Fondotinta - Guida alla Scelta del Fondotinta più Adatto a Te

La scelta del fondotinta più adatto andrebbe effettuata anzitutto in base alle esigenze della propria pelle; normale, secca, mista o grassa, scopri come scegliere il fondotinta migliore per la tua pelle

Fondotinta - Guida alla Scelta del Fondotinta più Adatto a Te

Il fondotinta è un cosmetico basilare per il make-up di ogni donna. Il suo scopo è levigare ed uniformare l’incarnato, illuminare, cancellare le macchie, correggere le imperfezioni e proteggere la pelle del viso dalle aggressioni esterne.
La regola più importante da tenere in considerazione nella scelta di questo cosmetico è quella di capire le esigenze del proprio tipo di pelle. Tuttavia, capita spesso di trovarsi davanti ad una schiera infinita di texture e tonalità che può rendere davvero difficile orientarsi.
Ecco alcuni consigli che aiuteranno a non sbagliare.

Primo regola: rispettare le esigenze della propria pelle

La scelta del fondotinta non deve essere solamente una questione di preferenza, ma dipende anche dal tipo di pelle. Questo prodotto cosmetico non è, infatti, solamente un elemento essenziale del make-up, ma è una sorta di trattamento di bellezza (idratante, anti-age, anti-lucido e comfort assoluto).
Il fondotinta non ha controindicazioni su una pelle normale, ma in presenza di problematiche cutanee, quali acne o dermatiti, conviene far valutare dal proprio dermatologo l’opportunità di utilizzarlo.
In generale, è importante verificare che le sostanze presenti nel prodotto siano ben tollerate dalla pelle. Se dopo qualche minuto, il viso si arrossa e compaiono pizzicore e prurito, il fondotinta va rimosso utilizzando un latte detergente delicato o dell’acqua micellare, quindi il viso va risciacquato con acqua tiepida.

Tipi di pelle

  • Per la pelle normale vanno bene tutte le texture, dalle più fluide alle compatte.
  • Se la pelle è tendenzialmente secca, è opportuno scegliere una formulazione morbida con effetto idratante, come un fluido leggero o un fondotinta in crema; dovrebbero essere evitati, invece, i prodotti che si asciugano in fretta o che evidenziano le linee di espressione.
  • In caso di pelle mista o grassa, che diventa facilmente lucida, invece, è consigliabile un fondotinta opacizzante che tende ad asciugare ed aiutano a tenere a bada l’untuosità, come un minerale in polvere o una mousse.

Texture: come scegliere la formula adatta

Capire che effetto si vuole ottenere e scegliere la consistenza del fondotinta è fondamentale per ottenere una resa ottimale. L’abitudine e le preferenze individuali contano molto: c’è chi lo preferisce fluido e chi compatto, chi gradisce le texture in crema e chi tollera solo le modernissime formule leggere come acqua.

1. Fondotinta fluido

Il fondotinta fluido è apprezzato per il formato pratico e la facile modalità di applicazione. La consistenza è simile alla crema da giorno; a differenza delle altre tipologie, contiene una percentuale maggiore di acqua, quindi la texture risulta più liquida e molto leggera, per un effetto “seconda pelle”.
Il fondotinta fluido è particolarmente indicato per le pelli normali e tendenzialmente secche, quando è arricchito di principi attivi idratanti e lenitivi, che rafforzano le difese cutanee e danno un maggiore comfort. Ingredienti opacizzanti caratterizzano, invece, formulazioni indicate per le pelli miste e grasse.

L'Oréal Paris Fondotinta Fluido Accord Parfait, Risultato Naturale, 2R/2C Vanille Rosé/Rose VanillaPrezzo:9,90€Offerta e Recensioni   Texture molto fine e infinitamente fondente

2. Fondotinta compatto

Il fondotinta compatto in crema è molto coprente, ideale per pelli con problemi di discromie o trucchi elaborati che devono durare a lungo; si applica con spugnetta asciutta, per il massimo della copertura, o inumidita, per ottenere un effetto leggero e luminoso.
Il fondotinta compatto in polvere, simile ad una cipria, produce un effetto mat ed è indicato per pelli miste o grasse, in quanto contiene ingredienti che assorbono il sebo in eccesso.
Il fondotinta compatto è un prodotto molto pratico, che si presta anche ai ritocchi durante il giorno sulle zone lucide ed, in generale, sulle pelli oleose.

