliche.

Interazioni Farmacologiche

Quali farmaci o alimenti possono modificare l'effetto della Sinefrina?

Noto il metabolismo della Sinefrina, sarebbe opportuno evitarne l'utilizzo in caso di contestuale terapia con farmaci antidepressivi, caffeina, dextrometorfano, antivirali ed antibiotici.

Precauzioni per l'uso

Cosa serve sapere prima di assumere la Sinefrina?

Prima di assumere integratori a base di Sinefrina sarebbe opportuno consultare il proprio medico, soprattutto in caso di contestuale terapia farmacologica.