L'Oréal Paris Protezione Solare Abbronzante Sublime Sun Protect & Sublime, Protezione Alta IP30 per Viso e Décolleté, Formula Compatta in Polvere, 9 gPrezzo:11,10€Offerta e Recensioni   Protezione rinforzata contro i raggi UVA lunghi che penetrano in profondità e sono responsabili dei danni cutanei

3. Fondotinta minerale

Il fondotinta minerale in polvere libera o compatto contiene solo pigmenti minerali micro-polverizzati ed è privo di ingredienti sintetici e additivi chimici.
Questa base è particolarmente adatta alla pelle sensibile o intollerante, in quanto non predispone a reazioni allergiche. I fondotinta minerali polverosi sono indicati, inoltre, per le pelli miste, poiché contribuiscono ad asciugare il sebo dove necessario.
Il fondotinta minerale consente di ottenere diversi tipi di copertura, da leggera a completa. Inoltre, può essere miscelato con la propria crema idratante per farlo diventare fluido e più confortevole.

Benecos minerale naturale in polvere, Light Sand, 10 gPrezzo:5,00€Offerta e Recensioni   Con olio di argan, olio di semi di girasole, estratto di Camomilla

4. Fondotinta in crema o mousse

I fondotinta in crema o mousse sono concentrati in pigmenti, caratteristica che garantisce un’elevata copertura. Il finish è pressoché equivalente a quello del fondotinta minerale, in quanto, una volta applicato sul viso, l’effetto mat (opaco) è simile.
Questa formula consistente e densa è ideale per le pelli secche, in quanto è in grado di proteggere dall’azione degli agenti atmosferici ed inquinanti.

Elizabeth Arden, Flawless Finish, Fondotinta in crema con applicatore a spugna, Softly Beige, 23 gPrezzo:20,00€Offerta e Recensioni   Dimensioni: 23 g

Performance

Dopo aver valutato le esigenze della pelle della propria pelle, è necessario capire che cosa ci si aspetta dal fondotinta per scegliere quello giusto.

  • Coprenza. In linea generale, più il prodotto è denso, maggiore è il suo effetto coprente. Vale comunque una premessa: quasi tutti i fondotinta di nuova generazione conferiscono un effetto naturale.
    Chi desidera un trucco leggero può provare un fondotinta fluido, che dona un effetto “seconda pelle”. Alcuni prodotti rendono l’aspetto più luminoso, grazie alla presenza di micro-pagliuzze iridescenti, quasi impercettibili, ma che accendono l’incarnato.
    Per chi non ama particolarmente il fondotinta, invece, c’è l’effetto “nudo”, naturale e sofisticato, che uniforma l’incarnato senza creare spessore sulla pelle. Al polo estremo ci sono i fondotinta ad alta coprenza che uniformano completamente l’incarnato rendendolo più luminoso e coprendo eventuali discromie e piccoli difetti.
  • Minimizzare rossori, segni dell’acne e pori dilatati. Se si desidera coprire degli inestetismi, è meglio scegliere un prodotto compatto, in mousse o in crema molto coprente e con effetto opaco. Per neutralizzare i rossori, invece, è possibile optare per un fondotinta con una base gialla.
  • Lunga tenuta. I fondotinta long-lasting hanno tenuta infallibile, che dura quasi tutto il giorno e non obbliga a continui ritocchi.
  • Effetto mat. Per evitare l’effetto lucido le pelli miste o grasse possono ricorrere a fondotinta opacizzanti, formulati con ingredienti che assorbono l’eccessiva secrezione delle ghiandole sudoripare.
  • Idratante. Ormai tutti i moderni fondotinta contengono elementi che combinano il make-up al trattamento viso, alcuni prodotti sono più specifici per le pelli secche, grazie ad ingredienti che idratano in profondità e nel tempo, garantendo una sensazione di assoluto comfort per tutto il giorno.
  • Anti-età. I fondotinta pensati per le pelli più mature sono corposi, coprenti e nutrienti, arricchiti con principi attivi idratanti ed emollienti, come acido ialuronico, burro di karitè collagene e vitamina E.
  • Applicazione rapida. I fondotinta minerali sono ideali per un trucco veloce: basta un colpo di pennello ed in pochi secondi si ha un effetto naturale, ma coprente.

Colore: come scegliere

Una volta individuata la texture più adatta, altro criterio da considerare per evitare l’effetto “maschera” è la giusta tonalità del fondotinta. Il colore perfetto è tono su tono, quindi si deve fondere armoniosamente con la propria carnagione.
Purtroppo, un errore commesso frequentemente consiste nell’acquistare un prodotto dalla tonalità poco simile a quello della propria pelle, pensando che il suo scopo sia quello di coprire o colorare.
Se viene applicato un fondotinta dalla tonalità più scura rispetto al tono della propria pelle, il rischio è quello di amplificare qualsiasi imperfezione, come macchie, pori dilatati, rughe e linee d’espressione. Quando la tonalità utilizzata è più chiara, invece, si rischia di spegnere il colorito e renderlo ingrigito.

SBC fondotinta cosmetici beauty kit set 10 pezzi in tan borsaPrezzo:27,38€Offerta e Recensioni   Un sacchetto di dieci pezzo fondotinta Kit fornito in un' abbronzatura cosmetico SBC

Dove va testato

Per non sbagliare, è bene non provare il prodotto sul polso o sul dorso della mano, bensì nello stacco tra la mascella ed il collo, avendo cura di scegliere quello che più si avvicina al colore del proprio incarnato. Una volta steso, il tono giusto dovrà risultare invisibile e non deve cambiare il colore della pelle, ma fondersi con essa.
Oggi, molti fondotinta sono disponibili in una ampia gamma di colori per soddisfare le esigenze di tutte le carnagioni, anche etniche.

Attenzione all’illuminazione

Quando si acquista un fondotinta, è importante testarlo alla luce del giorno, evitando di sceglierlo sotto le lampade artificiali. Inoltre, va tenuto in considerazione che con il calore naturale della pelle, il fondotinta tende a ossidarsi, quindi il colore potrebbe leggermente cambiare. Per questo motivo, bisognerebbe applicare il prodotto sulla pelle ed attendere 15-30 minuti, quindi uscire alla luce del sole e controllare l’effetto in un ambiente illuminato con luce naturale. Se il colorito appare spento, probabilmente il fondotinta scelto è di una tonalità sbagliata. 

Come riconoscere il proprio sottotono

Una volta identificato il colore di fondotinta più simile alla propria carnagione, un aspetto ancora più sottile da considerare per scegliere il prodotto perfetto è capire qual è il proprio sottotono, cioè il colore di base a cui tende il nostro incarnato. Il rischio è quello di accentuare questo aspetto della carnagione, creando un antiestetico effetto artificiale.
Il sottotono può essere giallo (freddo o caldo), rosa (cold o warm) o neutro (neutral).
In linea generale, le donne con capelli chiari e carnagione chiara tendono ad avere una pelle rosata, mentre le more con pelle scura hanno un incarnato beige, spesso olivastro. L’identificazione del sottotono si complica con le castane che possono virare all’uno o all’altro sottotono.
Un test consiste nell’osservare il colore delle vene all’interno del polso: il sottotono è rosato se queste virano al violaceo/blu, mentre la base è beige-dorata se tendono al verde. Quando la pelle non vira né verso il rosa, né verso il giallo, invece, il sottotono di riferimento è il neutro.
Nel caso non si riuscisse proprio a trovare la nuance più adatta, è possibile miscelare due fondotinta per raggiungere l’effetto desiderato.

Colorito, sottotono e sigle sulla confezione

Alcune aziende già riportano nel loro codice prodotto sulla confezione il riferimento che specifica a quale tipo di sottotono appartiene il fondotinta ed aiuta a trovare il colore perfetto.
Indicativamente, la sigla può essere composta da una lettera, un numero, un nome o una combinazione dei tre:

  • Lettere: indicano le nuance -  C (cold = sottotono freddo), NC (neutral cold = neutro a sottotono freddo), NW (neutral warm = neutro a sottotono caldo), N (neutral = sottotono neutro), W (warm = sottotono caldo).
  • Numeri: rappresentano il grado di intensità della tonalità/colorazione (talvolta, seguito dal riferimento per il sottotono); più il numero aumenta, più il colore sarà scuro. Ad esempio: 1 (molto chiaro), 2 (medio chiaro-chiaro), 3 (medio), 4 (medio scuro), 5 (scuro) e 6 (molto scuro).
  • Nome: in linea molto generale, si va dal chiarissimo “ivory” allo scuro “warm beige”, passando dalle loro infinite gradazioni.

Il fondotinta in farmacia

Le aziende dedicate alla cosmesi in farmacia, come Vichy, La Roche-Posay e BioNike, propongono fondotinta performanti e danno una grossa attenzione all’approccio cutaneo.
Molti di questi prodotti cosmetici, infatti, presentano formule ipoallergeniche ad elevata tollerabilità, testate clinicamente e dermatologicamente per le pelli sensibili.
Alcuni sono privi, inoltre, di sostanze alle quali si è allergici o reattivi nella maggior parte dei casi (come parabeni, profumi, derivati del grano e nickel).

Vichy Fondotinta Correttore, 25 Nude - 30 mlPrezzo:17,36€Offerta e Recensioni   Fondo tinta fluido
Bionike - Fondotinta opacizzante Defence Color FDT FL Mat 402Prezzo:11,00€Offerta e Recensioni   Prodotto ufficiale Bionike
La Roche Posay Anthelios Xl Crema Compatta - 9 grPrezzo:13,24€Offerta e Recensioni   Contenuto - 9 gr